Recensioni

Recensione: Due cuori e un detective, di Sarah Bernardinello

Angel Mallory è il titolare di un’agenzia investigativa a Chicago. In una calda sera di luglio, viene assunto da Adonais Malthus, un affascinante miliardario, per recuperare un oggetto prezioso. Seguendo i passi del ladro, Angel incappa prima in un’aggressione e poi in un attraente poliziotto.
Seth Rogers, detective della CPD, si ritrova suo malgrado a soccorrere quel giovane sconosciuto. L’attrazione e il senso di protezione che prova nei confronti di Angel lo sorprendono, ma non così tanto da riuscire a farlo restare lontano dal pericolo che percepisce intorno a lui.
Per niente scoraggiato dall’azione violenta nei propri confronti, il giovane investigatore continua a indagare, scoprendo l’esistenza, per lui sconcertante, di creature che credeva sepolte nella leggenda.

Titolo: Due cuori e un detective. Serie Chicago Summer, Volume Primo.
Autrice: Sarah Bernardinello.
Genere: Un piacevole cocktail di Noir romantico M/M e Paranormal Romance.
Editore: Triskell Edizioni.
Prezzo: euro 2,49 (e-Book).

A Chicago è un’estate di quelle bollenti quando il detective Angel Mallory, squattrinato e in attesa di un incarico, riceve la visita inaspettata di uno degli uomini più ricchi e affascinanti della città. Si tratta di Adonais Malthus, dal quale il nostro si sente irresistibilmente attratto. A dire il vero, l’attrazione è reciproca, ma Angel è un investigatore privato e Adonais ha bisogno di chi indaghi con discrezione per risolvere un problema: qualcuno ha rubato qualcosa di importanza vitale per la sua azienda di Chicago e Mallory deve ritrovarlo. Che cosa è sparito, ci sarà dato di saperlo solo alla fine. Non ve lo dirò perché l’oggetto rubato è parte integrante del mistero che avvolge la storia.

Inizia così, in un’atmosfera che a me ha ricordato l’amato Marlowe, una serie di appostamenti, pedinamenti, inseguimenti per le vie della metropoli statunitense, nel corso dei quali Angel incontrerà Seth Rogers, un poliziotto dal fisico imponente e dagli occhi di ghiaccio.

Nella notte afosa di Chicago, il detective si troverà coinvolto in una pericolosa avventura, una lotta tra vampiri, nel corso della quale rischierà più volte la vita. Per fortuna, su di lui veglia un angelo, il baldo Seth Rogers, nelle cui venne scorre un po’ di sangue del lupo mannaro. E dire che Angel non credeva che vampiri e lupi mannari esistessero!

Una bella storia, di piacevole lettura, che condensa in sé più di un genere letterario, scritta con lo stile stringato e asciutto dei classici gialli americani. Quelli alla Marlowe, per l’appunto. Attraverso i punti di vista di Angel Mallory e di Seth Rogers, l’autrice ci trasporta attraverso le strade sconosciute di una città lontana e si muove al suo interno come se vi avesse sempre vissuto.

Da non perdere se vi piace il noir romantico e se amate i racconti M/M che strizzano l’occhio al soprannaturale.

Post precedente

L'Artiglio Rosa: Hunter, Robards, Freethy

Post successivo

NEWS: Un sussurro tra i veli candidi, di Simona Diodovich

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

2 Commenti

  1. Sarah Bernardinello
    18 giugno 2017 at 9:16 — Rispondi

    Grazie, Babette!

  2. Fernanda Romani
    19 giugno 2017 at 8:51 — Rispondi

    Mi fa piacere vedere che non sono l’unica ad aver apprezzato il particolare aspetto hard-boiled di questo racconto. Lo stile di Sarah evoca perfettamente toni e atmosfere di quel tipo di narrativa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *