Recensioni

Quattro giorni con Lisa Kleypas: La Serie Hathaway

La saga della Famiglia Hathaway, un vero e proprio spin-off sviluppatosi dalla serie delle Zitelle (Wallflowers Series) si compone di cinque romanzi e un racconto:
Mine till Midnight (Fino a Mezzanotte),
Seduce me at Sunrise (All’alba sarò tua),
A Hathaway Wedding (racconto: Un matrimonio Hathaway)
Tempt me in Twilight (Al calar della Sera)
Married by Morning (Sposa del Mattino)
Love in the Afternoon (Pomeriggio d’Amore)

Lisa Kleypas, nata nel 1964, prima di diventare una famosissima scrittrice di romance, è stata Miss Massachusetts e ha partecipato al concorso per Miss America nel 1985.

Laureata in Scienze Politiche al Wellesley College, ha pubblicato il suo primo libro nel 1985. Da
allora ha scritto più di trenta romanzi d’amore che hanno vinto numerosi premi e venduto milioni di copie.

Vive in Texas col marito e i due figli.

OoO

La Famiglia Hathaway è composta da padre e madre (che muoiono prematuramente, a pochi mesi di distanza l’una dall’altro) e da cinque figli: Leo, Amelia, Winnifred, Poppy e Beatrix.

L’improvvisa ascesa al rango della nobiltà di una famiglia di condizioni modeste è il punto di partenza della vicenda, che Lisa Keyplas tesse con la consueta maestria, introducendo per prima la storia di Amelia, la maggiore delle sorelle Hathaway. Con giubilo sfrenato delle lettrici, la intreccia con quella di Cam Rohan, un personaggio che abbiamo già incontrato (e
ammirato) nei romanzi della serie Wallflowers.

Ecco a voi una breve panoramica della serie:

 

FINO A MEZZANOTTE: Amelia, secondogenita della famiglia Hathaway, arrivata all’età
di 26 anni e delusa da un precedente fidanzamento, decide di dedicarsi alla famiglia, rinunciando all’amore. In cerca del fratello Leo che, divenuto Lord Ramsay, si è abbandonato ad una vita di stravizi a Londra, Amelia s’imbatte in Cam Rohan.

Mezzo rom e ricchissimo, Cam è deciso ad abbandonare tutto per tornare a vivere sotto le stelle. Quando Amelia entra nella sua vita, però, le sue certezze si scontrano con il desiderio che li consuma. Arriverà il momento in cui Cam si renderà conto che l’unica libertà che desidera è quella di amare Amelia.

ALL’ALBA SARÒ TUA: Kev Merripen ama Winnifred (Win) Hathaway fin da ragazzino,
quando è stato salvato dai genitori di lei, che lo hanno accolto come un figlio. Di origini rom e con un oscuro passato che lo tormenta, Kev cerca di combattere questo sentimento, anche se si rende conto che è ricambiato.

Win deve lasciare l’Inghilterra e recarsi in una clinica in Francia, per guarire dai postumi di una grave malattia. Al suo ritorno, due anni dopo, scopre che Kev è determinato più che mai a tenerla a distanza.

Solo quando un pretendente minaccia di portarla via da lui per sempre, Kev scopre di non poter perdere la donna della sua vita, anche se per lei deve affrontare i ricordi e i segreti che lo angosciano.

UN MATRIMONIO DEGLI HATHAWAY: Brevissimo racconto che completa la vicenda narrata nel secondo volume, “Un matrimonio Hathaway” ci racconta le peripezie che Kev e Win affrontano il giorno del loro matrimonio. L’ironia di cui Lisa Kleypas è maestra la fa ancora da padrona in questa deliziosa storia.

AL CALAR DELLA SERA: Poppy Hathaway è stata abbandonata da Michael Bayning che,
dopo averle promesso eterno amore, è stato convinto dal dispotico padre a non chiedere la mano della ragazza, di origini modeste. Coinvolta in uno scandalo, Poppy scopre di avere una sola via di scampo: sposare Harry Rutledge, un albergatore bello, ricchissimo e misterioso.

Poppy dovrà affrontare una matrimonio che inizia con i peggiori auspici, ma scoprirà ben presto che sposare il cattivo della situazione è un vero e proprio affare…  di cuore!

SPOSA DEL MATTINO: Da tre anni, Catherine Marks è la dama di compagnia di Beatrix e Poppy Hathaway; un lavoro piacevole, se non fosse per le continue schermaglie con Leo, Lord Ramsay, il fratello maggiore delle ragazze. Noi capiamo subito che questi battibecchi (ah, l’ironia di Lisa Kleypas la fa da padrona in questa serie di romanzi) nascondono una reciproca attrazione! Lo scoprono anche Catherine e Leo quando un litigio particolarmente acceso si conclude con un bacio appassionato.

La storia d’amore si complica, com’è giusto che sia in un romance: Leo scopre che, per non
perdere la proprietà di famiglia, deve trovare moglie e avere un erede entro un anno. Lui desidera solo Catherine, la quale però nasconde un segreto…

POMERIGGIO D’AMORE: Beatrix Hathaway, che si trova più a suo agio in mezzo ai
boschi ed agli animali che non nei salotti della buona società, sembra rassegnata a un futuro senza amore. Quando l’amica Prudence le rivela di non avere alcuna intenzione di rispondere alle lettere che riceve da un corteggiatore, il capitano Christopher Phelan che combatte come fuciliere nella guerra di Crimea, Beatrix si offre di farlo al suo posto. L’inganno innocente (Beatrix è sempre vittima del suo buon cuore) si trasforma inaspettatamente in un
sentimento d’amore per entrambi.

Al suo ritorno, Christopher è determinato a chiedere in sposa colei che lo ha fatto innamorare con quelle lettere: sarà Prudence o sarà Beatrix la prescelta?

Il mio parere? Eccolo!

Dopo aver letto / gustato / amato le Zitelle (Wallflowers Series), pensavo che Lisa Kleypas avesse raggiunto il culmine della sua produzione letteraria e che, da allora in poi, sarebbe vissuta comodamente sugli allori. Quanto mi sbagliavo!

Con i romanzi della Serie Fratelli Hathaway, torna la magia che Lisa Kleypas sa tessere da vera maestra del romance storico. Le vicende dei cinque fratelli sono costruite con lo schema classico (lui esperto seduttore, bello e ricco, possibilmente con un segreto che lo tormenta; lei innocente, giovane e pronta a tutto per amore), ma l’autrice sa inserire alcuni elementi atipici che ci fanno apprezzare ancora di più le vicende narrate: l’ostracismo sociale che la buona società del tempo riserva a Cam Rohan e Kev Merripen, colpevoli di essere “di sangue misto”; il problema della prostituzione, vera piaga della società del tempo; la guerra di Crimea, con tutto il suo orrore ed i suoi reduci (il capitano Christopher Phelan è uno di questi disadattati).

Come sempre, l’ambientazione storica e sociale è resa con padronanza. Il linguaggio è ricco, vario, a tratti effervescente, soprattutto nei dialoghi ed in alcune battute fulminanti. Lisa Kleypas ci fa scoprire a poco a poco i caratteri sfaccettati dei suoi personaggi; ci accorgiamo che li ama e, a poco a poco, li fa amare anche a noi. Seguiamo, quindi, con il fiato sospeso e con partecipazione le intricate vicende che i nostri eroi debbono affrontare fino al consueto happy end. Che ci lascia soddisfatte e, nello stesso tempo, desiderose di trovare un po’ più spesso romance così deliziosi.

Il mio voto? Quattro stelline meritatissime!

Post precedente

Quattro giorni con Lisa Kleypas: La Serie Stokehursts

Post successivo

NEWS: Angels - Lacrime di sale, di Barbara S. Sanley

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *