RecensioniRubriche

Recensione: The Kane Chronicles, di Rick Riordan

Titolo: The Kane Chronicles.
Volume I: La Piramide rossa.
Volume II: Il trono di Fuoco.
Volume III: L’ombra del serpente.
Autore: Rick Riordan.
Editore: Mondadori.
Pagine: 483 – 430 – 261.
Prezzo: euro 18,70 (trilogia, cartaceo).

Dalla morte della madre, Carter è costretto a seguire in giro per il mondo il padre Julius, egittologo, e a vivere separato dalla sorella Sadie. Ai Kane sono concessi solo due giorni all’anno da trascorrere insieme, e durante uno di questi Julius decide di portare i figli al British Museum. Ma qualcosa va storto. Julius evoca una misteriosa figura. Un attimo dopo c’è una violenta esplosione e l’uomo scompare.
Carter e Sadie si trovano ad affrontare una verità inattesa e sconvolgente: gli dei dell’Antico Egitto si stanno svegliando e il peggiore di tutti, Set, ha in mente uno spaventoso progetto di caos e distruzione a livello planetario. Per salvare il padre, i due fratelli cominciano un frenetico viaggio tra Londra, il Cairo, Parigi e gli Stati Uniti, un viaggio che li porterà vicini alla verità sulla loro famiglia e sui suoi legami con la Casa della Vita, una società segreta che risale al tempo dei faraoni. Sempre più increduli, sempre più coinvolti, sempre più in pericolo, scopriranno che spesso l’apparenza inganna..

(…)

Apophys, il serpente gigante, dio del caos, sta per essere liberato dalle forze del male. Vuole distruggere il mondo e per questo è determinato a inghiottire il dio sole, Ra, il più antico e potente degli dei egizi.
Il mito vuole che Ra, minacciato da Apophys e Isis, abbia lasciato il suo trono di fuoco a Osiris e si sia lasciato cadere in un sonno eterno. Per non essere svegliato ha diviso in tre parti il Libro di Ra, un antico papiro che contiene i suoi segreti e le formule magiche per svegliarlo. Sadie e Carter Kane, figli di Julius, egittologo di fama mondiale, scoprono casualmente il terribile rischio che corre il nostro mondo e decidono di partire in cerca di Ra, l’unica speranza di salvezza, il solo dio che sia mai stato in grado di sconfiggere Apophys. Ma prima i fratelli Kane devono recuperare le tre parti del Libro di Ra per ricomporle… e riuscirci non sarà uno scherzo!

(…)

Apophis, il serpente del Caos, minaccia di sprofondare il mondo intero nella tenebra eterna. Carter e Sadie Kane si trovano ad affrontare un compito impossibile: distruggerlo una volta per tutte. Da soli, perché i maghi della Casa della Vita sono impegnati in una terribile guerra intestina e nessuno degli dei può aiutarli a combattere contro le forze del Caos.
L’unica speranza è un antico incantesimo che potrebbe trasformare la stessa ombra del serpente in una potente arma contro di lui, ma la formula è andata persa da oltre un millennio. Per riuscire a recuperarla, i fratelli Kane saranno costretti a fidarsi del fantasma assassino di un potentissimo mago, che potrebbe condurli fino all’ombra del serpente, oppure alla morte, nelle profondità degli Inferi..

La recensione di Maddalena Cafaro

Dopo gli dei greci, Rick Riordan ci porta all’ombra delle piramide egizie in un tempo lontano, quando la magia scorreva nelle vene di molti e i sacerdoti seguivano la via degli dei.

Osiride, Iside, Horus, Set tornano ai giorni d’oggi liberati da un rito eseguito da Julius Kane, padre dei protagonisti di questa trilogia. Le sinossi rivelano già moltissimo della storia; quello che non vi dicono è “la trovata geniale” di Rick Riordan: narrare la storia come se lui fosse uno sconosciuto a cui sono stati recapitati dei nastri in cui Carter e Sadie Kane narrano le loro avventure. Questo escamotage l’ho trovato intrigante, divertente; ho apprezzato anche il modo con cui i protagonisti si passano la parola di capitolo in capitolo, proprio come se la narrazione fosse la trascrizione fedele di una registrazione audio.

La storia è curata e avvincente, esattamente come a suo tempo quella di Percy Jackson; i personaggi sono ben caratterizzati, sia i principali che i secondari; l’ambientazione passa da Londra a Brooklyn all’Egitto, in una corsa tra la mitologia e la realtà. Corriamo dagli scavi archeologici ai musei di storia di mezzo mondo; non mancano gli attimi di coraggio e le storie d’amore.

Ottima la scelta di un fratello e una sorella come protagonisti, soprattutto così diversi tra di loro e con un bagaglio emotivo e culturale che definirei agli antipodi. La scrittura è come sempre perfetta, scorrevole, lineare, con un ritmo sostenuto che non ti lascia andare ma che, come nei migliori best seller, ti costringe a fare le ore piccole per riuscire a scoprire cosa accadrà. Per fortuna avevo comprato tutta la trilogia, altrimenti sarei morta per la curiosità, nell’attesa.

Mentre leggevo mi sono chiesta se Riordan fosse un archeologo o un professore di storia, perché il suo modo di raccontare le scoperte archeologiche e la mitologia è sempre molto accurata, ricca di dettagli. Mi sono tolta la curiosità alla fine del secondo volume, quando ho scoperto che, in realtà, Riordan è un professore di inglese. Questo fatto mi ha suggerito una volta di più che la ricerca è parte fondamentale nella stesura di un buon romanzo.

Se volete far avvicinare i ragazzi alla lettura o se volete calarvi negli intrighi dei faraoni e scoprire che fine ha fatto Ra, il dio della creazione, non dovete fare altro che cercare le registrazioni dei fratelli Kane, o in alternativa, leggere la trascrizione di Riordan: potreste farvi catturare dal fascino dell’Egitto.

Voto: 5 stelline.

Post precedente

NEWS: Lettere rubate, di Macrina Mirti

Post successivo

Interviste: tocca a Babette Brown

Maddalena Cafaro

Maddalena Cafaro

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *