Recensioni

Recensione: Il silenzio del peccato, di Linda Bertasi

Titolo: Il silenzio del peccato.
Autrice: Linda Bertasi.
Genere: racconto erotico, racconto storico.
Editore: Delos Digital, Collana Senza Sfumature.
Prezzo: euro 2,99 (eBook).
http://www.amazon.it/silenzio-del-peccato-Senza-sfumature-ebook/dp/B01710SPJE/ref=sr_1_2?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1457540415&sr=1-2

Nell’Inghilterra di Enrico VIII una storia di seduzione e inganno, di passione e omertà, dove niente è come sembra. Una serva divisa tra un duca e un ricco avvocato, tormentata da incubi inspiegabili e da un desiderio proibito.
Essex 1522. Jane Rivers ha solo sedici anni quando incontra Charles Brandon, il duca di Suffolk. Una tempesta fortuita li costringerà a ripararsi in un capanno tra i boschi e la passione li travolgerà. Ma Jane è una serva e Charles un duca, non c’è spazio per l’amore. I genitori della ragazza, per nascondere l’onta, la costringeranno a un matrimonio riparatore con il promettente avvocato e amico di famiglia Richard Howard. Per Jane una nuova vita si profila all’orizzonte e una tenuta opulenta in cui trascorrerla. Ma cosa nasconde questa villa e perché un gentiluomo dovrebbe scegliere di dare scandalo e sposare una contadina? Cosa si cela dietro gli incubi che da anni tormentano Jane e che riaffioreranno non appena varcata la soglia di Manor House? Nell’Inghilterra di Enrico VIII tra seduzioni e inganni, una storia di passione e omertà che affonda le sue radici nel silenzio.

Linda Bertasi è innamorata dell’epoca Tudor e questo romanzo breve è la prova concreta di quell’amore.
La Storia è un arazzo variopinto nel quale viene intessuta la vicenda di Jane Rivers, dal 1522 al 1545. Una fanciulla sedicenne attraversa uno dei periodi più tumultuosi della storia inglese: vergine sedotta, sposa, madre, custode inconsapevole di un segreto di morte.
Sullo sfondo, Enrico VIII, Caterina d’Aragona, Anne Boleyn, Jane Seymour. Una corte che racchiude odi e amori, omicidi e corruzione.
Jane soccombe, a volte, a volte vince: è la vita, è così per tutti.
Solo alla fine, i nodi saranno districati e Jane leggerà finalmente nel proprio cuore.

Un racconto interessante, al quale avrei augurato una veste meno corta: qui c’è materiale per un romanzo.

OoO

Linda Bertasi nasce nel 1978. Nel 2010 esordisce con il romance “Destino di un amore”, cui fanno seguito il paranormal-romance “Il rifugio – Un amore senza tempo” che le vale il secondo premio al concorso letterario “Valle Senio” 2012. Nel 2013 pubblica il romanzo storico “Il profumo del sud” che le vale la qualifica di Autore Commendevole al Premio Letterario Europeo “Massa”. Collabora con magazine, web-magazine, lit-blog e case editrici. È una delle fondatrici del gruppo “Io leggo il romanzo storico” ed è socia ordinaria EWWA. Sposata e con una figlia, vive nella provincia di Ferrara dove gestisce una piccola realtà commerciale.

Post precedente

Ispirazione vs Pianificazione: chi vince? -seconda puntata

Post successivo

Paola Gianinetto si veste di rosa

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

1 Commento

  1. 9 marzo 2016 at 17:41 — Rispondi

    Grazie infinite per questa recensione <3

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *