Mi presento.
Sono Marianna, ho un lavoro che adoro e tante passioni, che cerco di assecondare combattendo contro il tempo tiranno. Lettrice, prima di tutto, amore di tutta una vita che mi ha portata anche a recensire per il blog Feel the Book, melomane (Puccini e Rossini i miei preferiti) e tutto, ma proprio tutto quel che si può creare con le mani e un po’ di pazienza. Amo la carta e la uso per dare vita a piccoli oggetti, dai bijoux ai biglietti per tutte le occasioni.
L’ultima passione? Lo scrapbooking, anche digitale, ma soprattutto i junk journals. Tutto riciclato, o quasi!
Volete provare anche voi? Qualche consiglio…

Va bene tutto, ma proprio tutto: ritagli di riviste, vecchi libri scompaginati, carta del pane, scatole di cartoncino leggero, stoffe, pizzi, nastrini. Poi colla e fantasia.

Per cominciare…

Procuratevi un cartoncino piuttosto resistente e ritagliate la sagoma della misura che desiderate per il vostro quadernino. Per incollare la copertura usate la colla vinilica stesa con un pennello umido.

Premete con attenzione su tutta la superficie, in modo che non si formino bolle o pieghe, poi rifilate gli angoli prima di ripiegare verso l’interno.
Ricoprite anche l’interno della copertina con della carta a piacere tagliata della misura giusta e lasciate asciugare.
Il passo successivo è creare quelle che saranno le pagine interne del quadernino, e qui sta alla vostra fantasia inserire ogni tipo di carta possibile, anche invecchiata con un “bagno” in una miscela di acqua, tè e caffè.

Tagliate le pagine della misura giusta, cucitele partendo dall’interno, con del filo resistente (il cotone da uncinetto è perfetto).
Potete aggiungere tutto quello che vi piace, sia sulla copertina che all’interno, non c’è limite alla fantasia!

Aggiungete un nastrino, o un cordino, o un pizzetto per chiuderlo con un bel fiocco ed ecco un quaderno di viaggio.

Su Instagram, potete trovarmi qui: la luna di carta.
Buone vacanze!