News

News: Ghost Love, di Mya McKenzie.

Tutti sanno chi è Jack Wade, ma nessuno lo conosce davvero.
Non gli studenti del corso di sociologia, né i colleghi che lo coprono durante le ronde notturne.
Nessuna delle ragazze che ha sedotto negli ultimi mesi e nemmeno coloro che un tempo chiamava amici.
Neppure Gwen, l’unica a cui abbia permesso di avvicinarsi tanto, è riuscita a comprendere fino in fondo la sua natura.
Dietro un sorriso affascinante e un paio di occhi cerulei, si cela una creatura inquieta, oscura come la notte più buia. Un uomo che, una volta dismessi i panni da bravo ragazzo, s’intrufola nelle vite altrui per appropriarsi dei segreti più gelosamente custoditi.
Le vittime non si accorgono del suo passaggio perché lui è come un fantasma, che entra ed esce dalle loro case in punta di piedi, senza rivelare mai la propria esistenza.
Finché, una notte, Jack non entra nell’appartamento sbagliato.
In un luogo in cui sembra che il tempo si sia fermato.
Nel posto in cui un incontro inaspettato potrebbe cambiare per sempre la sua vita.

Titolo: Ghost Love. Redemption Series
Autrice: Mya McKenzie.
Genere: Romantic Suspense.
Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform. 31 gennaio 2017.
Prezzo: euro 9,98 (copertina flessibile); euro 1,99 (e-book; per qualche giorno, euro 0,99).

Lasciamo la parola all’Autrice.

L’idea originale era di raccontare tutto quanto in un unico romanzo ma, si sa, i personaggi fanno un po’ come pare loro. Perciò il mio caro ladruncolo Jack Wade, per compiere il proprio percorso, ha deciso di fare con calma e prendersi tutto il tempo che gli serviva. Cercando di non spoilerare troppo, vi posso introdurre un po’ nel mondo di Ghost Love descrivendovi brevemente con chi avrete a che fare.

Jack è un personaggio a tratti complicato, nel senso che ha alcune necessità non convenzionali che lo portano a vivere una doppia vita: di giorno è il ragazzo simpatico e affabile che tutti conoscono, di notte (quando non è impegnato a fare la guardia giurata) si abbandona a un suo vizietto. Essendo Jack una figura perlopiù positiva, Il lettore comprenderà i motivi che stanno alla base di certi suoi comportamenti e accompagnerà Jack lungo un percorso tortuoso che lo porterà a confrontarsi con il proprio passato e ad affrontare questioni rimaste in sospeso. Questioni dalle quali poi dipenderà tutto il suo futuro.

Mya McKenzie è una scrittrice italiana. Sposata e con due figli, vive in un piccolo paese di campagna immerso nelle colline padovane. Con una grande passione per la lettura, sopratutto di gialli e thriller, ha iniziato a scrivere il suo primo romanzo ai tempi dell’università. Dal 2010 ha trasformato la sua passione per la scrittura in un vera e propria attività, regalando alle sue lettrici emozionanti storie d’amore.

Nel 2014 ha pubblicato il suo romanzo d’esordio “A walk to home”, ma è stata la trilogia dedicata a Nicholas & Sienna a farla conoscere al grande pubblico. A gennaio 2017 torna con una nuova serie, Redemption, di cui Ghost Love è il primo volume.

Un estratto.

«Saresti sorpresa di sapere quanti diversi modi d’amare ci siano in giro per il mondo.
C’è chi si sposa per convenienza e senza un briciolo d’affetto, chi lo fa per abitudine e chi perché spera l’amore nasca durante il percorso. Qualcuno si sposa innamorato e dopo due mesi si separa, altri rimangono sorpresi di quanta strada abbiano fatto insieme al proprio partner.
Tu quali di queste persone sei?»
«Di quelle che si accontentano di ciò che hanno.»
«E allora permettermi di dirti che il tuo non è amore.»
«E che cos’è l’amore, allora?» chiede alzando la voce, girandosi verso di me con le braccia tese lungo i fianchi.
«Io non so rispondere a questa domanda.» confesso.
Mi guarda, inclina la testa da un lato e annuisce, piano.
Non so quale verità abbia compreso. Forse è giunta alla conclusione che io sia soltanto uno svitato o magari si è appena resa conto che con me ha soltanto buttato due notti. Spero abbia comunque capito ciò che intendevo dire e mi auguro di non averla convinta del contrario.
«È per questo, allora.» mormora tornando verso il letto. «Perché non conosci l’amore.» sussurra avvicinandosi tanto da riuscire a guardare i miei occhi. «Nessun tipo di amore.» precisa ancora.
La sua non è una domanda e io non le do una risposta.

Post precedente

Recensione: Nel bel mezzo del nulla, di Roan Parrish

Post successivo

Il Taccuino di Matesi: rileggere la narrativa

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *