Recensioni

Vlad l’Immortale, di Jeaniene Frost

Titolo: Vlad l’immortale
(Twice Tempted).
Autore: Jeaniene Frost.
Editore: Fanucci Editore (maggio 2014).
Traduzione: Gloria Bernabini.
Prezzo: euro 4,99 (ebook).
La mia valutazione: cinque
stelline.
Leila ha perso ogni certezza sul futuro, soprattutto
adesso che i suoi straordinari poteri sono svaniti e Vlad è sempre più distante
e incapace di ammettere di amarla. Leila sapeva sin dall’inizio che la sua
storia con il Principe della Notte non sarebbe stata una passeggiata, ma non le
basta la sua protezione e la loro esplosiva attrazione: ciò che brama è il suo
cuore.
Quando il suo mondo si sgretola, Leila decide di
tornare alla vecchia vita del circo, dove Marty la aspetta impaziente. Ma in
breve tempo tutto si trasforma in un inferno di fuoco, e Leila non riesce a
spiegarsi se dietro agli attentati che la minacciano si nasconda un nuovo
nemico o lo stesso Vlad. Con il pericolo sempre dietro l’angolo, basterà un
solo passo falso a condannarla per l’eternità.
Dopo La fiamma del desiderio, arriva il secondo
romanzo della nuova serie di Jeaniene Frost, Night Prince, ricco di avventura e
passione da lasciare senza fiato.
 

Jeanine Frost non perde un colpo
e i protagonisti della serie spin off Night Prince non ci fanno rimpiangere Cat
e Bones.
Vlad stava aspettando in fondo alle scale. Il suo
smoking nero, senza nessun altro colore, sarebbe potuto sembrare troppo serio,
e invece Vlad assomigliava ad un sensuale Angelo della Morte.
Grazie a tutti quegli anni di lavoro nei circhi, ero
diventata molto brava a farmi bella. Ed ero anche diventata esperta nel
nascondere la cicatrice che partiva dalla tempia e arrivava fino alle dita.
Eccoli qui, pronti per regalarci
una nuova, travolgente avventura. Con nemici implacabili, amore, sesso, fuoco e
i poteri psichici che Leila possiede dal giorno in cui un incidente in tenera
età l’ha distolta da una vita normale.
Una storia che funziona come
un orologio, con trabocchetti continui nei quali cadiamo con entusiasmo.
Personaggi all’altezza delle aspettative: Vlad è un concentrato di maschio
alpha, principe guerriero e vampiro in una confezione da urlo. Leila è
un’eroina che affida al cuore molte delle sue decisioni e che suscita la nostra
simpatia, quando ci immedesimiamo in lei. E non è facile, considerando tutto
quello che le capita!
Con brevi cameos tornano
Mencheres, Kira, Cat e Bones. E le scintille scoppiano numerose fra Vlad e
Bones, che non risparmiano frecciate al vetriolo l’uno nei confronti
dell’altro.
Nemici implacabili, dicevo,
ma Vlad non può più fidarsi nemmeno dei compagni che gli sono accanto da
secoli. Ad ogni sfida vinta, se ne apre un’altra, sempre più dolorosa della
precedente. Il lieto fine arriva, ma la conclusione della vicenda è ancora
lontana.

Ricordo il primo volume della
serie, La fiamma del desiderio.
Lei è una mortale con un potere oscuro. Lui è il
Principe della Notte.
Dopo il tragico incidente che ha segnato il suo corpo
e distrutto i suoi sogni, Leila ha scoperto di poter conoscere i segreti più
neri e profondi di una persona semplicemente toccandola. Più che un dono è una
maledizione, che la condanna a una vita di solitudine. Fino a quando le
creature della notte non la rapiscono per far cadere in trappola il vampiro più
temuto di tutti, Vlad Tepesh. Vlad ha ispirato la leggenda di Dracula, anche se
è saggio non ricordarglielo: ha un conto in sospeso con il romanzo di Stoker e
con tutte quelle che chiama ‘ridicole caricature’ sul suo conto.
Leila non tarda a capirlo: Vlad si può definire solo
come il vampiro più bello, arrogante e feroce che esista. Il più raro dei suoi
poteri è quello con cui controlla il fuoco, ma ben altre sono le fiamme che
stanno per consumarlo…
Post precedente

Senza respiro, di Gioia Monte

Post successivo

Un profumo per tre, di Didì Chisel

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *