Eventi

Un sabato a Bologna, con Ornella Albanese

Dario Villasanta, il nostro reporter d’assalto, ha mandato da Bologna il resoconto del pomeriggio (con cena a seguire) trascorso con Ornella Albanese e “Sotto la stessa luna”.

31 ottobre, pomeriggio, due passi da Piazza Maggiore, libreria Mondadori.
Io: scrittorucolo stradaiolo di storie maledette, barba sfatta, solitamente polemico e quasi digiuno di romance, milanese, notoriamente sempre scazzato e, se posso,  dissacrante.
Lui: distinto medico dai gusti raffinati, scrittore di elevata sensibilità nei confronti dei sentimenti, toscano dalla testa ai piedi, gessato nero firmato sopra T-shirt stampata a mo’ di pagina di giornale e scarpetta gialla, altrettanto gusto per la dissacrazione.
Lei: affermata autrice di romance e thriller storici per Mondadori, dolce e sempre col sorriso, preparata  e altrettanto ben disposta alla battuta, ignara di cosa potrà mai implicare mettersi in mano ai due figuri sopra descritti per presentare Sotto la stessa luna, suo ultimo romance.
L’altro: il pubblico, proveniente da varie località, formato da sole donne tranne i mariti di due spettatrici e il figlio dell’autrice. Attento, silenzioso in partenza, numeroso; solitamente protagonista ‘passivo’ durante le presentazioni, si stava in realtà preparando a fare quadrato intorno all’autrice contro i pregiudizi maschili sul’accezione femminile dell’amore.
Cosa poteva scaturire da ingredienti del genere, se mescolati insieme come attori di una presentazione romance?

sotto-la-stessa-lunaA dire il vero, l’intento era simpaticamente provocatorio: due uomini smaliziati che sottopongono la scrittrice a un tiro incrociato, per capire dove passano le differenze tra i due sessi quando si tratta di scrivere (e intendere) i sentimenti e, magari, sostenere la propria ottica. Mal ce ne incolse però, a me e al Gianluca Taliani: avevamo sottovalutato la massiccia presenza femminile e la complicità nel discutere l’argomento. Per tale motivo, qualche ‘tirata d’orecchie’ c’è arrivata dal pubblico, giustamente solidale con l’autrice. Inevitabili le risate frequenti, anche perché Ornella è donna di spirito che non conosco senza sorriso, e Gianluca ha recato la parte più  irresistibile della sua toscanità, oltre che della sua naturale simpatia e sensibilità. Le abbiamo chiesto un po’ di tutto, con qualche domandina fuori programma, e lei non si è sottratta, dandoci una panoramica completa non solo dell’opera, ma anche del suo metodo di lavoro.

Immancabile qualche lettura a tema, addolcita dagli arpeggi della chitarra classica di Phil (al secolo Philip-altri-tre-o-quattro-nomi-Sobral) musicista anglo-portoghese di gusto e talento per quanto riguarda la scelta e la composizione di brani emozionali.

Dicevo poi del pubblico, dal quale dopo i primi secondi di timidezza sono arrivati mille altri argomenti: è stato, a un certo punto,  il vero co-protagonista della serata, perché il fuoco di fila di domande ha innescato mezz’ora di dibattito serrato: sembrava di essere in una sala da tè con le amiche, tanto il clima di discussione è stato amichevole e simpatico. Da ricordare l’intervento di una signora che, con piglio deciso, ha esortato con forza tutte le altre astanti a mettere sotto l’albero libri romance per i propri fidanzati, che magari se leggeranno un po’ di queste cose impareranno a capire l’universo femminile… Capito cosa è toccato a me e al tenero Gianluca?!  A seguire, cena a base di pizza, tortellini e altre risate ancora.

Tirando le somme, ci eravamo prefissi di divertirci e divertire parlando d’amore, e ci siamo riusciti, con Ornella giustamente accerchiata da chi ha voluto copia autografata, al termine dell’evento. Ce ne saranno altri, ogni settimana da qui a Natale, tutti con protagonisti autori/trici di spessore, sempre al Mondadori Megastore di Via D’Azeglio, a Bologna; ma credo che difficilmente l’atmosfera leggera che si è creata con Ornella Albanese potrà avere uguali e, insomma, è stato un bell’inizio. Se volete farvi un’idea più precisa di come sono andate le cose, trovate il video con uno stralcio della presentazione sul canale YouTube di Dario Villasanta (https://www.youtube.com/watch?v=cqSzDfs7tiE), per i prossimi eventi aggiungo qui sotto il calendario: le emozioni non finiscono qui.

CalenDario degli eventi:

07-nov alle 17,30, Sara Bilotti presenterà ‘L’OLTRAGGIO’ (e la trilogia completa) edito da Einaudi, dialogando con Marilù Oliva;
14-nov alle17,30, Roberto Carboni presenterà ‘L’AMMIRATORE’, edito da Fratelli Frilli Editori, e Dario Villasanta ‘ANGELI E FOLLI’, edito da Cavinato International, dialogando con Giusy Giulianini;
19-nov alle17,30, Massimo Fagnoni presenterà in anteprima ‘BOLOGNA NON C’E’ PIU”, edito da Fratelli Frilli Editori, dialogando con Daniele Carella, con letture di Marco Piovella;
21-nov alle 17,30, Mariel Sandrolini presenterà ‘JULIENNE’, edito da Girardi, dialogando con Giusy Giulianini e Giancarlo Monari;
28-nov alle 17,30, Grazia Verasani presenterà ‘SENZA RAGIONE APPARENTE’, edito da Feltrinelli, dialogando con Alberto Sebastiani, letture di Licia Navarrini;
05-dic alle 17,30, Alessandro Reali presenterà ‘RITORNO A PAVIA’, edito da Fratelli Frilli Editori, e Simone Togneri ‘NATURE MORTE A FIRENZE’, sempre di Frilli, dialogando con Roberto Carboni e Giusy Giulianini;
10-dic alle 21,00, Valerio Varesi presenterà ‘LO STATO DI EBBREZZA’, edito da Frassinelli, dialogando con Alessandro Castellari;
11-dic alle17,30, Giulio Perrone presenterà ‘L’ESATTO CONTRARIO’, edito da Rizzoli, dialogando con Gianluca Morozzi;
12-dic alle 17,30 Elisabetta Cametti presenterà il nuovo romanzo in uscita a novembre, dialogando con Dario Villasanta.

Post precedente

"Tempesta di ghiaccio", di Anne Stuart

Post successivo

L'Angelo eterno non convince Maddalena Cafaro

Gli Amici del Mag

Gli Amici del Mag

Sono quelli che scrivono a Babette Brown: "Senti, avrei una cosetta da mandarti. Posso?"
E Babette, fregandosi le mani, incamera e pubblica.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *