Recensioni

Non cercarmi mai più, di Emma Chase.

EDITORE: Newton Compton (novembre 2013).
PAGINE: 215 e-book, 288 cartaceo.
PREZZO. Euro 4,99 e-book, 9,90 cartaceo.
Drew Evans è bello e
arrogante, fa affari multimilionari nella società di famiglia e seduce le donne
più belle di New York con un semplice sorriso. Allora perché è stato per sette
giorni con le imposte chiuse nel suo appartamento, triste e depresso? Lui
risponderebbe per via dell’influenza. Ma noi sappiamo per certo che non è
proprio la verità.
Katherine Brooks è
brillante, bella e ambiziosa. Quando Kate viene assunta come nuova associata
presso l’impresa di investimento bancario del padre di Drew, il focoso playboy
entra in tilt. La competizione professionale che si stabilisce tra i due mette
in crisi Drew, l’attrazione per lei è fonte di distrazione e soprattutto
portarsela a letto sembra una missione impossibile.

Non cercarmi mai più è
il racconto privato, scandaloso e spiritosissimo di un casanova impenitente.
Ma, mentre racconta la sua storia, Drew capisce finalmente che l’unica cosa che
non aveva mai voluto nella vita è l’unica di cui adesso non può più fare a
meno.

Nonostante sia l’autrice di Non cercarmi mai più, Emma Chase è una moglie fedele e una madre
premurosa. Passa le notti in compagnia dei suoi personaggi e ha una relazione
di amore-odio con la caffeina. È un’avida lettrice e prima del suo debutto
letterario divorava un libro al giorno.

Andrew Evans (Drew per tutti, tranne quando il padre non è
proprio contentissimo di lui…) lo odiamo cordialmente per almeno metà del
libro. Li conosciamo quelli come lui! Uhm…per dire tutta la verità, vorremmo
conoscerli & accalappiarli per sempre.
Come stavo dicendo, prima della botta di marasma senile, i
tipi come Drew Evans sono proprio il contrario di come vorremmo l’uomo della
nostra vita: sciupafemmine, amante delle notti sfrenate con donne bellissime di
cui conosce a malapena il nome e che dimentica dopo poche ore, totalmente
inaffidabile. Certo è bello da togliere il fiato, intelligente e pieno di
spirito. L’amante ideale, se vi piacciono le avventure fulminanti del sabato
sera (non sperate in nemmeno dieci minuti degli altri giorni), ma certo non il
marito ideale. A meno che non siate masochiste sfrenate. Non lo siete? Allora Drew
non fa per voi.
Il nostro cuore esulcerato sogghigna a tutto spiano, quando
Drew si innamora (per la prima volta in vita sua) di una collega, oltretutto
fidanzata da dieci anni. Naturalmente, combina un sacco di pasticci e dovrà faticare
non poco per arrivare al sospirato (lo so, è d’obbligo, ma Chase non molla l’osso
fino alle ultime pagine!) happy end.
La lei di turno,
Katherine (Kate) ci risulta subito simpatica. Anche se è bella. Non possiamo
avere tutto, però un romanzo in cui un bellone si innamora di una racchietta
qualsiasi vorrei proprio leggerlo! Dolce senza essere stucchevole, professionalmente
agguerrita… non disponibile. Apparentemente…
I nostri due si scontrano, poi si incontrano, si avvicinano
molto (moltissimo: scene hot ce ne sono quante ne volete), si scontrano di
nuovo, sembrano perdersi per sempre, arrivano al finale con scoppi di
mortaretti.
Il libro è la confessione di Drew: quindi leggiamo una
storia d’amore dalla parte del protagonista maschile. Interessante come Chase
sia riuscita ad entrare nella testa di un uomo e a riversarne sulla carta tutte
le idiosincrasie e le abitudini nefaste. Il linguaggio è scorrevole, saporito. Belli
i personaggi di contorno. Utile l’idea del barattolo dove mettere un dollaro
per ogni parolaccia. Finirei in rovina nel giro di una settimana!
Perfetto per una serata fredda: vi scalderete di sicuro con
Drew e Kate!
Quasi dimenticavo il voto! Tre stelline e mezzo.

La recensione è frutto della mia collaborazione con Insaziabili Letture.
Post precedente

La lista dei desideri, di Sylvia Day

Post successivo

Pochi soldi e ottimi libri: due volumi della serie Roxton di Lucinda Brant per meno di 3 euro!

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *