News

News: “Un secondo, primo Natale”

«Io voglio essere il primo ad augurarti un magico Natale, uno splendido anno nuovo, un tenero san Valentino, una divertente estate. Voglio baciarti sotto il vischio e guardarti intensamente negli occhi mentre celebro il mio amore per te. Ogni giorno. Per tutte le ricorrenze che verranno. Io ti amo, Apple.»

Da quando il suo fidanzato Bruce l’ha tradita con la sua migliore amica Shelly proprio la sera del 24 dicembre, Apple Horn odia il Natale con tutta se stessa. E se un aitante uomo con un ridicolo cappello da elfo sulla testa bussasse alla sua porta? Steve, fondatore del servizio gratuito “Secondo, primo Natale” ha una missione da compiere: trasformare la gelida fanciulla in una Christmas Lover Doc, step by step. Tra iniziali perplessità, abeti da addobbare, batticuore e paure da vincere riuscirà la diffidente Apple a fidarsi dell’intrigante Steve? E il loro sarà destinato a restare solo un rapporto puramente formale?

OoO

Apple Horn, ha trent’anni, lavora come astrologa telefonica ed è single. Non è facile vivere con serenità le festività natalizie se hai ancora vivo il ricordo del tradimento del tuo ex avvenuto proprio la sera del 24 dicembre. Apple si chiude in se stessa e scappa dal Natale. Tuttavia qualcuno ha pensato di prendere in mano la situazione rivolgendosi a Steve, fondatore del servizio gratuito “Secondo, primo Natale”, l’uomo che avrà il potere di farle tornare l’amore per  la festività più magica dell’anno. Tutto semplice, se non fosse per la testardaggine della protagonista alla quale si associa l’invito alla cerimonia di nozze del responsabile di tale catastrofe sentimentale. Cosa farà la fanciulla? E, soprattutto, cosa accadrà con Steve?

Ho scelto per il mio romanzo un’eroina dei nostri giorni. Fragile, talvolta insicura, un po’ sbadata e combina guai, delusa dall’amore e con una latente voglia di ricominciare. Apple ha paura di scoprirsi e mettere a nudo la propria anima, così si trincera dietro convinzioni e pretesti per non affrontare la realtà: un passato che torna prepotentemente e in maniera inaspettata a incombere sulla sua vita. Ed ecco che la leggerezza della commedia romantica natalizia si fonda col romanzo di formazione: Apple affronta un percorso simbolico, rappresentato dai preparativi del Natale, per ritrovare se stessa e la propria essenza, per tornare a sperare e a credere che, in questo mondo, qualcosa di buono c’è ancora.

Apple Horn e le sue vicende hanno bussato alla porta della mia mente chiedendomi di essere messe su carta. Ho seguito il flusso dei miei pensieri, ho provato a immergermi nella sua storia, a riflettere su come avrei reagito in determinate situazioni. Ho stretto amicizia con lei, l’ho abbracciata come se fosse un’amica reale, infondendole coraggio. Insieme a lei ho riscoperto la vera essenza del Natale, di quel Natale puro, semplice, fatto di sentimenti e non solo di tavole imbandite e doni da scartare.

Titolo: Un secondo, primo Natale. Pagina facebook: https://www.facebook.com/unsecondoprimonatale/
Autore: Silvia Devitofrancesco.
Editore: Self Publishing.
Genere: Commedia romantica.
Pagine: 168.
Prezzo: 1,99 euro ebook/gratis con Kindle Unlimited/10,39 euro cartaceo.
Data di uscita: 3 novembre.

OoO

Silvia Devitofrancesco, classe 1990, è nata a Bari, dove vive tuttora. Ha conseguito la maturità classica e successivamente la Laurea triennale in Lettere (Curriculum “Editoria e giornalismo”). È autrice del romanzo “Lo specchio del tempo”, vincitore del premio letterario “Autore possibile 2016” e dell’opera umoristica “Ultimo accesso alle…”.

Post precedente

L'artiglio Rosa del 29 ottobre 2016

Post successivo

Therry e le nonnine terribili

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *