News

Paola Gianinetto ci presenta “Aidan”

“Aidan” è il quarto libro di una saga, ma io preferisco pensare ai singoli romanzi come semplici capitoli, perché “Principi Azzurro Sangue” per me è un’unica grande storia.


Quando ho cominciato a scrivere “Aidan”, avevo proprio bisogno di un po’ di “leggerezza”. Chi di voi ha letto “Liam”, il terzo della serie, credo mi possa capire. Ho amato profondamente l’Antico dagli occhi viola, il suo tormento interiore e la sua capacità di superarlo nel nome dell’amore, ma dopo aver finito con lui non vedevo l’ora di mettermi a raccontare la storia del barista ironico e sempre allegro, l’adone biondo che trascorre la sua eternità tra sesso e sagaci battute di spirito.
Ora che l’ho scritto, vi devo dire la verità: sono proprio soddisfatta di questo romanzo. Lo so che per ogni mamma l’ultimo nato è sempre speciale. Li ami tutti allo stesso modo, ma non puoi non pensare che l’ultimo ti sia venuto particolarmente bene. Probabilmente dopo che avrò scritto il prossimo penserò la stessa cosa, ma Aidan e la sua Phoebe… si sono ritagliati uno spazio speciale nel mio cuore. Forse perché lui riesce così bene a essere luce e ombra, o perché lei è così coraggiosa e determinata, una donna che si conosce a fondo, che sa quello che vuole ed è disposta a tutto per ottenerlo.
Mi piace che nel libro a tratti si rida e a tratti si resti col fiato sospeso per conoscere il destino di personaggi che sono diventati persone. Almeno, lo spero, perché io ce l’ho messa tutta per renderle tali.
In questo quarto libro, inoltre, ho dato più spazio alle vicissitudini affrontate dal Consiglio degli Antichi, che rischiano di mettere in pericolo la specie e il mondo intero. Mi è piaciuto cimentarmi con questa sottotrama ricca di suspense, che ho intenzione di sviluppare nei prossimi capitoli. Anche se, questo è poco ma sicuro, la priorità è e sarà sempre della storia principale: “Principi Azzurro Sangue” è una fiaba per adulti, è una storia d’amore.
E l’amore la farà sempre da padrone.
Mi auguro che quelle tra voi che leggeranno “Aidan” si divertano almeno la metà di quanto mi sono divertita io a scriverlo.
Un abbraccio a tutte voi e grazie di cuore a Babette per avermi ospitata nella sua splendida casa!

OoO

Da lunedì 9 novembre in tutti gli store, “Aidan” è già prenotabile al link sotto la sinossi.

Da quasi quattrocento anni, Aidan Kane nutre la propria immortalità di incrollabile ironia e della passione di migliaia di donne. Alle occasionali amanti concede un assaggio della sua sublime arte amatoria di dio del sesso, regalando loro un pezzetto di paradiso in cambio di attimi in grado di rompere la monotonia dell’eternità. Poi, una sera, lei entra nella sua vita. Phoebe. La piccola ninfa dai capelli rossi e gli immensi occhi verde prato, destinata a farlo cadere dal sottile filo su cui cammina, in bilico, da quattro secoli. L’agnellino coraggioso che per ottenere quello che vuole si infila senza paura nella tana del lupo, che guarda la tigre dritto negli occhi, perché sa che quello è il suo destino. Costretto suo malgrado a starle accanto per proteggerla, Aidan scoprirà che, dei due, è lei quella più forte. Travolto dal piccolo vulcano dai capelli di fiamma, si lascerà prendere per mano e trascinare in fondo al pozzo, fino ad affrontare il suo terribile segreto, il mostro che per secoli aveva tenuto in catene. In una cornice fuori dal mondo, dove tutto ha avuto inizio, i due si scontreranno e solo uno ne uscirà vincitore. Ma niente è mai come sembra.

http://www.amazon.it/Aidan-Paola-Gianinetto-ebook/dp/B017OAEF54/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1446891113&sr=8-1&keywords=aidan+paola+gianinetto

OoO

Paola Gianinetto su Amazonhttp://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=paola+gianinetto

Post precedente

Ghiaccio e spie per L'Artiglio Rosa

Post successivo

E se... ovvero, giochiamo con la sinossi! Prima puntata

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *