Segnalazioni

Segnalazione: Chased – Braccato, di Jamie A. Miller

Rod è un lupo solitario che trascina la sua vita tra impermeabilità ai sentimenti e soddisfazioni delle pulsioni primarie. Ha una lunga storia di abbandoni e abusi che rendono la sua anima un campo seminato di mine antiuomo inesplose.

In un giorno di straordinaria follia decide di entrare in un liceo e compiere una strage. Non è una strage alla cieca, Rod ha obiettivi precisi. Rod vuole strappare la vita a Elliot, il dolce ragazzino bullizzato dai suoi compagni, silenzioso, delicato, resiliente. Gli ha spezzato il cuore, Elliot, con la sua muliebre gentilezza gli ha fatto credere di volersi e concedere e lui ha cavalcato quella concessione compiendo un atto estremo, proibito che ha fatto esplodere tutte le cariche emotive della sua anima.

Ma lui continua a ripetere che non voleva, ne non ne vuole sapere di lui, che vuole essere lasciato in pace. Rod non può sopportarlo, se non può averlo lui, non lo avrà nessuno.

Chased è la cronaca cruda e spietata di una sparatoria in un liceo, alternata ai flashback che ricostruiscono l’intricata serie di intrecci che hanno trasformato Rod in un predatore disperato, il genere più pericoloso di predatore nel quale imbattersi.

Titolo: Chased – Braccato.
Autore: Jamie A. Miller.
Genere: Narrativa contemporanea.
Editore: Self-Publishing.
Prezzo: euro 1,99 (eBook); euro 7,99 (cartaceo).

“Elliot vede l’ombra di Rod incombere e capisce che per lui è finita. Forse avrebbe dovuto implorare.
«Ti prego», supplica.
Rod si abbassa fino a ficcargli il suo sguardo dritto nel cervello. Elliot lo guarda intensamente negli occhi per la prima volta, vicino, dentro la testa. Un mare grigio in tempesta che travolge i pontili e le barche capovolte. Roderik è un uragano gelido e impietoso.”

Dietro le quinte…

Elliot è un ragazzino fragile e insicuro, bullizzato dai suoi compagni di scuola perché gay. Un giorno Roderick entra nella scuola con l’obiettivo di compiere una strage. Ma non è una strage alla cieca, ha tre precisi obiettivi: Elliot, che gli ha spezzato il cuore; Josh, il bulletto che gli ha rigato la macchina, Garrett, che gli ha portato via il suo unico e migliore amico e Sarah, che molto probabilmente è sua figlia, dei tempi del suo unico amore.

Il romanzo segue la storia della sparatoria “in diretta”, intervallata da una serie concatenata di flashback che ricostruiscono l’intricata trama dei legami fra i personaggi e ne svelano anche le più oscure delle motivazioni.

A volte non è la violenza, il sesso o la crudezza dei sentimenti sbattuti nero su bianco a mettere a disagio un lettore, no. A volte basta metterlo davanti a una storia con quelle caratteristiche senza esprimere alcun giudizio e lasciare che sia la coscienza del lettore a mettere sulla bilancia la morale e le morali dei personaggi.

Perché la vita è così, non ha appiccicati giudizi come cartellini dei saldi, siamo noi i dover sistemare sulla nostra dispensa dei valori le storie e le persone in cui ci imbattiamo.

Questo è Chased – Braccato. È una cronaca spietata al cardiopalmo di una sparatoria in un liceo per mano di un uomo travolto dall’arrostire dei suoi sentimenti sulla graticola della rabbia e accecato dal fumo del risentimento.

Ci pensano la narrazione al passato e i flashback a inanellare verità, motivazioni e trascorsi.

Se conduci una vita asettica, trascinata solo dalle pulsioni, è normale che quando un sentimento riesce a toccarti nel profondo, si risvegli la parte più primordiale ed istintiva della tua anima. Che sia una ripicca adolescenziale da parte del bulletto della scuola o l’intromissione del figlio del tuo migliore amico nella vostra relazione o, più di tutto, un amore sbagliato, proibito, morboso.

È così che Rod compie il gesto estremo per eccellenza: strappare la vita a coloro che hanno reso la sua invivibile.

Elliot è una delle tre vittime. In un attimo di debolezza ha ceduto alle avances di Rod ed è finito vittima di un predatore disperato, il tipo di predatore più spietato, che non ha più niente da perdere.

L’ennesima attenzione sbagliata per Elliot, l’ennesimo sopruso che costringerà il ragazzo a trovare la forza per ribellarsi e sopravvivere.

Jamie Alan Miller vive a Roma ma è nato a Lakeville, in Minnesota. La madre, romana, non ha mai mandato giù il trasferimento forzato a causa del marito Josh, e, subito dopo il diploma, ha riportato il figlio nel suo paese di nascita. Jamie non si è mai sentito americano e ha scelto di raccontare i lati oscuri del suo paese di nascita attraverso la luce e le ombre dell’italiano, una lingua che ha sempre sentito più vicina alla sua anima di quanto credesse, Chased è il suo primo romanzo.

Dietro lo pseudonimo di Jamie Alan Miller si cela un autore pubblicato che ha deciso di sperimentare con un romanzo dark, sporco e scorretto, dove non esiste un solo punto di vista, ma solo una spirale di cause e conseguenze.

La struttura che ricostruisce le motivazioni dei personaggi attraverso flashback circolari richiama il meccanismo utilizzato nel romanzo “Tredici”, diventato una serie di successo su Netflix.

Post precedente

L'Artiglio Rosa: Sarah MacLean, Roberta Ciuffi, Linda Castillo

Post successivo

I sogni cominciano all'alba, di Mariangela Camocardi (V)

Amneris Di Cesare

Amneris Di Cesare

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *