Recensioni

Recensione: Per addestrarti, di Chiara Cilli

Credevo di sapere chi fossi. Cosa fossi.
Credevo di non avere più scampo, che la mia resistenza fosse ormai giunta al termine.

Poi ho sentito la sua voce pronunciare il mio nome.
Poi i suoi occhi hanno risposto al richiamo dei miei.

Non ha paura di me. Si avvicina. Mi parla. Mi tocca come se le appartenessi. È folle.
Lui è l’unica chance che ho per restare viva. Devo far sì che gli importi di me. Che sia lui ad avvicinarsi.

Ma non riesco a starle lontano.
Ma gli basta sfiorarmi perché perda di vista l’obiettivo.

L’arrivo della Regina è vicino.
Dovrò scegliere.

La sottomissione.
O la lama di André Lamaze.

Qualunque sia la sua decisione, finalmente dirò addio alla mia piccola rossa.

Titolo: Per Addestrarti. Serie: Blood Bonds #4 (*).
Autrice: Chiara Cilli.
Genere: Dark Contemporary Romance.
Pagine: 286.
Editore: Self publishing.
Prezzo: euro 2,99 (e-book); euro 11,98 (copertina flessibile).

(*) Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18.

Tornano i fratelli Lamaze nella nuova trilogia di Chiara Cilli (Blood Bonds #4) e questa volta tutta l’attenzione è incentrata sul più giovane, André.

Questa è una famiglia molto particolare, i tre fratelli hanno subito nel corso della loro infanzia una serie indicibile di sevizie e torture, sia fisiche che psicologiche. Ricordo alle lettrici che la serie Blood Bonds tratta tematiche molto forti, quindi non è consigliabile a chi ama tinte più soft.

André è il killer, il soldato, l’uomo senza sentimenti, freddo come l’acciaio. Colui che ha trascorso tutta la sua vita tenendo lontano da sé tutto e tutti, isolandosi dai sentimenti, impedendo con tutte le sue forze anche ai fratelli di avvicinarsi. Questo perché lui non avrebbe permesso, mai più ai sentimenti di farlo soffrire, lui non sarebbe stato mai più una vittima.

L’impostazione del romanzo è diversa dalla prima trilogia, si intuisce sin dalle prime pagine, lo stile è rimasto invariato, anzi addirittura potrei dire migliorato, ma i personaggi mostrano più umanità: c’è uno spiraglio nel tormento perenne di André che viene messo in risalto dai suoi incontri/scontri con Nadyia.

Questa ragazza dai capelli rossi, incapace di restare in silenzio, anche quando è evidente che rischia ritorsioni dolorose, questa potenziale killer che non resta una merce agli occhi di André, i suoi tentativi di sfidarlo, di incatenarlo con lo sguardo, di sedurlo, nella speranza di conquistare la libertà non fanno altro che aprire la breccia a una realtà ben diversa, e a tratti, anche peggiore.

Perché la realtà non cambia per loro, nonostante i sentimenti traditori, che complottano a loro danno, intrecciandone i destini.

Una scrittura fluente, che incatena il lettore alle pagine costringendolo a divorare le parole fino a notte inoltrata, personaggi complessi come gemme che sembrano voler bucare lettore e reader, e che non ti abbandonano nemmeno dopo l’ultima pagina, costringendoti a formulare mille ipotesi sullo svolgimento della trama.

Questi sono i libri che meritano la cima della classifica, curati nella forma e nello stile, con una cover accattivante che confeziona alla perfezione un romanzo da tenere in cima alla wishlist.

Sono poche le autrici italiane e self che riescono a strapparmi il massimo dei voti, ma sono ben felice di consigliare Per addestrarti di Chiara Cilli, a chiunque voglia avvicinarsi al dark romance.

Ma vi ricordo: la violenza, il sesso brutale e la tortura non sono per tutti, ma se volete provare a leggerlo, avete davanti un romanzo che non ha nulla da invidiare a quelli delle CE.

Voto: cinque stelline.

Le recensioni degli altri volumi della Serie

 

Post precedente

L'Artiglio Rosa: Basso, McNear, Fuller

Post successivo

Recensione: Salomè, di Emilia Cinzia Perri e Silvia Vanni

Maddalena Cafaro

Maddalena Cafaro

1 Commento

  1. 26 marzo 2017 at 8:32 — Rispondi

    Grazie immensamente per questa stupenda recensione, Maddalena! 😀 ♥

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *