Recensioni

Lo spogliatoio, di Amy Lane

A N T E P R I M A

“Avvicinati,
Xan”, aveva mormorato Chris, la voce dolce nel buio. Xander si era spostato,
contorcendo il suo corpo lungo fino a che le sue gambe non erano sul divano e
la testa e le spalle sul letto accanto al ragazzo che aveva catturato il suo
cuore come una farfalla e non lo aveva mai, mai stretto troppo, e non lo aveva
mai lasciato andare.
Titolo: Lo spogliatoio (Locker Room).
Autrice: Amy Lane.
Traduttore: Ernesto Pavan.
Genere: Romance M/M.
Editore: Dreamspinner Press (17 marzo
2015).
Prezzo: euro 6,45 (e-book).
La mia valutazione: cinque stelline.
Xander
Karcek ha sempre voluto due sole cose dalla vita: Christian Edwards e il
basket, l’uomo che ama e lo sport che lo ha aiutato a fuggire da un’infanzia
che preferirebbe dimenticare. Le sue due ossessioni gli sono state d’aiuto. Lui
e Chris hanno battuto ogni record riuscendo a giocare insieme alle superiori,
all’università e dritti nell’NBA.
Ma
vivere sotto la lente d’ingrandimento della fama non è facile, soprattutto
quando due uomini fingono di essere amici fraterni affinché il mondo non scopra
che sono praticamente sposati. La loro relazione sopravvive ai sacrifici che
devono fare e alle menzogne che raccontano per rimanere insieme, ma quando il
loro segreto è svelato, le conseguenze rischiano di distruggerli come
nient’altro potrebbe fare.
Chris
e il basket sono le due cose che tengono Xander in piedi. Ora il mondo chiede a
Xander di fare una scelta. Esiste un’opzione che comprenda un futuro con l’uomo
che ama?

260 pagine lette d’un fiato. Con il
sorriso, con gli occhi lucidi. Con un magone, certe volte, che mi sembrava di
dover ingoiare un TIR con rimorchio.
Due ragazzi gay, il basket, le famiglie
di Xander e Chris, gli amici, i compagni di squadra, anche Barbara Walters alla
fine. Tanta roba, come dicono le ragazzine quando vedono un fustaccio seminudo.
Eppure, alla fine, stringi stringi, è solo (solo?) una storia d’amore.
Pensate. Xander e Chris s’innamorano
l’uno dell’altro quando hanno 14 anni. Poco più che bambini, eppure questo
sentimento li afferra e fin da subito loro sanno che sarà per sempre. Amy Lane
ha costruito una storia che ci racconta l’amore. Quello che tutti vorremmo
vivere, assoluto, puro. Quello che ti fa crescere, ti fa vivere, permea di sé
ogni momento della tua giornata, ogni fibra del tuo essere.
Ho sempre apprezzato i romance di Amy
Lane, ma questa volta la scrittrice ha superato se stessa. Che storia
meravigliosa! Che protagonisti! Stiamo al loro fianco sempre, anche durante i
loro tentativi di coprire quell’amore, il fatto –in pratica- di essere sposati
nel loro cuore e costretti a nasconderlo alla squadra, al coach.
Conosciamo Xander e Chris quando sono
quattordicenni, li abbandoniamo, a malincuore, quando sono diventati uomini. Con
il coraggio, finalmente, di confessare al mondo intero il loro amore.
Personaggi di contorno ben strutturati,
essenziali (pensiamo ai genitori e alla sorella di Chris) allo svolgimento
della vicenda. Ambientazione resa con naturalezza, tanto che sembra di vivere
in quelle case, in quelle palestre e nei campi di gioco.
Leggetelo. Preparatevi a sorridere e ad
avere gli occhi lucidi. Mi ringrazierete per avervi dato questo consiglio.
Post precedente

Intervista: Patrizia Ines Roggero

Post successivo

L'Artiglio Rosa legge ancora!

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *