Pensieri sparsi

Il signor Di Stefano. Un racconto di Dario Villasanta

Il signor Di Stefano se ne stava seduto nella saletta d’attesa, appollaiato su una seggiola con le mani compostamente appoggiate sulle ginocchia unite. Era teso? Sì, un pochino. Quello era il suo primo colloquio di lavoro, non ancora fuori dal carcere, ed era già fondamentale.

LEGGI →