Recensioni

Recensione: Salomè, di Emilia Cinzia Perri e Silvia Vanni

Chi ignora la storia di Salomè, figlia di Erodiade e principessa di Giudea? Chi non conosce la giovane danzatrice che eseguì la danza dei sette veli di fronte al patrigno Erode, pur di ottenere la testa di Giovanni il Battista? Ma per quale motivo Salomè, casta e candida come la luna, portò a compimento un simile gesto? Quale sentimento la animava? Oscar Wilde, nel suo dramma “Salomè”, suggerisce che all’origine di un atto tanto crudele non possa esserci che l’amore… il bruciante, sempre eterno desiderio che conduce alla morte.

Titolo: Salomè – Oscar Wilde.
Testo a cura di Emilia Cinzia Perri.
Illustrazioni di Silvia Vanni.
Editore: Kleiner Flug.
Prezzo: euro 10,20 (copertina flessibile).

È difficile valutare quest’opera della Kleiner Flug senza prendere in considerazione separatamente ogni aspetto della stessa, dalla sceneggiatura mirabile di Emilia Cinzia Perri alle illustrazioni stratosferiche di Silvia Vanni, ma anche attraverso il packaging della Casa Editrice stessa e con uno sguardo più che accondiscendente rivolto al testo originale di Oscar Wilde. È difficile perché si tratta di un libro così bello da rasentare la perfezione e se i libri potessero essere incorniciati e appesi alle pareti come i quadri, ecco, questo potrebbe essere uno di quelli.

Cominciamo subito da ciò che salta agli occhi immediatamente: i disegni di Silvia Vanni. Il suo curriculum è minuscolo, la Vanni è giovanissima e con poche esperienze alle spalle: nata a Castelnuovo di Garfagnana nel 1989, studia grafica, fumetto e colorazione digitale alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze. Nel 2013 vince il Project contest di Lucca Comics and Games, che la porterà a pubblicare con Edizioni BD il suo primo fumetto, La città dei cuori innocenti. Nel 2016 esce Salomé per Kleiner Flug, di cui realizza i disegni, e l’antologico Grimorio, Attaccapanni press, di cui firma un episodio. Ma già notiamo che ha vinto contest e premi prestigiosi, e le illustrazioni che ha eseguito per Salomè mostrano all’istante un talento che si riscontra nella grafica di chi ha alle spalle esperienza considerevole e, non essendo questo il caso, c’è solo da immaginare come il genio di questa ragazza potrà esplicarsi nei lavori futuri. Il tratto è deciso, la visione scenica è sì avveniristica, ma con una cura nei particolari che lascia intravedere una grande capacità interpretativa anche a livello emozionale. La Salomè che Vanni descrive è quasi ipnotica, l’occhio non può fare a meno di cadere sulla figura sinuosa e carica di fascino sensuale, seppur permeata di misterioso, e di cercarla nelle tavole successive.

Proseguiamo con la valutazione: Emilia Cinzia Perri, (che vive tra Roma e Bologna e insegna materie letterarie nei licei. Ha seguito corsi di scrittura e sceneggiatura e vinto nel 2005 il premio Carlo Boscarato per la storia di Korea 2145. Diversi suoi racconti sono stati pubblicati in antologici editi da Delos Books, Plesio editore, Alcheringa, La lettera scarlatta.) riesce a sintetizzare e a rendere assolutamente aderente alla realizzazione grafica il testo della pièce di Oscar Wilde. Sa dosare aspettativa e suspence, sa invogliare a proseguire nella lettura, sa interpretare e abbinare testo a immagini restituendo dignità a uno scritto poco conosciuto ma, soprattutto, sa dare un ulteriore impulso alla già piacevole lettura visiva, arricchendola di valore e significato. È incredibile vedere come un autore e un illustratore possano entrare in sintonia quasi simbiotica e quanto bene quest’armonia faccia alle opere realizzate.

La Kleiner Flug è una piccola realtà che non conoscevo ma che, a detta del catalogo, esiguo sì, ma con all’attivo pezzi di particolare pregio, merita di essere posta in primo piano nell’editoria di qualità. E Salomè è un gioiello che andrebbe fatto veicolare nelle scuole a testimonianza di come l’Arte si possa esplicare in molteplici sfaccettature.

Voto: Cinque stelline.

Per saperne di più, leggete la presentazione dell’opera scritta da Emilia Cinzia Perri.

Post precedente

Recensione: Per addestrarti, di Chiara Cilli

Post successivo

QuattroZampe: 25 grammi di felicità

Amneris Di Cesare

Amneris Di Cesare

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *