News

Victorian Vigilante, ed è subito Steampunk

Federica Soprani ci invita a leggere un nuovo romanzo, il primo capitolo di una trilogia che ci appassionerà (letto in anteprima…).

Oggi vi presento, non senza orgoglio, la copertina realizzata dal bravissimo Corrado Vanelli (♥) per ‘Victorian Vigilante. Le infernali macchine del Dottor Morse’, il nuovo romanzo Steampunk scritto da me e dalla mia prodiga e inestimabile compagna di merende Vittoria Corella.
Il romanzo uscirà per Nero Press, dapprima in digitale con tre episodi, poi in cartaceo in un volume unico. Il primo episodio sarà disponibile nello store di Nero e in tutti quelli on line a partire da fine giugno.
Tuttavia, per chi abita a Milano o dintorni, sabato 20 giugno saremo a Busto Arsizio, al Busto in Fantasy, fiera del fantastico che avrà luogo nella suggestiva cornice del Museo Tessile. Qui, alle 14.00, nella Sala delle bandiere, avrà luogo la prima presentazione ufficiale di Victorian Vigilante, e saranno disponibili alcune copie dell’intero romanzo in edizione speciale e limitata. Che dite, venite a trovarci?

Vi lascio con la sinossi e il booktrailer:

1890. L’assetto europeo manifesta già i germi di una Guerra Mondiale e vede contrapposte due scuole di pensiero scientifiche: i Maniscalchi inglesi seguaci dell’Ergomeccatronica, che sfruttano esoscheletri potenziati per implementare le capacità di lavoratori e soldati, e i Senza Dio fautori della Meccagenetronica, localizzati nell’Europa dell’Est, che hanno sviluppato terrificanti ibridazioni uomo-macchina. In una Londra pervasa dalla nebbia e dai vapori del nuovo secolo un misterioso Vigilante mascherato pattuglia il Tamigi, una terribile ‘donna meccanica’ porta ovunque morte e distruzione e uno Scienziato Senza Dio trama per sconvolgere le sorti dell’Europa e del mondo intero con l’arma definitiva che cambierà il volto della Guerra per sempre.

Post precedente

Women's Fiction Festival di Matera - come presentare un libro

Post successivo

News: "5.14 una storia d'amore", di Marie Sexton

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *