Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: Una donna senza importanza

Questa commedia di Oscar Wilde venne rappresentata la prima volta nel 1893. Lo sfondo è quello usuale del suo teatro: una società frivola e corrotta, dedita a giochi di parole, pettegolezzi e sesso superficiale, rappresentata pienamente da lord Illingworth, un pari del regno esteta, seduttore e libertino. Ha appena assunto …

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: Time Travel e dintorni

Per molti anni, per tutta la mia giovinezza almeno, sono stata una lettrice amante del realismo e della razionalità: quindi niente streghe e fantasmi, niente vampiri e lupi mannari e tantomeno time travel: non ho mai letto La macchina del tempo di Wells e ho trovato noiosa e disturbante La …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Enrico IV ai tempi de Facebook

«Che hai fatto? Perché stai a piagne?» fa Marito, entrando preoccupato in camera. «Perché…Sniff…» singhiozza lei, e si soffia il naso. «Perché Matesi ha appena nominato un’opera che ho letto anche io! Sono… commossa!»

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: Pirandello ed Enrico IV

Enrico IV fu messo in scena da Pirandello nel 1922. Non si sa chi sia il protagonista. Nell’elenco iniziale dei personaggi in genere viene presentato così: …/Enrico IV. Nell’edizione Liber Liber addirittura non c’è proprio. Lapsus molto pirandelliano. Vent’anni fa, quando era giovane e innamorato di Matilde Spina, l’innominato in …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Problemi di comunicazione notturna

Legenda: PA: Piano americano (la scena ritrae i personaggi a mezzo busto). PP: Primo piano. CL: Campo Lungo (la scena è vista da lontano).

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: Problemi di comunicazione

Ho comprato I Medici. Una dinastia al potere il 15 ottobre scorso, cioè tre giorni prima che su Rai 1 cominciasse la fiction internazionale, destinata a grande successo. Fin da subito sono stata convinta, per averlo letto da qualche parte, che il romanzo avesse fornito il soggetto allo sceneggiato e …

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: Sapori rosa storici, ovvero tutti i gusti son gusti

Personalmente preferisco i romanzi ambientati in epoche diverse dall’attuale, dalla preistoria (periodo invero poco praticato dalle autrici) fino a tutto l’Ottocento. Ho qualche difficoltà con il Novecento, perché, ripeto sempre, mio nonno, morto negli anni settanta, ha combattuto nella I guerra mondiale. E, non so perché, mi è difficile immaginarlo …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: Topolino e Goldoni, due di noi

«Ma tu pensa… Ammazza se so ignorante! Se non fosse pe’ Topolino…» «Cominci a straparla’ dopo due settimane a casa cor piccoletto?» la apostrofa Marito rientrando dal lavoro. «Sarebbe na cosa normale, che dici? Dopo una giornata passata a senti’ “mammaaaa” te esauriresti pure te… No, comunque stavo a riflette …

LEGGI →
Il Taccuino di MatesiRubriche

Il Taccuino di Matesi: I Rusteghi, di Carlo Goldoni

“Noi intendiamo in Venezia per uomo rustego un uomo aspro, zottico, nemico della civiltà, della cultura, del conversare”: così Goldoni informa i lettori/spettatori non veneziani. E nella commedia l’autore fa uno sforzo di caratterizzazione straordinario, portando in scena non uno, ma ben quattro rusteghi, ognuno in qualche modo diverso dagli …

LEGGI →
Casa D'AscaniRubriche

Casa D’Ascani: E io co chi sto?

«Lei sta co Lucrezia… Eh… E io? Mo che scrivo?»

LEGGI →