Recensioni

Il Taccuino di Matesi: Casa di bambola – la seconda coppia. Ovvero: anche un usuraio ha un’anima?

Dieci anni fa Nils Krogstad e Kristine erano giovani e si amavano molto. Ma Kristine aveva una madre malata e due fratelli da mantenere. Perciò ha deciso di fare un matrimonio di convenienza. Dopo essere rimasta vedova, senza figli e senza soldi, negli ultimi tre anni si è arrangiata con …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Machiavelli ai tempi der Kindle

«Te l’hai studiato il Principe?» «In che senso?» chiede lui, voltandosi a guardarla. A lei viene in mente Verdone che guarda in alto e cerca qualche improbabile soluzione a problemi esistenziali che.. (perdonatemi, è l’influenza di Machiavelli che rende la mia prosa così… Vabbe’, ok, torno in me!) «Ner senso: …

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: Il Principe, di Niccolò Machiavelli

La prima volta che lessi integralmente Il Principe fu, naturalmente, su ordine del mio professore di italiano in seconda liceo classico. Non rammento bene che effetto mi fece: certo si trattava di una lettura molto impegnativa, nonostante la sua brevità, soprattutto senza una preparazione particolare, ma mi ricordo che alla …

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: rileggere la narrativa

La narrativa per noi lettori forti si divide comunque in due settori: quella di alto livello e quella cosiddetta di intrattenimento o popolare. Nel primo caso il bel saggio di Italo Calvino Perché leggere i classici è davvero illuminante: ci spiega che un classico è un libro che non smette …

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: Casa di Bambola, di Henrik Ibsen

Casa di bambola fu scritta da Ibsen in Italia, dove soggiornava spesso, nel 1879 e segnò una tappa fondamentale non solo per l’autore, ma anche per il teatro europeo dell’epoca. La trama è nota. Il matrimonio di Torvald Helmer e Nora, a prima vista, è molto felice: fra loro c’è …

LEGGI →
Casa D'AscaniPensieri sparsiRubriche

Casa D’Ascani: Discorso epico

Finisce di leggere l’articolo di Matesi e chiude gli occhi. È sola, in casa, può lasciarsi andare a quello che sa fare meglio: cazzeggiare senza limitazioni. Che vor di’? Vuol dire che può immaginarsi sul podio, quello figo con il microfono, al centro di un palco, vestita tutta caruccia, con …

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: democrazia paritaria

Sono stata la prima donna della mia famiglia a laurearmi. Mia madre era un tipo molto volitivo e mi ha cresciuta nella convinzione di poter raggiungere tutti gli obiettivi ritenuti scontati per un uomo. Perciò nessun complesso di castrazione per me, o almeno così mi pare: ho sempre voluto solo …

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: Georgette Heyer e “Il Figlio del Diavolo”

Dominic Vidal ha 24 anni ed è nato da un grande matrimonio d’amore, quello fra il duca di Avon e Léonie de Saint-Vire. Certo qualcosa sembra non aver funzionato nella sua educazione perché è un ribelle con un caratteraccio infernale. O forse, come dice la madre, si tratta di un …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Il marito ideale… cucina!

«Te vedo… corrucciata. Che c’hai?» esordisce il marito ideale, facendo capolino dallo stipite. Lo stesso contro cui stamattina so annata a sbatte. Forse è pe’ questo che me rode ancora de più. No contro mi marito, per carità, però non è che so proprio ben disposta. Ho sentito “clack” quanno …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Ricordate che devi morì… o magari fatte meno film

Avete letto Il Taccuino di Matesi, stamattina? Sì, eh? Dopo vi interrogo. E controllo se avete commentato. Federica D’Ascani, al solito, ha già prodotto un articolo sull’argomento. Certo, tocca tradurre dal romanesco, ma sono certa che lo troverete esilarante.

LEGGI →