Recensioni

Maschera d’amore, di Elizabeth Hoyt

EDITORE: Mondadori, Collana I Romanzi Passione.
PAGINE: 211.
Prezzo: EURO 2,99 (EBOOK).
“Grazie a Dio mia
moglie ha una pessima mira!” Questo pensa Godric St John quando Megs vuole
scaricargli addosso le sue pistole. Non la vede dal giorno del matrimonio, cui
si era prestato solo per salvarla da uno scandalo. Lei naturalmente non sa che
sta per sparare a suo marito, pensa solo di avere davanti il famigerato Spettro
di St Giles, nel noto costume da Arlecchino, colpevole della morte del suo
primo amore. Oltre che per farsi giustizia, però, Megs era tornata a Londra
determinata a sedurre Godric per avere da lui quello che più desidera: un
figlio. Ma cosa accadrà quando scoprirà che il marito e l’uomo che ha giurato
di uccidere sono la stessa persona?
MASCHERA D’AMORE ( Lord of Darkness ) è il quinto romanzo
della serie di ambientazione georgiana “Maiden Lane”.
I romanzi precedenti della serie, MALIZIOSE INTENZIONI (Wicked
Intentions), BISTICCI D’AMORE (Notorious Pleasures), UN TESORO DI AMORE (Scandalous
Desires) e AMABILE SEGRETO (Thief of Shadows), sono già stati pubblicati nella
collana I Romanzi Passione – nr. 80, 88, 91 e 99 rispettivamente.
La serie proseguirà con “Duke of Midnight”, di prossima
pubblicazione.
Tra le opere di Elizabeth Hoyt già pubblicate da Mondadori
nella collana I Romanzi Passione, ricordiamo IL PRINCIPE E LA PREDA (The Raven
Prince), IL PRINCIPE E IL DESIDERIO (The Leopard Prince), IL PRINCIPE E IL
TORMENTO (The Serpent Prince), LASCIATI AMARE (To Taste Temptation), COME
D’INCANTO (To Beguile a Beast), INATTESE SEDUZIONI (To Seduce a Sinner) e CUORE
SELVAGGIO (To Desire a Devil).

Il quarto volume della serie, “Amabile segreto”, si conclude
con la scoperta che ANCHE Godric St. John è il Fantasma di St. Giles. E qui la
scena si fa un po’ affollata… E come se qualcuno ci venisse a raccontare che di
Robin Hood ce n’erano un mucchio: inverosimile! Immagino il malfamato quartiere
di St. Giles con questi Fantasmi che svolazzano a destra e a manca per
combattere i malvagi che ne fanno di cotte e di crude. Avranno dei turni? E li
rispetteranno? E le ferie?
Alla fine di “Amabile segreto”, ci siamo fatti non poche
domande sulle intenzioni di Griffin Reading, una volta scoperta la doppia vita
di Godric. Ebbene, con questo quinto volume lo veniamo a sapere: Griffin ha
ricattato Godric. In cambio del suo silenzio, St. John sposa Margaret Reading,
che è un tantino incinta di un poveraccio che è stato ammazzato prima di
riuscire a metterle l’anello al dito.
Le nozze frettolose sono seguite da un aborto spontaneo e
dall’esilio della sposina in campagna. Per due anni.
E le vicende del quinto volume cominciano proprio due anni
dopo il matrimonio, quando Margaret giunge inaspettatamente a Londra.
Margaret (Megs) immagina di trovarsi davanti ad un anziano
marito e, invece, si accorge ben presto che la sorte benigna le ha consegnato
un bell’esemplare di maschio virile (scene di sesso in vista!). Il quale,
ahimè, perso nel dolore per la morte della prima moglie, non vede l’ora di
rimandare in campagna la sposa. La quale ha due obiettivi: trovare l’assassino
dell’amore perduto e farsi mettere incinta (signora, è una mania!) dal
riluttante Godric St. John.
Continuare a svolgere le dure mansioni di Fantasma di St.
Giles, mentre una moglie imperversa per la casa e in camera da letto, è compito
arduo. Soprattutto ora che un gruppo di canaglie rapisce bambine a frotte per
impiegarle come schiave in laboratori dove si preparano calze ricamate per le
viziate dame dell’aristocrazia.
Tutto finisce bene, ovviamente, a parte qualche ferita che
Godric raccatta qua e là nello svolgimento della sua missione: i cattivi sono
puniti, l’assassino viene ucciso, Megs rimane incinta e voilà, Godric si ritira
dal mestiere di vendicatore dei deboli e degli oppressi, lasciando spazio al
terzo Fantasma.
Una storia gradevole quanto inverosimile.
Tre stelline.
Se vi interessa, sul sito ufficiale dedicato alla serie
l’autrice ha pubblicato sia la discussione avvenuta tra Griffin e St. John sia alcune
lettere che Margaret e Godric si sono scambiati in questo lungo periodo di
lontananza.

Post precedente

Buono a sapersi, una trilogia di D. W. Marchwell

Post successivo

Il richiamo del cuculo, di Robert Galbraith

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *