Vash Cole è uno pseudo-umano. La sua serie di cloni è stata concepita per lavori in condizioni proibitive. Molto più forti degli umani, con un sistema respiratorio più efficiente, abili nel pensiero strategico, i cloni della sua serie hanno però scarse capacità comunicative. D’altronde, quando lavori in una miniera a gravità zero su un asteroide non ti serve saper discutere dei massimi sistemi. Pensa che la sua vita sarà tutta lì, duro lavoro e sempre più acciaio pensante al posto della carne, visto che gli incidenti nello spazio capitano di continuo. Ma l’Assemblea passa una nuova legge in favore degli pseudo-umani e Vash si trova a essere merce avariata, troppo danneggiato per lavorare ancora. Cosa peggiore, i padroni della compagnia mineraria, appartenenti a una nobile e antica famiglia di Teti, la capitale dell’Alleanza, sono costretti a riassorbire in qualche modo gli pseudo ora non più impiegabili nelle miniere.
È così che Vash conosce Galia, la prima persona che gli abbia mai accarezzato una guancia, una che lo tratta da essere umano e vuole insegnargli a vivere in un altro modo, con un po’ di tenerezza. Una donna così in alto da sembrare una vertigine.


TITOLO: Mai sfiorato.
AUTRICE: Miss Black.
GENERE: Fantascienza, Romance erotico.
EDITORE: Little Black Tales.
PREZZO: euro 1,99 (eBook).
LINK: per acquistarlo, fate click QUI.

Mai sfiorato si svolge nello stesso universo narrativo di Progettata per il piacere (QUI potete acquistarlo), ma i due romance sono leggibili in modo indipendente.

“Scusa se ti disturbo, tesoro”.
Una frase affettuosa, ma non c’è alcun sentimento del genere fra Endor Lord Elidome e la moglie Galia Lady Arcian. Il loro è stato un matrimonio d’interesse – “non si erano mai neppure sfiorati” – e i due figli sono il frutto di una procedura medica e di un utero artificiale.
Li sorprendiamo mentre discutono di un avvenimento che li interessa da vicino: l’Assemblea degli Eletti, dopo un anno di dibattimenti, ha appena varato una nuova legge che regola lo status degli pseudo-umani. Questi saranno resi individui unici con un chip ed equiparati agli umani. Uno scandalo per il conservatore Ender, un problema da risolvere e dal quale guadagnare per Galia.
Sono soprattutto i minatori con più del 13% della massa corporea in metallo pensante che debbono essere “riciclati”, se non sufficientemente anziani. Ed ecco come Vash Cole, 37 anni, 203 centimetri di altezza, 130 chili di peso, forza accresciuta del 70%  e il 32% di metallo pensante nell’organismo arriva nel palazzo dei coniugi Elidome-Arcian. La sua qualifica sarà quella di “guardia del corpo” di Galia, ma sappiamo già che non dovrà limitarsi a difendere la “datrice di lavoro” da seccatori e malintenzionati.

A questo punto, ci aspetteremmo il classico sciupa-femmine bellissimo che non deve chiedere mai. E invece… Vash Cole matricola 552-13 riserva più di una sorpresa. Abituato a lavorare in condizioni proibitive sugli asteroidi minerari, dotato di pensiero strategico, problem solving, alto spirito di sacrificio e stabilità psicologica, è un poppante per quanto riguarda le abilità sociali e comunicative. Non solo, è anche “intero”, perché la sua serie è stata “creata” quando ancora i progettisti genetici se ne infischiavano della presenza o meno di organi sessuali funzionanti in individui che non li avrebbero mai usati in tutta la loro vita.

La vicenda, assai godibile, con risvolti romantici, ma anche politici e sociologici, si dipana con colpi di scena, momenti (parecchi) ad alta intensità erotica e una crescita di Vash che lo porta a scoprire la sessualità, l’amicizia e l’amore. Un personaggio poliedrico, che mi è piaciuto subito, anche quando si esprime a monosillabi (“basse abilità sociali e di comunicazione”). Insomma, una delle classiche storie ben costruite di Miss Black, che ha risposto con questo romance al mio desiderio di conoscere meglio l’universo narrativo creato con Progettata per il piacere.

Cinque stelline.
Copia fornita dall’Autrice.