Tutto ha avuto inizio con un’ordinanza del Presidente della Regione, Eugenio Giani: i cani non potevano essere tenuti alla catena perché il caldo e il pericolo di incendi avrebbero messo a rischio la vita degli animali.

Adesso, il divieto è stato esteso dall’estate all’intero anno. Uniche eccezioni urgenti misure di sicurezza o comprovate ragioni sanitarie.

Notiamo che, In Italia, non è stata mai promulgata una legge per tutto il territorio nazionale. Le Regioni stanno procedendo in ordine sparso.

Ma quali sono le Regioni che hanno bandito le catene? Sono Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto e la Provincia di Trento.

Ne mancano ancora molte. Speriamo che presto tutto il nostro Paese abbandoni la pratica crudele dei cani tenuti a catena.

Credits: foto Canva.