News

Paola Gianinetto si veste di rosa

Una storia d’amore che nasce ad alta quota? In teoria è il prossimo romanzo rosa di Paola Gianinetto, in pratica è già prenotabile SOLO sullo store di #Apple, per chi acquista e legge su iBooks.
Niente vampiri, questa volta! Ma un romanzo nel romanzo: tre donne, tre scrittrici, tre storie che si intrecciano per arrivare nello stesso posto, “lì dove le linee si incontrano e l’amore vince.”

Paola Gianinetto ci presenta il suo nuovo romanzo: L’idea di Lovelines è stata una specie di illuminazione, un fulmine a ciel sereno che mi ha colpita mentre stavo su un aereo. Per fortuna senza disastri. Ebbene sì, le prime pagine del romanzo sono autobiografiche e questa è una cosa che prima non mi era mai capitata. È stata un’esperienza emozionante, perché in quelle prime pagine io sono davvero la mia protagonista, anzi forse è meglio dire che lei è me. Se leggerete il libro, però, sappiate che dal momento in cui Lisa si alza dalla sua poltrona in aereo la fantasia prende il posto della realtà… purtroppo.

Lovelines è una storia a scatole cinesi, una matrioska di emozioni che racconta delle tante donne che abbiamo dentro. Di come affrontano se stesse, la vita e, soprattutto, l’amore. La vera protagonista è Lisa (o forse no?) ma anche Francesca e Tina – le donne di cui racconta nel suo libro – prendono vita, diventano reali, scelgono e agiscono in base alle emozioni della loro creatrice, ma anche alle proprie. Perché un personaggio non è davvero riuscito finché non diventa persona.

Forse leggendo vi riconoscerete più in una delle tre, ma se ci pensate bene scommetto che dentro di voi c’è anche un po’ delle altre. Per me è stato così. E pensate che sono arrivata solo fino alla terza, ma avrei potuto andare avanti all’infinito…

OoO

fotobiocolori-249x300L’autrice: Paola Gianinetto vive a Torino e lavora da molti anni come adattatrice dialoghista per la televisione. Quando da bambina le chiedevano “Che cosa vuoi fare da grande?”, rispondeva “La scrittrice”, ma per lei era come dire “l’astronauta” o “la rockstar”. Anche da grande. Poi, un giorno per caso, ci ha provato, e non ha più staccato gli occhi dal computer finché non ha finito il suo primo romanzo.

La prima persona a cui l’ha fatto leggere le ha detto: provochi in me quella famosa sensazione di “vorrei abitare in quella storia”, un mix di sogno e nostalgia, non saprei esattamente, sprigiona calore. Allora ha capito che, comunque andasse, ce l’aveva fatta.

OoO

La storia: Sull’aereo che la riporta a Torino dopo aver partecipato a un festival di narrativa femminile, Lisa, autrice di commedie romantiche, ha finalmente l’illuminazione per la Storia con la S maiuscola e conosce Orlando Altieri, comandante dell’aereo e involontaria musa ispiratrice. Orlando è identico ai personaggi dei suoi romanzi, proprio il tipo d’uomo da cui Lisa si è sempre tenuta lontana, perché nel mondo reale i principi azzurri non esistono. Quelli falsi come il comandante Altieri non sono che una minaccia per il suo equilibrio, per il suo bisogno di avere l’assoluto controllo su se stessa, sui suoi sentimenti e sugli uomini che frequenta.

Tornata a casa, Lisa comincia a scrivere e a poco a poco si delineano le sue due protagoniste: sono scrittrici come lei, ma non potrebbero essere più diverse.

Francesca scrive romanzi erotici eppure è timida, inibita e patologicamente insicura, al punto da tenere lontano il dolce pilota di cui si innamora perdutamente perché non può credere che il suo sentimento sia ricambiato. Intanto scrive, perché per lei è l’unico modo di lasciarsi andare, e dà vita al personaggio di Tina, la raffinata direttrice di un’importante casa di moda che pubblica sotto pseudonimo romantici e delicati bestseller storici. Lei, però, gli uomini se li mangia a colazione, compreso l’affascinante pilota con cui intreccia una bollente relazione di sesso sfrenato e che sconvolge ogni sua certezza rifiutandosi di lasciarsi dominare.

I tre viaggi di Lisa, Francesca e Tina cominciano e si evolvono insieme, in un intreccio di gioie e dolori, successi e fallimenti, paure e inaspettati atti di coraggio, per arrivare tutti nello stesso posto, lì dove le linee si incontrano e l’amore vince. Come in ogni romanzo rosa che si rispetti.

16 marzo, per Emma Books.

Post precedente

Recensione: Il silenzio del peccato, di Linda Bertasi

Post successivo

Anne Bonetti: grafica? Sembra facile...

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

2 Commenti

  1. Paola Gianinetto
    10 marzo 2016 at 10:07 — Rispondi

    Grazie Babette per avermi dato la possibilità di dirvi che cos’è Lovelines per me. Confesso che sono un po’ agitata: dopo i vampiri dei miei Principi Azzurro Sangue, chissà come lo accoglieranno le mie lettrici… Per me non c’è molta differenza: in fondo un principe è sempre un principe, vampiro o umano che sia 🙂

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *