News

“Te lo dico sottovoce” acquistato da una Casa editrice.

Quanto mi mancherà tutto questo, quanto mi mancherà non vederti online, quanto mi mancheranno i messaggi dei lettori… ma devo lasciarti andare per spiccare il volo tanto desiderato. Soddisfatta e orgogliosa del tuo cammino. Controllo ogni secondo per vedere se ci sei ancora ma so che presto tornerai e questo mi dà una forza incredibile. Grazie ancora a tutti, siete speciali.

Con queste parole, Lucrezia Scali, scrive un affettuoso “arrivederci” ai lettori che hanno amato “Te lo dico sottovoce”. Una Casa editrice ha infatti acquistato i diritti per la pubblicazione del romanzo.


Mia ha
trent’anni, un pessimo trascorso con gli uomini e una madre che le organizza
appuntamenti al buio. Ogni notte sogna il suo principe azzurro, ma al mattino
si sveglia accanto a un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido.
Durante il giorno, invece, gestisce una delle cliniche veterinarie più
conosciute di Torino e coordina l’attività di pet therapy presso l’ospedale
locale. Tuttavia nella vita di Mia sembra non esserci più spazio per l’amore.
O, almeno, così pensava prima di conoscere Alberto, un affascinante medico, e
Diego, un poliziotto che si è appena trasferito dalla Puglia. La freccia di
Cupido riuscirà a colpire la persona giusta per guarire il cuore di Mia?


L’autrice: Lucrezia Scali nasce a Moncalieri nel 1986, e qualche anno
più tardi si trasferisce nella caotica Torino accompagnata da un altro essere
umano, un gatto e un cane. Il suo amore per gli animali l’ha guidata fino alla
facoltà di Medicina Veterinaria di Grugliasco, che tuttavia non l’ha ancora
lasciata andare. Legge tanto e qualsiasi cosa susciti la sua curiosità, e nel
2012 ha deciso di condividere questa passione con internauti altrettanto
appassionati. Gestire Il libro che pulsa, il suo blog letterario, ha
cambiato il suo approccio alla scrittura, e dopo molti diari segreti e storie
incomplete è riuscita a terminare il suo primo romanzo. Il suo racconto Domani
è un altro giorno
è comparso nell’antologia La prima volta edita da
Triskell Edizioni. Te lo dico sottovoce è il suo romanzo d’esordio.

Diamo ancora la parola a Lucrezia:
Succede che, appena pubblicato, la vita ti sorprenda donandoti straordinarie possibilità e alternative. Succede che devi prenderti del tempo, capire cosa desideri fare e allora ringrazi il cielo che quella opportunità sia ancora lì, pronta ad aspettarti e cullarti. Te lo dico sottovoce è stato scelto da una grande casa editrice e io ancora non ci credo. Non so se merito tutto questo e non so se sarò all’altezza, ma il cuore c’è… ed è pronto a dimostrare il contrario! Grazie a chi ha creduto in me, grazie a chi mi ha su(o)pportata, grazie ai “miei” lettori, grazie anche a chi non mi ama ( in fondo è sempre pubblicità). Questo non è un addio ma un arrivederci… il mio romanzo vi attenderà, si spera presto, anche in tutte le librerie in una nuova veste.
Post precedente

Victoria intervista Jodi Ellen Malpas

Post successivo

Notte di luna, di Sonia Vela

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *