Quando Hugo Fischer arriva ad Auschwitz è il 23 dicembre del 1943, nevica e il Blocco 10 appare più spettrale del solito. Lui è l’investigatore di punta della Kriminalpolizei e nasconde un segreto che lo rende dipendente dalla morfina. È stato chiamato nel campo per scoprire chi ha assassinato Sigismud Braun, un pediatra che lavorava a stretto contatto con Josef Mengele durante i suoi esperimenti con i gemelli, ma non ha idea di quello che sta per affrontare. A Berlino infatti si sa ben poco di quello che succede nei campi di concentramento e lui non è pronto a fare i conti con gli orrori che vengono perpetrati oltre il filo spinato. Dalla soluzione del caso dipende la sua carriera, forse anche la sua vita, e Fischer si ritroverà a vedersela con militari e medici nazisti, un’umanità crudele e deviata, ma anche con alcuni prigionieri che continuano a resistere. Tra loro c’è Gioele, un bambino ebreo dagli occhi così particolari da avere attirato l’attenzione di Mengele. È stato lui a trovare il cadavere del dottor Braun e a tratteggiare la scena del delitto grazie alle sue sorprendenti abilità nel disegno.
Mentre tutto intorno diventa, ogni giorno di più, una discesa finale agli inferi, tra Gioele e Hugo Fischer nascerà una strana amicizia, un affetto insolito in quel luogo dell’orrore, e proprio per questo ancora più prezioso.

TITOLO: Il bambino che disegnava le ombre.
AUTORE: Oriana Ramunno.
GENERE: Giallo.
EDITORE: Rizzoli.
PREZZO: euro 9,99 (eBook); euro 19,00 (cartaceo).
LINK per acquistarlo.

È il dicembre del 1943 e la guerra ha già preso per i Tedeschi la direzione verso la sconfitta, ma ad Auschwitz l’attività ferve più che mai. I treni carichi di Ebrei continuano ad arrivare e i crematori bruciano senza sosta i cadaveri delle vittime dell’olocausto. In una tale situazione, sembrerebbe che un morto in più o uno in meno non faccia differenza, ma tutto cambia se a morire è un ariano: il dottor Sigimund Braun che collabora con il famigerato Josef Mengele agli esperimenti sui gemelli.

Così, Hugo Fisher, il migliore criminologo di Berlino, arriva al campo per fare luce sull’omicidio.
Ad Auschwitz l’investigatore che viene dalla capitale troverà una situazione molto diversa da quella che si aspettava e, poco alla volta, l’orrore di quel posto gli entrerà nel cuore e nelle vene, portandolo a interrogarsi sul perché della sua adesione al nazismo. A cambiarlo, in particolare, sarà l’incontro con Gioele, uno dei gemelli di Mengele, un bambino dall’intelligenza vivacissima e dalla sorprendente abilità per il disegno. Una capacità che risulterà molto utile per decodificare la scena del crimine.

“Il bambino che disegnava le ombre” è un romanzo bellissimo, forse uno dei più belli che abbia mai letto sull’argomento dei campi di sterminio. È un giallo ben costruito, certo, ma a volte penso che l’indagine sia stata solo il pretesto per raccontarci l’orrore di Auschwitz dal punto di vista di un Tedesco che non sa, o forse non ha mai voluto sapere, che cosa davvero si nasconda dietro la bugia de “Il lavoro rende liberi”. Quella di Hugo Fisher è una presa di coscienza salvifica, ma inaspettata, che lo conduce alla consapevolezza, che gli altri uomini e donne della resistenza già possiedono, che non sarà mai possibile salvare tutti i prigionieri del campo, ma che basterà salvare una sola vita perché anche la propria acquisti valore.
Un gran bel romanzo, emozionante ed emotivamente coinvolgente, letto tutto d’un fiato, perdendo anche qualche ora di sonno.
Qualunque genere letterario vi piaccia, se amate la lettura, questo non perdetelo.

Cinque stelline.
Copia acquistata.

Di Macrina Mirti, l’autrice della recensione, segnaliamo “La donna del Greco”, un romanzo storico ambientato nell’Italia dell’alto medioevo.

Mentre i Goti tentano di impossessarsi del corridoio bizantino, in modo da separare Ravenna dalle coste tirreniche, solo le donne sono rimaste a difendere la città assediata. Gli uomini validi sono partiti per la guerra… Intanto, un drappello di sei soldati bizantini, sfuggiti alla presa di Spoleto, entra in Perusia. Il loro capitano, Demetrio, è latore di terribili notizie… Lo scontro con la figlia del console, Flavia, è immediato. Ma tutto cambia quando lui la salva da un tentativo di stupro.

Per acquistarlo, andate QUI.