Pensieri sparsi

Linnea Nilsson e la recensione

Sciura Gina: E allora come sta andando il libro della Filippa? Beata te che hai una figlia autrice. Il mio è un lazzarone che pensa solo a giocare alla pleistescion.
Sciura Pina: a sentir lei, bene. A proposito, mi ha chiesto di fare la recensione.
Sciura Gina: che cos’è?
Sciura Pina: Eh, si va sul sito delle Amazoni e si dice che ti è piaciuto. Pare che aiuti.
Sciura Gina: me le ricordo le Amazoni, le avevo viste in un film di Tarzan. Però secondo me sono dell’altra sponda. Insomma tutte ‘ste donne nella giungla, senza uomini. Me la contano mica giusta. Te che ne pensi?
Sciura Pina: mah, non ci ho mai fatto caso. La Teresa dicevano che era un’Amazone, gli sbavavano tutti dietro ma non si è mai filata nessuno. Perché non la fai anche te la recensione, visto che l’hai letto.
Sciura Gina: volentieri. Se c’hai una penna te la scrivo qui dietro lo scontrino dell’Esselunga.
Sciura Pina: no, no! Ha detto che bisogna andare dalle Amazoni.
Sciura Gina: va bene. Tanto io sono di mente aperta. Cos’è che devo fare? Basta che gli dico che mi è piaciuto?
Sciura Pina: mi ha detto che devi stare attenta, che sono permalose. Ci sono quelli che vanno dalle Amazoni, raccontano delle balle e succede il putiferio. Innanzitutto i cinque stelle.
Sciura Gina: Ah no, io con la politica non mi ci metto in mezzo.
Sciura Pina: no, le cinque stelle che dicono che il libro ti è piaciuto. E poi devi mettere almeno cento caratteri.
Sciura Gina: ma ci vogliono proprio?
Sciura Pina: pare di sì, che è una fissa delle Amazoni. Ma poi glielo chiedo. Oh, e la Filippa dice che non ci vuole lo spoiler.
Sciura Gina: va bene. Allora ce la faccio stasera, quando viene mio nipote col computer.

E poi la Gina fece la recensione.

 img_5024

51vq2iv9o-l

I romanzi di Linnea Nilsson potete trovarli QUI.

Post precedente

Recensione: il "libroide" di Fabio Volo

Post successivo

Colette Kebell e la recensione

Gli Amici del Mag

Gli Amici del Mag

Sono quelli che scrivono a Babette Brown: "Senti, avrei una cosetta da mandarti. Posso?"
E Babette, fregandosi le mani, incamera e pubblica.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *