Recensioni

Pagine proibite, di Nicola Cornick

EDITORE: Harlequin Mondadori
(dicembre 2013).
PAGINE: 39.
PREZZO: euro 1,49 (edizione
digitale).
Inghilterra, 1806 – Quando in città si diffonde
l’inquietante notizia che Lady Loveless, autrice delle licenziose novelle
erotiche che hanno scandalizzato l’alta società londinese, è nientemeno che
sua moglie, Lord Alexander Beaumont non crede alle proprie orecchie. Possibile
che si tratti davvero di Melicent, la fanciulla timida e impacciata che è stato
costretto a sposare e che, dopo qualche tempo, lo ha lasciato? Alex decide di smascherarla,
servendosi proprio delle trasgressive pratiche amatorie descritte nei piccanti
racconti di Lady Loveless…

Nicola Cornick scrive un
raccontino natalizio con la consueta perizia, ma senza grande entusiasmo: un
compitino per le vacanze, insomma.
I due protagonisti, Alex e
Melicent, sono una coppia scoppiata e vivono separati da due anni. Lui si
occupa delle proprietà familiari, lei accudisce una madre ipocondriaca ed un
fratello debosciato.
L’incontro fra i due avviene
solo perché Alex vuole smascherare questa sposa che lui ricorda innocente e
ritrosa, mentre dalla lettura delle pagine infuocate dei romanzi che circolano
per tutta Londra gli sembra diventata una donna licenziosa e quanto mai desiderabile.
Le spiegazioni arrivano nel
corso di una scenetta divertente, ma dopo alcuni amplessi infuocati che
(poveretti quei due amanti!) si svolgono su un lettino stretto e scomodo.
Non vi diciamo, naturalmente,
CHI è veramente Lady Loveless! Ma tutto è bene quel che finisce bene.
Non rimpiango i 149 centesimi
spesi per questo libretto, ma confesso che da Nicola Cornick mi aspettavo
qualcosa di più soddisfacente.

Due stelline.
Post precedente

L'ora della verità, di Maya Banks

Post successivo

Scatole cinesi (Mike Summers 1), di Monica Lombardi

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *