Segnalazioni

Segnalazione: Ricevere: arte o abilità?, di Isabella Scarpa

“Perché non scrivi un libro sull’arte del ricevere? Sono anni che organizzi ricevimenti per gli altri qui a casa tua. Metti su carta questa passione. Ora il Lifestyle fa tendenza.”
“Chi? Io? Ma vai!”

È così che nasce l’idea di scrivere “Ricevere: arte o abilità?” Durante due chiacchere tra Isabella e la sua amica Amneris che da tempo scrive e lavora nell’editoria.
Un manuale dedicato a tutti coloro che amano le feste, le belle tavole e, dunque, ricevere (Editore Amarganta, 1 marzo 2018).

Saper ricevere è davvero un’arte? L’arte esige  talento e genio:   doti sicuramente innate. Saper ricevere, invece, è poco più di un’abilità che richiede un minimo di cultura e un pizzico   di curiosità. Questo è abbastanza consolante, perché vuol dire che tutti, ma proprio tutti, se lo vogliono davvero, possono imparare ad aprire la propria casa o semplicemente a   migliorare  il proprio stile. 
Così l’autrice di questo saggio entra nel vivo dell’argomento che sviscererà senza lasciare nulla al caso, toccando gli aspetti storici, culturali, psicologici, sociologici, filosofici del tema con inaudita precisione e leggerezza.  L’impatto è folgorante grazie alla prosa densa di nozioni scientifiche dispensate con una capacità affabulatrice magistrale che trascina il lettore incuriosendolo pagina dopo pagina. Questo libro fa per voi se siete esperte del settore o se non lo siete affatto. Se amate le porcellane preziose o non sapete distinguerle dalla paccottiglia. Se vi piace apparecchiare con gusto o se fate uso di tovagliette di carta usa e getta. Se ambite stupire gli ospiti o non vi interessa affatto invitare qualcuno. Questo libro fa per voi per perfezionarvi o… per scoprire un’altra dimensione.    

Dietro le quinte…

Si parte con un breve excursus storico che ci racconta i banchetti del passato e ci svela i segreti di  chi li organizzava, iniziando dai fasti del Rinascimento (epoca in cui si comincia a pensare al cibo come spettacolo) e finendo ai cocktail party dei giorni nostri.  I capitoli successivi affrontano, con leggerezza e talvolta un po’ di ironia, tutti gli argomenti afferenti il come e il perché ricevere a casa propria: da come si apparecchia la tavola a come ci si deve vestire (o meglio, a come NON ci si deve vestire), dalle decorazioni floreali alla scelta dei vini, dal come inoltrare gli inviti alla compilazione dei menù. Un po’ di storia e di consigli di bon ton, tra il serio e il faceto, conditi da divertenti aneddoti autobiografici.

L’Autrice…

Isabella Scarpa è nata a Bologna, vive a Salerno ed è laureata in Lingue e Letterature Straniere. Da anni si occupa di organizzazione di ricevimenti presso la dimora di famiglia trasformata in location per eventi.

Post precedente

Recensione: Un urlo che morde l'anima, di Anna Carbonara

Post successivo

Segnalazione: Anche la morte ascolta il jazz, di Valeria Biuso

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *