Recensioni

Voghera Country Festival

27, 28 e 29 giugno 2014: tre
giorni all’insegna della musica country e del divertimento.
Da quest’anno, il nome dell’evento
è cambiato: da “Indipendence Day” a “Voghera Country Festival”, per rendere
omaggio alla città di Voghera che, tra l’altro, è ufficialmente gemellata con
Cheyenne, città  del Wyoming negli USA
famosa per il celeberrimo “Frontier Days”.
Ho vissuto tre giorni
intensi, con i country dj italiani e i migliori insegnanti di line dance.
Armata di stivali e cappello, ho visto tutto, ascoltato tutto… mangiato tutto! La
colazione texana è solo per stomaci robusti: uova strapazzate, salsicce e bacon
alla griglia. Per non parlare degli inimitabili pancakes con lo sciroppo d’acero.
E la sera? Bistecche grandi come quelle di pterosauro che Fred Flintstons ama
grigliare davanti alla caverna. Insomma, i classici due-chili-in-tre-giorni non
me li ha tolti nessuno. Adesso, dieta cara la mia Babette!
Stella indiscussa del
festival Trent Willmon, cantante country che ha fatto strage di cuori fra le
spettatrici (è molto carino!) e ha deliziato le orecchie di tutti.
Un video di Trent Willmon
& Beer o’Clock: http://www.youtube.com/watch?v=2t0judwCiTI
(grazie a Lucina Basiola).
Ed ecco qualche video
relativo alle gare.
Gruppo “Dancer For Fun”: http://www.youtube.com/watch?v=mun0hWTG_L8
(grazie ad Alessandro Fazio).
Olmo Country, terzo posto
livello intermedio: http://www.youtube.com/watch?v=rhQ0cms3RMs
(grazie Simone Gommaraschi)
Post precedente

Mr Sbatticuore, di Alice Clayton

Post successivo

Le forme dell'amore, di Luca Rossi

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

3 Commenti

  1. 1 luglio 2014 at 9:25 — Rispondi

    Meraviglioso!!! Grazie Babette per tutte le foto e video che hai postato!! Sono contenta che ti sei divertita e spero che ritornerai ancora al Festival ! Niente giretto sul cavallo? <3

  2. Anonimo
    1 luglio 2014 at 16:06 — Rispondi

    Grazie per esserci stata!!!
    VCF Staff

  3. 1 luglio 2014 at 16:42 — Rispondi

    Grazie a voi! Un'organizzazione colossale. Un successo stratosferico.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *