Recensioni

Tutte le volte che vuoi, di Armando Prieto Pèrez

“Lasciala
stare.” Mi fissa anche lei, siamo avvinti in una guerra di nervi e di
desiderio.
“Perché
dovrei?” Quasi sputo le parole.

“Perché lui
la sposerà, e la renderà felice” ringhia, scarmigliata e scossa, ma indomabile.
“Tu la lascerai, e le spezzerai il cuore.”


Titolo: Tutte le volte che
vuoi.
Autore: Armando Prieto Pèrez.
Genere: Love & Pepper.
Pagine: 340.
Editore: Rizzoli Max (21
maggio 2014).
Prezzo: euro 6,99 (ebook);
euro 12,67 (copertina flessibile).
La mia valutazione: due stelline.
Sangue cubano e un amore quasi carnale per l’arte,
Luis è un seduttore istintivo, di quelli senza inibizioni né regole: è per
questo che nessuna sa resistergli, e le sue conquiste finiscono puntualmente
nell’atelier sui Navigli dove lui dipinge. Sul sesso crede di sapere anche di
più di quello che serve, almeno finché incontra lei, proprietaria di un
negozietto di vinili dove il tempo sembra essersi fermato, che senza chiedergli
il permesso, da nemica giurata diventa la sua ossessione. Tutta colpa di un
furetto. Eh sì, perché se la graziosa bestiola di lei è diventata di troppo in
casa, ecco che, in una notte di primavera in cui Milano sembra magica, Luis si
trasforma nel Principe Azzurro: si occuperà lui di Lucky, ma in cambio lei
dovrà posare come modella per le sue opere, un pomeriggio a settimana, per sei
settimane. Un vero e proprio contratto, il loro, di cui Luis perderà presto il
controllo, lasciandosi prendere da una passione che lo porterà più lontano, nel
gioco del piacere, di quanto si sia mai spinto. E mentre insegue l’ispirazione
e a poco a poco conquista la sua preda, non si accorge che in realtà non è lui
il cacciatore e che, forse, con lei ha trovato l’amore. Ma è pronto per
riconoscerlo e accettarlo?
Tutte le volte che vuoi è una storia di travolgente
erotismo, che svela alle donne quello che ogni uomo vorrebbe nascondere, dentro
e fuori dal letto: anche gli uomini possono innamorarsi, e con il cuore il sesso
non ha davvero limiti…

D’accordo, vediamo il
bicchiere mezzo pieno. Allora, c’è un uomo (maschio latino-americano, sangre
caliente) che si cimenta in un genere che di solito riteniamo appannaggio del
mondo femminile. Bene, mi sono detta: un punto di vista diverso dal solito. Chissà
cosa sente / vede l’altra metà del cielo.
In realtà, ho trovato il
protagonista antipatico, arrogante, saccente. Non mi ha smosso gli ormoni
nemmeno per un secondo. E questo è grave, visto che questi libri dovrebbero
farci sognare. Niente di fatto, sarà per la prossima volta.
L’idea furbetta dell’autore
di sesso maschile non regala niente a una storia tutto sommato banale, con un
finale alla “volemose bene” che distorce completamente il carattere di Louis,
il bello senz’anima abituato a regalare attimi di piacere indimenticabili alle
donne (tante) nelle quali s’imbatte e poi a scappare a gambe levate. Lei è un’adorabile
ragazza, alla quale fino all’ultima riga ho suggerito di restare con il
fidanzato e di non buttarsi fra le braccia di quello sciupafemmine illuminato
sulla via di Damasco. Di solito, e questo accade regolarmente nei rosa storici
che tanto amo, il libertino convertito mi riempie di soddisfazione. Questa volta
no. Non è accaduto. Pazienza. Meno male che c’è un furetto di rara simpatia che
da solo merita l’esoso prezzo di quasi sette euro per un ebook.
Il prequel è scaricabile
gratis da Amazon:
Post precedente

Se un giorno ci rincontreremo, di Monique Scisci

Post successivo

Il prezzo della passione, di Lora Leigh

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *