Eventi

Premio letterario EWWA – prima edizione

La prima edizione del Premio letterario EWWA per opere inedite di narrativa si è concluso ieri con la proclamazione delle tre opere vincitrici selezionate dalla Giuria.

EWWA è un’Associazione di donne che operano nel mondo della scrittura e della comunicazione (scrittrici, giornaliste, sceneggiatrici, traduttrici, editor, blogger). Obiettivo dell’Associazione è la crescita professionale e creativa delle socie attraverso la condivisione di interessi, esperienze e progetti, organizzando seminari, workshop, laboratori di scrittura creativa, corsi di aggiornamento e di formazione.

Lidia Calvano, prima classificata (con Alessandra Bazardi e Alessandra Tavella)

EWWA – European Writing Women Association ha indetto la prima edizione del Premio letterario EWWA nell’aprile del 2017, con il patrocinio della Regione Lazio e la collaborazione di Amazon Publishing.

La tematica “Storie di rinascita. Le sfide e le cadute, gli ostacoli e i traguardi nel cammino di una donna” era offerta a uomini e donne, senza preclusioni riguardo al genere letterario.

La Giuria, composta da Giulia Alberico, Carlo Animato, Carla Cucchiarelli, Cecilia D’Elia, Elisabetta Fluneri, Giulio Leoni, Alessandra Tavella e Maria Paola Romeo, ha esaminato un’entusiasmante mole di manoscritti, selezionandone tre, cui sono stati attribuiti i premi in palio.

La cerimonia di premiazione si è svolta presso la Biblioteca-Hub culturale “Moby Dick” ed è stata officiata da Gioacchino De Chirico, giornalista e operatore culturale, che lavora da molti anni nel mondo editoriale. Attualmente, opera anche come curatore delle attività di “Moby Dick”.

Rosa Cerrato, seconda classificata (con Alessandra Bazardi e Alessandra Tavella)

Sono intervenuti Elisabetta Flumeri e Alessandra Bazardi, rispettivamente Presidente e Vide-presidente di EWWA e Alessandra Tavella, content manager di Amazon Publishing.

Prima classificata: LIDIA CALVANO, con il romanzo “H”.

Seconda classificata: ROSA CERRATO, con il romanzo “Angelo”.

Terza classificata: Maria Masella, con il romanzo “I passi del ricordo”.

Il primo romanzo classificato sarà pubblicato, sia in formato cartaceo sia in formato digitale, da Amazon Publishing. L’autrice ha ricevuto una targa e un dispositivo elettronico e-reader Kindle offerto da Amazon Publishing.

Una targa e un Kindle sono stati consegnati anche alla seconda e alla terza classificata.

Maria Masella, terza classificata (con Alessandra Bazardi e Alessandra Tavella)

Per dare risalto alla lotta contro la violenza di genere sono state assegnate quattro Menzioni a titolo di encomio per il lavoro svolto sui temi del femminicidio e della violenza sulle donne in ambito sociale e della comunicazione:

GiULiA, Associazione Giornaliste Unite Libere Autonome, nella persona di Silvia Garambois.

Riccardo Iacona, giornalista e scrittore.

Monica Grazia Passuello, saggista e presidente di Solidea.

Monica Zapelli, sceneggiatrice.

Silvia Garambois, Riccardo Iacona, Maria Grazia Passuello, Monica Zapelli

L’attrice PATRIZIA COLACI ha recitato brani tratti dai tre romanzi classificati.

LIDIA CALVANO è medico, psicoterapeuta e formatrice. Ha lavorato per oltre quindici anni nell’ambito delle Risorse Umane di una grande azienda; attualmente si dedica alla psicoterapia, alla consulenza organizzativa e a interventi motivazionali e di formazione esperienziale.

Dal 2012 collabora cn le principali riviste nazionali specializzate nello studio degli astri e dell’esoterismo, con articoli di psicologia divulgativa e astrologia umanistica. Dopo un saggio sull’utilizzo introspettivo dei tarocchi, realizzato con la collega Luigina Sgarro, è approdata alla narrativa nel 2015, pubblicando con la Casa editrice Delos Digital.

Nel 2016 ha esordito nel self-publishing con la serie “Rehab”, scritta a quattro mani con Estelle Hunt. Ha inoltre pubblicato due sillogi poetiche, una storia per ragazzi e racconti comparsi in numerose antologie.

ROSA CERRATO è nata a Vercelli, ma vive da sempre a Genova. Ha studiato lingue e letterature straniere e insegnato per molti anni tedesco nelle scuole superiori. Dal 2001 al 2005, ha insegnato italiano all’Università di Mannheim come lettrice di scambio. Ha scritto una serie di gialli con il personaggio del commissario Nelly Rosso, per la Casa editrice Fratelli Frilli, e diversi libri in self-publishing tra cui “I fantasmi di Mungartun”, “L’ultima valle” e la versione tedesca della Fiaba Nera. È sposata, ha tre figli e un nipotino.

MARIA MASELLA è nata a Genova nel 1948. Laureata in matematica, ha insegnato fino al 2005. Nel 1986 ha pubblicato brevi racconti su Segretissimo Mondadori. Nel 1992 e nel 1998 ha pubblicato due antologie di racconti: nel 1999 il romanzo noir “Per sapere la verità”; nel 2002 romance storici per Mondadori. Con la Casa editrice Fratelli Frilli ha pubblicato finora diciotto romanzi della serie del commissario Antonio Mariani e il primo della serie Maritano-Ardini. Si è cimentata con romance contemporanei per Rizzoli ed Emma Books. Premiata due volte al MystFest di Cattolica, ha inanellato altri premi e riconoscimenti a livello nazionale.

Gioacchino De Chirico

Una curiosità…

Moby Dick“, biblioteca e hub culturale, sorge all’interno di un palazzo dove, quasi cent’anni fa, c’erano i bagni pubblici. I bagni rimasero fino all’inizio degli Anni Settanta e costituivano uno dei fattori di coesione sociale del quartiere della Garbatella, a Roma.

Oggi, la coesione sociale è rinnovata attraverso una proposta qualificata di attività culturali e diversi servizi per il cittadino.

“Moby Dick” è una biblioteca che, attraberso il PIM (Prestito Interbibliotecario Metropolitano), affre servizi di prestito e di consultazione. Al suo interno, propone un’emeroteca, il wifi gratuito, e due punti di bookcrossing. Insieme a tutto questo, “Moby Dick” è attiva in iniziative culturali per bambini e adulti.

Insieme alla Regione Lazio, contribuiscono a sostenere “Moby Dick” Laziodisu, l’ente che si occupa di diritto allo studio, e L’Università Roma Tre.

Post precedente

Non esistono libri morali o immorali. Da Oscar Wilde al Mercoledì di Babette Brown

Post successivo

La serie Survivors' Club, di Mary Balogh

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da qualche anno, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

2 Commenti

  1. Lidia Calvano
    21 febbraio 2018 at 7:57 — Rispondi

    Grazie per questo reportage, Babette! La tua presenza, ieri, ha reso ancora più speciale una giornata piena di gioia e di partecipazione! <3

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *