L'artiglio rosaRecensioniRubriche

L’Artiglio Rosa: Melinda Leigh, Claire Kingsley, Emily Pigozzi

Melinda Leigh, Nell’ora del bisogno

Amazon Crossing

L’omicidio dell’avvocato Lee Barrett e della moglie Kate insanguina l’incantata cittadina di Scarlet Falls. Il maggiore Grant, fratello di Lee, è costretto a rientrare subito dall’Afghanistan per prendersi cura dei nipotini rimasti orfani. Solo grazie all’aiuto di Ellie Ross, l’affascinante vicina di casa e amica dei Barrett, Grant riesce a mantenere il controllo su una situazione difficile da gestire per un uomo di guerra, costretto ad accudire due bambini.
Quando la cittadina viene sconvolta da nuovi episodi di violenza, l’istinto militare gli suggerisce che dietro all’omicidio del fratello si nasconda del marcio. Nessuno è più al sicuro. L’assassino è a piede libero e la lentezza della polizia costringe Grant ed Ellie a indagare da soli, insieme. E quanto più i due si avvicinano, tanto più si confrontano con le proprie emozioni e i propri sentimenti. Nel gelo del dramma, avvampa il fuoco della passione e il desiderio diventa irresistibile…
Tra l’attrazione reciproca, il dovere del maggiore di tornare in guerra e la disillusione della donna nei confronti dell’amore, riusciranno Grant ed Ellie a fermare l’assassino prima che la neve di Scarlet Falls sia macchiata da altro sangue?

Un bel giallo * * * *
Una trama gialla complessa, con molti capovolgimenti di prospettiva e più di un colpo di scena. Forse io non sono un’esperta del genere, ma vorrei ricordare a certi recensori che nel DNA del giallo alle origini c’era il ripristino dell’ordine violato dal crimine. Non so perché alcuni vogliano per forza i noir che finiscono con la decimazione dei personaggi, oppure si sentano offesi da una o due scene d’amore.
Solo un po’ di sciatteria linguistica.

OoO

Claire Kingsley, Sarà per sempre

Serie Always, Volume II

Quixote Edizioni

Selene Taylor è la prima ad ammettere che la sua vita sentimentale sia un disastro. Ha un debole per gli uomini sbagliati… cattivi ragazzi con un corpo perfetto, convinti di essere un dono di Dio per le donne.
Ma la sua vita professionale? È esattamente come la vuole.
Finché la sua compagnia non viene acquisita da un uomo del suo passato e si ritrova con un nuovo capo molto sensuale.
Ronan Maddox non gioca per divertirsi. Lui gioca per vincere. È un drogato di adrenalina che vive per il brivido della caccia. Ma è con il fuoco che gioca, quando scopre che una delle sue nuove impiegate è la donna che da sempre popola i suoi sogni.
Non appena vede Selene, la vuole. È un rischio, ma lui vive per i rischi.

Un bel romanzo erotico * * * *
Storia d’amore a scoppio ritardato con un protagonista maschile originale: maschio alfa sciupafemmine, ma capace di apprezzare l’intelligenza femminile accanto alla bellezza. Non che tutto mi sia piaciuto: sempre imbarazzanti per me le storie con il capo (in ufficio poi…), né amo i giochi di ruolo dominante/sottomessa. Senza contare che soffro di vertigini perfino ad attraversare il ponte sospeso sul Tamigi, figurarsi praticare il paracadutismo!
Ma nell’insieme il romanzo è davvero godibile.

OoO

Emily Pigozzi, Magnifico assedio

Self-Publishing

Con lui ho capito cosa significa il termine passione, il godimento più puro, che è ancora più speciale perché si fonde con qualcosa a cui non sono ancora riuscita a dare un nome. Forse è l’amore, ma chi l’ha mai provato davvero? Nei ragazzi che ho conosciuto finora non c’è niente del mare di forza, dolore e di vita bruciante che Fabrizio porta con sé.
E l’incredibile è che lui non se ne accorge nemmeno. Non si accorge che con lui sto cambiando il mio modo di essere, e la cosa mi esalta e mi terrorizza. Siamo chiusi in questo assedio, ancor più mentale che fisico, a testare i nostri limiti, a sfidarci, a imparare a comprendere la nostra capacità di amare…
Per Fabrizio Brandi, ex parà della Folgore e ora ispettore di polizia della Criminalpol, il lavoro è la cosa più importante e lo basa totalmente sull’ istinto. Lui è la carta pazza, quella che sconvolge tutto e va oltre le regole senza farsi domande. Almeno finché il suo nuovo incarico non lo mette alla prova. Nina Orlando, giovane e bellissima, è la figlia di un importante uomo d’affari divenuto collaboratore di giustizia, e Fabrizio viene assegnato alla scorta che dovrà accompagnarla al sicuro in una località sconosciuta. Nina è viziata, ribelle, abituata ad avere tutto ciò che desidera, ma anche terribilmente sensuale. Lontani dai loro mondi e costretti a stare insieme i due non potranno che fare scintille, in un crescendo di attrazione impossibile da controllare…

Un romantic suspense erotico * * *
Una storia d’amore molto passionale su uno sfondo a carattere poliziesco. Avrei apprezzato nella parte finale un approfondimento degli aspetti economici.
Un po’ di sviste linguistiche.

Le recensioni de L’Artiglio Rosa (Maria Teresa Siciliano-Matesi)

Post precedente

News: la serie "Il Romanzo dei Faraoni"

Post successivo

Corella, l'ombra del Borgia: botta e risposta

Maria Teresa Siciliano

Maria Teresa Siciliano

Professoressa di Italiano presso il prestigioso Liceo Classico Aristofane di Roma, adora leggere e recensire montagne di libri con penna intinta in un dolcissimo veleno. Temuta e amata in ugual misura, ha plasmato una generazione di feroci lettrici di romance.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *