Così è se mi pareRecensioniRubriche

Recensione: Un’oscura marea, di Josh Lanyon

Leggere un libro di una serie due volte, in lingua originale e poi tradotto, significa amare non solo ciò che rappresenta e la storia che vi è scritta, ma adorare il mondo in cui è stato creato il contesto che lo contiene. Ora, che io adori Adrien English è un dato di fatto, ed è innegabile che i 5 libri che raccontano la sua storia siano splendidi: non avrebbe ottenuto il successo riscontrato in questi anni, fosse altrimenti. Ma il discorso è che questo quinto e conclusivo capitolo della serie ha una marcia in più, rispetto ai precedenti, che sublima tutte le aspettative che il lettore ha covato per la durata dell’epopea Adrien/Jake.

Chi cavolo non ha odiato il poliziotto nel momento in cui ha lasciato il compagno per Kate? Chi cavolo non ha desiderato conoscere dal vivo la Lanyon per dirgliene quattro, dopo aver pianto lacrime amare su quella storia tormentata? Far dividere una coppia alla fine di un romanzo richiede coraggio, ma tantissima bravura e fiducia nelle proprie possibilità, e anche se ho odiato l’autrice in un primo momento, l’ho amata alla fine, quando ha ripreso le fila di tutto regalando ai suoi personaggi un finale denso, oserei dire quasi perfetto.

In “Un’oscura marea” c’è tutto: il giallo, la suspense, lo scoramento, la paura, le emozioni dei personaggi, filtrate attraverso il protagonista che in ogni caso funge da cartina tornasole per tutto quello che gli ruota intorno. Si dice che questo capitolo sia stato più un regalo ai lettori, che una storia pensata in origine, che la serie si fosse interrotta con il libro numero quattro (che in ogni caso finisce in una maniera spettacolare che lascia sognare, senza svelare) eppure… Eppure mi sento di dire che il quinto ci voleva, che rendere Jake Riordan “umano” era doveroso, e non per noi lettori, ma per il personaggio in sé (quasi fosse reale… sì, lo so, è pazzia, ma ragazzi: non avete idea!). Potrei dire mille cose diverse, esprimere con mille concetti l’emozione che ho provato nel momento in cui il poliziotto (che qui è un investigatore privato, tra l’altro) ha chiaramente detto ad Adrien che lo rivoleva nella sua vita, che ha supplicato quando lo ha creduto spacciato, che… Ma vi toglierei tutto l’incanto di pagine da leggere, da vivere, da assaporare piano piano.

Se per quattro libri abbiamo tutti atteso le famose “due parole”, alla stessa stregua di Adrien (con la e!), qui abbiamo finalmente il nostro happy ending, e non nella maniera sdolcinata che appartiene a molti, ma nel modo rude e ruvido che appartiene a questi meravigliosi personaggi. Ho letto altri lavori di Lanyon, apprezzandoli più o meno tutti, ma Adrien English credo sia davvero il suo capolavoro. Non ha nulla in più o in meno, le frasi sono ben dosate e le parole funzionali; i personaggi sono a mio avviso perfetti, mentre le emozioni vengono descritte in maniera mirabile, tenendo conto inoltre che ci si trova davanti a due uomini, ma veri, non surrogati…  Potrei stare qui a riempire pagine e pagine sulla psicologia del protagonista, sul fatto che abbia trovato giusta la sua ritrosia, i suoi dubbi, sulla tenerezza di Riordan e il suo rispetto verso una persona che ama, ma che ha imparato prima di tutto a rispettare, eppure non renderei giustizia e toglierei parte della bellezza che invece questa lettura trasmette.

Serie da leggere? Be’, cavoli, direi proprio di sì! Dall’inizio alla fine, anche perché i gialli sono molto buoni e le storie credibili proprio per via della caratterizzazione dei personaggi. Oltretutto le traduzioni sono davvero ben fatte e non penso sia stato facile per Chiara Messina, la traduttrice, rendere le sfumature che hanno fatto innamorare tutti noi. Quindi 5 stelle piene!

Titolo: Un’oscura marea.
Autore: Josh Lanyon.
Traduzione: Chiara Messina.
Genere: Romance M/M; Thriller.
Editore: Triskell Edizioni (24 marzo 2017).
Prezzo: euro 5,24 (e-Book).

Come se riprendersi da un intervento al cuore sotto lo sguardo attento di una famiglia iperprotettiva non fosse abbastanza, uno sconosciuto cerca ripetutamente di introdursi nel negozio di libri di Adrien English.
Quando uno scheletro vecchio quasi mezzo secolo sbuca fuori da un muro durante i lavori di ristrutturazione della Cloak and Dagger, Adrien si rivolge al suo ex-amante, l’affascinante Jake Riordan, che, in seguito al suo coming out, ha cominciato a lavorare come investigatore privato.
Jake è ben felice di avere una scusa per stare vicino ad Adrien, ma il passato del giovane libraio nasconde più sorprese di quante entrambi possano immaginare… e una di esse potrebbe rivelarsi fatale per il cuore dell’avvenente detective.

La Serie di Adrien English

Post precedente

News: “L’Alba della Cacciatrice”, un primo sguardo su un mondo nuovo

Post successivo

"S" come... Saper Scrivere una Sinossi non è Scontato

Federica D'Ascani

Federica D'Ascani

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *