News

NEWS: Un sussurro tra i veli candidi, di Simona Diodovich

La sfida sta nel vedere se, dopo un libro per bambini, si riesce a realizzare qualcosa di completamente differente. Cosa c’è di più diverso di un erotico?

Quell’erotico che è sensualità, voglia di toccare l’altra persona fino a impazzire di desiderio. Era questa la cosa divertente. Era cimentarsi in un posto nuovo e vedere di orientarsi senza la luce. Una bella sfida.

Avevo questa idea in testa dei veli trasparenti come barriera, al di là del quale si poteva fare tutto ciò che si voleva, da qui è nata l’idea di questo racconto.

Titolo: Un sussurro tra i veli candidi.
Autrice: Simona Diodovich.
Genere: Racconto erotico.
Editore: Self Publishing.
Pagine ebook:  102 pagine.
Uscita:  13 giugno 2017.
Prezzo: euro 0,99 (e-Book).

Imara Mathis di Gordian sta per sposare il conte di Braston, un uomo lussurioso e arrogante che non esita ad abusare di ogni donna che incontra sul suo cammino, compresa la sua promessa sposa.

La giovane donna si dispera, finché non vede tutto sotto un’altra prospettiva: il conte, violandola, le ha dato l’opportunità di divertirsi fino al giorno in cui sarà costretta a sposarlo.

Quando incappa in Micah, non sa chi sia. Non conosce il gioco dietro i veli trasparenti. Non sa nulla del mondo, questa è l’unica cosa di cui è consapevole. Nonostante tutto però, l’unico particolare di cui è conscia è che vorrebbe andare lei con quel bellissimo uomo biondo, dietro quei veli prima di rientrare per sempre nella sua prigione dorata.

Vuoi sapere come si gioca dietro i veli candidi?

«Cosa le fa credere che lo voglia ancora?» Troppo presuntuoso da parte sua e veritiero soprattutto.
Micah sorrise. «Mi fate entrare?»
«Sono nuda.»
«Nulla che io non abbia già visto, toccato e assaporato con la mia lingua» incalzò lui.
Lei spalancò la porta e si fece di lato. Micah entrò.

Micah la scrutò da capo a piedi. «Voglio giacere in questo letto con voi fino al giorno in cui partirete. Voglio fare l’amore con voi in tutti i modi possibili, perché così vi ricorderete di me per il resto della vostra esistenza. Io farò lo stesso. Niente veli, se non quelli che indossate ora. Solo io e voi. Vi farò conoscere il vero Micah, l’uomo, l’amante e l’indomita anima che rincorre il sesso perennemente.»

L’autrice:

Nasce a Milano il 17 aprile 1969, studia come grafica pubblicitaria diventando poi illustratrice a Canale 5 disegnando cover di cd e dvd per A. Valeri Manera. Ha ventinove anni d’esperienza lavorativa nell’editoria.

Pagina autore.

 

Post precedente

Recensione: Due cuori e un detective, di Sarah Bernardinello

Post successivo

Recensione: Gioie e dolori, di Abigail Roux

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *