L'Artiglio ArcobalenoRecensioniRubriche

L’Artiglio Arcobaleno: Wells, Ford, Corsini

K.C. Wells, Prime volte

Triskell Edizioni

A Tommy Newsome è servito un po’ di tempo prima di rendersi conto di essere gay.
Crescere in una piccola cittadina della Georgia non lo ha preparato alla vita molto più libera da studente dell’università di Athens. Aggiungeteci gli insegnamenti della sua famiglia e della sua chiesa, e avrete un timido ragazzo che si sente un pesce fuor d’acqua. Tommy ha sempre lavorato nella fattoria del padre senza avere la possibilità di crearsi una vita sociale, sicuramente non come quella che i club di Atlanta hanno da offrire. E non si può dire che si senta a proprio agio quando ne ha un assaggio, visto che gli ammonimenti di Mamma risuonano ancora forti e chiari nella sua testa.
Tutto questo cambia quando entra nel suo primo gay bar e posa gli occhi su Mike Scott.
Quando non è al lavoro dietro il bancone del Woofs, Mike è impegnato come entertainer per adulti con il nome di Scott Masters. Vent’anni nel settore e il tempo che passa cominciano però a farsi sentire. Mike non ha mai avuto molta fortuna nel reparto relazioni ma, come sua madre ama ripetergli, se continui a pescare nello stesso stagno, è scontato che tirerai su sempre lo stesso tipo di pesci. Forse è proprio arrivata l’ora di un cambiamento.

Un ragazzo e un pornoattore * * * *

(#copiafornitadacasaeditrice)

Il maggior difetto del romanzo, per i miei gusti, è la presenza di troppe, davvero troppe scene di sesso. E qualcuna anche sgradevole. Ugualmente l’ambientazione non è fra le mie preferite, dal momento che girare dei porno per me è un’attività più rivoltante della prostituzione, che almeno salvaguarda spesso l’intimità.

Eppure non posso negare che il romanzo rappresenta in modo che sembra spietatamente verosimile questo genere cinematografico, a partire dai cosiddetti gay a pagamento, di cui finora ignoravo l’esistenza, e dal barebacking, promosso e sollecitato dalle case di produzione per beceri scopi commerciali. Perché poi tante persone amino vedere rapporti sessuali senza protezione e addirittura li pratichino nella vita reale mi risulta davvero incomprensibile.

L’impatto fra un ragazzo allevato in una famiglia religiosa e tradizionalista, che lo caccia di casa quando ha il coraggio di fare coming out, ed un pornoattore, di oltre 20 anni più grande di lui, è destinato a fare scintille in più di un senso.

Problema centrale: girare film pornografici può essere un lavoro come un altro?

Istruttivo e interessante.

OoO

Rhys Ford, C’era una volta un lupo

Serie Lupi Ribelli, Volume I

Dreamspinner Press Italia

Le giornate di Gibson Keller sono piuttosto monotone: si sveglia presto, fa qualche lavoretto, beve litri di caffè, e si prende cura del fratello maggiore Ellis, intrappolato nella sua forma di lupo da quando è tornato dalla guerra. È una vita semplice, fatta di lunghe corse su due gambe – o quattro – e serate tranquille… finché Ellis non insegue un bell’uomo giù da un dirupo, facendolo cadere nelle acque gelate vicino alla loro baita, e la vita di Gibson cambia per sempre.

Per Zach Thomas, comprare un vecchio B&B è un nuovo inizio. Dopo essersi lasciato alle spalle la vita di città, desidera trovare solo pace e tranquillità, e fare delle escursioni lungo i sentieri dietro la sua proprietà sembra abbastanza sicuro; almeno finché un enorme lupo nero non lo insegue fino al lago, dove rischia quasi di affogare. Scoprire che i licantropi esistono davvero lo sconvolge, ma non quanto l’uomo che lo salva dalle acque gelide per poi accomodarsi nel suo cuore come se fosse casa propria.

Amare un licantropo – amare Gibson con tutti i suoi segreti – presenta delle difficoltà, ma Zach è convinto che valga la pena lottare per il loro amore, soprattutto perché il suo cuore sa che sotto la maschera del grande lupo cattivo si nasconde un principe.

Genere: paranormal, novella

Fra paranormale e gay romance * * *

(#copiafornitadacasaeditrice)

Non posso affermare che questo inizio serie brilli per efficacia, tranne in alcune parti, ma certo probabilmente le cose miglioreranno molto nei seguiti, quando, immagino, l’autrice svilupperà adeguatamente i molti motivi accennati in questo romanzo breve. Per ora possiamo parlare di una prima puntata.

OoO

Aurora R. Corsini, Macana

Serie Le Luci dell’Eos, Volume II

Triskell Edizioni

Combattere con l’Eos significa tutto per Javier. Da centinaia d’anni il vampiro ha rinchiuso il proprio cuore in una prigione e si è dedicato unicamente a proteggere i più deboli. Passa da un amante all’altro e, dietro la maschera sorniona che presenta al mondo, il suo animo grida di dolore.
Una notte, però, attratto dai suoi occhi limpidi, assapora per la seconda volta il sangue di un ragazzo ignaro. Quando Connell incrocia di nuovo la sua strada, alla disperata ricerca d’aiuto, Javier deve combattere contro se stesso, perché la promessa nascosta in quello sguardo è più spaventosa di qualsiasi nemico.

Mentre mostri crudeli strisciano nella notte e l’Eos lotta contro il tempo per salvare quante più vite possibile, un vampiro e un giovane umano devono decidere quanto sono disposti a rischiare per amare di nuovo.

Javier * * * *

(#copiafornitadacasaeditrice )

La Corsini continua a delineare il suo mondo paranormale popolato da vampiri, lupi mannari e umani in modo più o meno all’altezza di tutte le serie simili di autrici straniere. Non posso dire di aver capito per intero gli aspetti di questa società diversa dalla nostra (e neanche perfino il legame di sangue), ma immagino che non ci sia fretta.

Il volume di Javier è soprattutto un gay romance dove la cosa più importante è il modo in cui si sviluppa il legame con Connell, permettendogli di superare il rimpianto per il suo amore perduto all’epoca dei conquistadores. Molta azione in attesa dei prossimi sviluppi.

Dal momento che ho letto una copia-recensione, la mia valutazione prescinde dall’aspetto strettamente linguistico.

Le recensioni dell’Artiglio Arcobaleno

Post precedente

L'Artiglio Rosa: Albanese, Strukul, Doyle

Post successivo

Eventi: Federica D'Ascani presenta "Cole Tiger e l'esercito fantasma"

Maria Teresa Siciliano

Maria Teresa Siciliano

Professoressa di Italiano presso il prestigioso Liceo Classico Aristofane di Roma, adora leggere e recensire montagne di libri con penna intinta in un dolcissimo veleno. Temuta e amata in ugual misura, ha plasmato una generazione di feroci lettrici di romance.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *