L'artiglio rosaRecensioniRubriche

L’Artiglio Rosa: Lombardi, Quasi, Duran

Monica Lombardi, To help and protect

Serie GD Security, Volume 0,5

Emma Books

Jackson Kelly non ama seguire i binari che altri hanno tracciato per lui. Per questo motivo ha lasciato la casa paterna a diciott’anni per trasferirsi nella città del peccato: New Orleans. Ora proprietario del Main Pit, locale nel Quartiere Francese, Jackson sente di aver fatto molta strada dal ragazzo ribelle che era. Ma niente ha potuto prepararlo all’incontro con Penny, una donna che gli entra sottopelle in una sera, una donna che non può avere.
Penelope Morrigan non si è mai considerata una bugiarda. Eppure ha mentito, due volte: prima all’uomo che ha sposato, poi all’uomo che ama.
Jax e Penny: due vite che si sono incrociate per poi separarsi di nuovo.
Ora Jax vuole solo dimenticare. Ma quando viene messa in dubbio una verità che ha sempre accettato, capisce che non potrà farlo finché non sarà sicuro che Penny sia riuscita a trovare, lontano da lui, la serenità che cercava. E sa esattamente chi incaricare di quel delicato compito.
Il Team con cui Nicole Kelly lavora sta cambiando, ma lo spirito è quello di sempre: aiutare chi è nei guai e catturare i cattivi, a qualunque costo. Anche quando a chiedere aiuto è uno di famiglia, e la vittima non ha chiesto a nessuno di essere salvata. Perché non importa quanto la battaglia sia grande o piccola: vale sempre la pena di combatterla. Ed è sempre importante vincerla.

Una novella di raccordo * * * *
Ho un rapporto particolare con Monica Lombardi: sono una grande ammiratrice delle sue opere, al punto che ho letto tutto quello che ha pubblicato finora (e penso di continuare in futuro), ma dopo i primi titoli, diciamo, “normali” leggerla per me è diventato sempre più impegnativo, perché ho molte difficoltà con i romanzi corali e complessi, soprattutto quando si tratta di romantic suspense e simili, che hanno quindi anche una trama gialla da seguire e capire.
A dura prova perciò mi ha messo tutto il lungo ciclo del GD Team. Non parliamo poi del fantascientifico Stardust, che ho sempre dovuto leggere più di una volta (cambiando pure opinione sul valore dei singoli volumi) fino alla splendida conclusione.
La stessa cosa è successa con questa novella che dà inizio al GD Security e dove tornano molti personaggi che un po’ mi ero scordata durante l’ultimo periodo.
Non so che impressione possa fare a chi non abbia letto la serie precedente, anche se i due protagonisti sono personaggi sostanzialmente nuovi. E tanto per cambiare ho avuto bisogno di rileggerla due volte prima di capirla (più o meno).
Piacevole. In attesa dei seguiti.

OoO

Rebecca Quasi, Dimmi di noi

Self-Publishing

Esther, introversa e spigolosa, scopre dopo un incidente di non essere figlia naturale dei suoi genitori e ciò la porta ad allontanarsi per cinque anni da casa.
Questo allontanamento acuisce la sua introversione e il suo isolamento fino a decidere di avere un figlio con l’inseminazione artificiale per coronare definitivamente l’autarchia sentimentale.
A otto anni dalla nascita di sua figlia Miriam, una strana malformazione al cuore della bambina la costringe a cercarne il padre biologico… che risulta essere un introverso professore di fisica che, come lei, ha fatto della solitudine il suo stile di vita. Ma le due ostinate solitudini non hanno fatto i conti con la personalità dirompente della piccola Miriam…

Un romanzo d’appendice * * *
Ho scoperto di recente Rebecca Quasi e sto cercando di mettermi in pari con tutti i titoli che ha pubblicato. In questo ricicla tipici espedienti del romanzo d’appendice, come una figlia adottata in modo, diciamo, improprio oppure un’altra nata modernamente grazie ad una fecondazione assistita. Sempre coinvolgente la tecnica narrativa dell’autrice, anche se personalmente avrei preferito evitare il doppio finale. Molto godibile.
Una stella di meno a causa di refusi ed errori di punteggiatura. Per me incomprensibile perché nessuna casa editrice si sia accaparrata la Quasi, garantendole editing e correzione di bozze. Amazon publishing, perché non guardi da questa parte?

OoO

Meredith Duran, Le cattive maniere di una lady

Serie Rules for the Reckless

Mondadori – Romanzi Passione

Pur di sottrarsi al matrimonio combinato dallo zio, Jane Mason, orfana dei genitori e costretta a vivere coi parenti che la considerano una nullità, è disposta a tutto. In fondo, nonostante l’animo pacifico che dimostra ogni giorno, Jane è ben consapevole di essere, come la chiamano tutti, un’oca dalle uova d’oro. Perché allora non sfruttare la sua ingente eredità per riconquistare la libertà? Ma la fuga progettata con il capo stalliere di casa fallisce e Jane riceve da Crispin Burke, uomo ambizioso e senza scrupoli di cui però subisce il fascino, una proposta: diventare la sua personalissima spia nella dimora del potente zio. In cambio…

Note: LE CATTIVE MANIERE DI UNA LADY (A Lady’s Code of Misconduct) è il quinto romanzo della serie Rules for the Reckless.
I romanzi precedenti della serie, QUELL’ESTATE SCANDALOSA (That Scandalous Summer), INGANNARE UN DUCA (Fool Me Twice), LE INSIDIE DI UNA LADY (Lady Be Good) e LA FORTUNA DI UNA LADY (Luck be a Lady), sono già stati pubblicati nella collana I Romanzi Passione – nr 142, 149, 155 e 160 rispettivamente.
La serie proseguirà con “The Sins of Lord Lockwood”, di prossima pubblicazione.
Tra le opere di Meredith Duran già pubblicate da Mondadori, ricordiamo CUORI NELL’OMBRA (The Duke of Shadows) nella collana I Romanzi Classic; GRAZIE A TE (Bound by Your Touch), SULLA TUA MORBIDA PELLE (Written on Your Skin) e A LEZIONE D’AMORE (A Lady’s Lesson in Scandal) nella collana I Romanzi Passione.
Ambientazione: Inghilterra, 1860 (epoca vittoriana).
Premi e riconoscimenti della critica: All About Romance DIK (Desert Isle Keeper).

Un bel romanzo * * * *
Una trama ampia e complessa, molto varia ed interessante, sia per quanto riguarda la psicologia dei due protagonisti, sia grazie al filone “intrighi ed azione”.
Un po’ infelice il titolo italiano. Qualche problema di riconversione sul kobo.

Le recensioni de L’Artiglio Rosa (Maria Teresa Siciliano-Matesi)

Post precedente

News: torna C. Cardeno!

Post successivo

News: L'attico di vetro, di Laura Caldwell

Maria Teresa Siciliano

Maria Teresa Siciliano

Professoressa di Italiano presso il prestigioso Liceo Classico Aristofane di Roma, adora leggere e recensire montagne di libri con penna intinta in un dolcissimo veleno. Temuta e amata in ugual misura, ha plasmato una generazione di feroci lettrici di romance.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *