Pensieri sparsi

Miriam Palombi, ceramista

Conosco solo donne multitasking. Forse tutte le donne sono così, con l’anima che insegue mille cose, tutti i giorni. Oggi vi presento Miriam Palombi, che voi conoscete come scrittrice. Ma che non conoscete come ceramista raffinatissima.

PALOMBI1

Miriam Palombi nasce a Milano nel 1972. Ceramista, è appassionata di simbologia e storia dell’arte medioevale. Divide il proprio tempo tra Mostre d’Arte ed eventi e la passione per la scrittura, seguendo un filone di narrativa storico-fantastica e horror.

Una domanda classica fatta a noi autori è come ci si è avvicinati alla scrittura. Ho sempre amato leggere, fin dall’infanzia. I racconti di Poe, di Lovecraft, in seguito i libri di Eco, sono stati per me una vera guida formativa. Mi sono avvicinata, così, al genere thriller e all’horror, storie dense di patos e di mistero. Ma questo non è tutto.

Sono una ceramista. Provenendo dalle arti figurative, il mio approccio alla scrittura è stato quasi un’evoluzione naturale della mia attività e della mia passione per la storia e la simbologia medievali. Ho quindi cominciato con lo scrivere di qualcosa che mi era familiare, ambientando “Le cronache del guerriero”, il mio thriller storico, nel 1203, e utilizzando un tipo di scrittura molto “descrittiva”. Le immagini scaturite dalla mia fantasia hanno trovato la loro esatta collocazione sulle pagine bianche come fossero bozzetti di decori minuziosi.

Nelle mie opere ho cercato di fondere simbologie pagane e arte sacra. Figure dell’iconografia cristiana vengono inseriti in contesti diversi mantenendo intatta la loro aura di sacralità. Elementi etruschi vengono affiancati a grottesche e volute rinascimentali. Particolari di opere d’arte di grandi maestri della nostra pittura sono posti in nuove e diverse creazioni, segno che l’Arte è in continuo divenire.

PALOMBI2

ooo

Partecipazione a Provincia Artigiana, con il patrocinio della Provincia di Roma, Cerveteri, Case Grifoni,dicembre 2006.
Mostra collettiva presso Case Grifoni, Cerveteri, “ Alchimie d’Etruria”, 24 ottobre-29 novembre 2008.
Mostra “Tesori Artigiani, l’Arte del fare tra passato e futuro” organizzata dalla Provincia di Roma, Complesso del Vittoriano a Roma, 29 aprile-2 giugno 2009. Un’ opera è inserita in catalogo.
Mostra personale presso il Chiostro degli Agostiniani, Museo Civico Bracciano, Luglio 2010.

PALOMBI3

Novembre 2014 pubblica LE CRONACHE DEL GUERRIERO, ebook edito da ST-Books, GDS edizioni. Thriller Storico.
Il suo ultimo lavoro è l’antologia horror OSCURE VISIONI.
Il racconto “La venticinquesima ora”, si aggiudica il terzo posto al Premio Internazionale Palazzo Ruspoli.
“Il dono”, viene selezionato per la raccolta “Schegge per un Natale Horror” dicembre 2013 edito da Dunwich edizioni,  promosso dal sito Letteratura Horror.
“Stirpe di morte”, viene selezionato per partecipare all’ Interiora Horror Festival Indipendente Roma 2014.
“Giocattoli rotti”, viene inserito nell’antologia del premio Halloween all’italiana 2014, promosso dal sito Letteratura Horror.
“Acque profonde”, selezionato nell’antologia tematica “Thriller” nel concorso Arcobaleni d’inchiostro. Organizzato da Magla Isola del Libro.
“Stirpe di Morte”, selezionato nell’antologia tematica “Horror” nel concorso Arcobaleni d’inchiostro. Organizzato da Magla Isola del Libro.
Il racconto “On the road”, selezionato nell’antologia del premio La Serra Trema 2015, edita da Dunwich edizioni.

http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss_2?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=MIRIAM+PALOMBI

Post precedente

Linda Bertasi presenta "Il silenzio del peccato"

Post successivo

Diario di (ab)bordo

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

2 Commenti

  1. Lidia Calvano
    11 novembre 2015 at 8:50 — Rispondi

    Complimenti a Miriam, la conosco e la apprezzo come autrice, e adesso non posso che ammirare i suoi splendidi lavori decorativi.

  2. 11 novembre 2015 at 18:22 — Rispondi

    Che meraviglia!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *