Recensioni

Recensione: Passo a due, di Edy Tassi

Nadia Magni ha due obiettivi: diventare una grande ballerina e ritrovare la madre che l’ha abbandonata quando era bambina.
Anche Jakob Adams ha due obiettivi: portare al successo la sua compagnia di danza e collezionare quante più donne possibile.
Nadia e Jakob hanno condiviso un’intensa passione, ma ora non si fidano più l’uno dell’altra. Lei lo ha lasciato in difficoltà durante uno spettacolo, lui… be’, come fidarsi di qualcuno che tutti chiamano “Il Collezionista”?
Per questo, dopo aver lasciato Londra e la compagnia a causa di un’improvvisa crisi familiare, Nadia è sicura che non lo rivedrà mai più. Difficile però rinunciare alla danza, e quando l’impulso di ballare torna a farsi sentire, Nadia decide di partecipare a un’audizione importantissima a Milano. Ma a giudicarla sarà proprio Jakob…

Titolo: Passo a due. Serie Sulle Punte, Volume II.
Autrice: Edy Tassi.
Genere: Romance contemporaneo.
Editore: Emma Books.
Prezzo: euro 3,99 (eBook).

Dopo il primo volume (Assolo) e un racconto di raccordo (Intervallo), che ci avevano raccontato la storia di Arianna Radburn e Nicholas Morgan, torna la Serie Sulle Punte con una nuova storia d’amore e danza.
I protagonisti sono Nadia Magni, ballerina alla ricerca di un ingaggio e della madre che l’ha abbandonata molti anni prima, e Jacob Adams, il coreografo che lavora a fianco di Nicholas Morgan e che intende portare a Milano la sua compagnia e –come al solito- continuare la sterminata collezione di donne. Potremmo trovare “indigesto” il protagonista maschile, se non venissimo presto a conoscere la sua infanzia difficile con due genitori che avevano cercato di allontanarlo dalla danza.
Fra i due, c’è un passato comune di lavoro e di passione. Interrotti entrambi quando Nadia, in procinto di tornare a casa per un grave problema di famiglia, ha scoperto che Jacob la tradiva con una ballerina della compagnia.
Una storia non originale, ma che rispecchia i canoni classici del romance. Edy Tassi la inserisce in un’ambientazione affascinante, quella della danza. Così scopriamo la bellezza che nasce da una fatica immane, quotidiana, che lascia ben poco alla vita privata. Un mondo dietro il palcoscenico. Non sempre illuminato, spesso pieno di invidia e livore.
Nadia e Jacob sono come due spadaccini, impegnati in un duello: se uno avanza, l’altra indietreggia; se una colpisce, l’altro para o si lascia ferire.
Mentre la compagnia sta preparando lo spettacolo, si sviluppa una sottotrama mistery: accadono fatti che tendono a colpire Nadia per estrometterla dal gruppo. Chi la vuole lontana? Una rivale che vuole accaparrarsi il “passo a due”? Qualcuno che ha messo gli occhi su Jacob? Nadia è confusa e spaventata. Ha dei sospetti, ma mai una certezza. L’atteggiamento di Jacob, ora scostante, un momento dopo accattivante, non la aiuta, anzi la destabilizza.
Solo alla fine i nodi verranno sciolti e Nadia troverà tutte le risposte alle sue domande.
La conclusione vi sorprenderà e sarà il degno coronamento di tutta la vicenda.
Una lettura piacevole per una serata sul divano.

La Serie si conclude con il racconto “Sipario“, già pubblicato.

Libro fornito dalla Casa Editrice.

Post precedente

Segnalazione: Il mondo nel tuo sguardo, di CarmenLuna

Post successivo

News: Rotta verso l'amore, di Ilaria Carioti

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da qualche anno, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *