Recensioni

Un’ombra dal passato, un Romantic Suspense di Nora Roberts

EDITORE: Leggereditore (2011).
PAGINE: 533.
PREZZO: euro 10,00
(brossura); euro 4,99 (ebook).
Tutto sembrava dirle che lì sarebbe stata al sicuro,
che nulla avrebbe potuto riportarla indietro, all’orrore di quel giorno, scuro
come gli occhi dell’assassino che l’aveva separata per sempre dall’uomo della
sua vita. Fiona ora ha finalmente ritrovato la pace, vive su un’isola al largo
della costa di Seattle, circondata dai cani che addestra. La sua vita scorre
tranquilla, senza troppe emozioni. Ma un giorno Simon Doyle bussa alla sua
porta, chiedendole di aiutarlo ad addestrare il suo cane. E per la prima volta
dopo molti, troppi anni, Fiona sente che il suo cuore potrebbe ricominciare a
battere con una certa intensità… E mentre l’amore intesse le sue promesse di
felicità, il passato torna a far sentire il suo passo incessante e questa volta
potrebbe essere letale. Perché una minaccia si nasconde nell’ombra: c’è un uomo
che si aggira nel buio, un uomo addestrato con il solo intento di reclamare la
donna che è sfuggita alle mani di chi è rinchiuso in prigione da anni ma che
non ha mai rinunciato a farle del male e ad ucciderla…
 

Nora Roberts regala ai suoi
affezionati lettori un romanzo forte ed appassionante che ci tiene incollati ad
ogni singola pagina.
Fiona Bristow vive in una
casa immersa nei boschi di un’isoletta paradisiaca e addestra cani sia per la
squadra cinofila di soccorso di cui fa parte, sia per aiutare i proprietari disperati
per il comportamento anomalo degli adorati amici a quattro zampe.  
Facciamo la conoscenza del
protagonista maschile, quando questi si presenta alla porta di Fiona per
chiedere aiuto: la palla di pelo che la madre gli ha regalato / imposto lo sta
portando in fretta alla pazzia. Simon Doyle è un artista del legno che crea
mobili e pezzi d’arredamento che un negozio dell’isola vende per lui a caro prezzo.
Ed eccoli qui i due
caratteri: Simon disordinato, schietto fino alla brutalità, orso quanto basta.
Fiona forte, coraggiosa, ordinata fino alla mania. L’un contro l’altra armati?
In un primo momento sembra di sì, ma la situazione cambia presto. L’attrazione fisica
e poi l’amore procedono piano piano, in un crescendo che ci appassiona e ci
rende tifosi sfegatati che tirano il collo in attesa del lieto fine.
La storia d’amore si mescola
con un thriller di tutto rispetto.
Il passato di Fiona sembra
tornare a tormentarla: il serial killer che l’aveva rapita ed al quale lei era
riuscita a fuggire è in prigione da anni. Non può essere lui, quindi, la
persona che continua a sequestrare e uccidere giovani donne, lasciando un
fazzoletto rosso come simbolo dell’assassinio. Allora, chi è che si sta
avvicinando a Fiona, per portare a termine il crimine interrotto?
L’atmosfera cupa che si
addensa sull’isola che Fiona considerava il suo rifugio mobilita l’intera
comunità. E qui l’autrice ci fa conoscere dei personaggi interessanti: gli
amici, umani e no, che la giovane donna ha saputo crearsi. Tutti collaborano
per allontanare il pericolo che sta minando un po’ alla volta la salute mentale
di Fiona. In un crescendo di momenti al cardiopalmo, la vicenda si avvia
lentamente al finale adrenalinico. Tiriamo un sospiro di sollievo. E prima di
spegnere la luce diamo un’occhiatina sotto il letto. Non si sa mai…
Quattro stelline.

Post precedente

Il mistero del lago, un Romantic Suspense di Nora Roberts

Post successivo

Visita guidata all'Inn Boonsboro in the square

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *