Recensioni

Laura Randazzo ci parla di “Il cavaliere del tempo”, di Cecilia Randall

Oggi vi parlo di… “Il cavaliere del tempo” terzo libro della saga di Hyperversum di Cecilia Randall.

Titolo: Il cavaliere del tempo, Hyperversum 3.
Autore: Cecilia Randall.
Genere: Romance fantasy.
Pagine: 711.
Editore: Giunti Editore (2008).
Prezzo: euro 14,88 (copertina flessibile).

http://www.amazon.it/Il-cavaliere-del-tempo-Hyperversum/dp/8809061748/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1445335269&sr=8-1&keywords=il+cavaliere+del+tempo

Sono passati tre anni dal momento in cui Ian e Daniel si sono salutati prendendo strade (e secoli) molto diversi tra loro. Di tanto in tanto, Daniel non può fare a meno di ritentare una partita con Hyperversum, nella speranza di incontrare nuovamente l’amico. Inaspettatamente, un giorno, riceve una misteriosa mail firmata Falco d’Argento, il soprannome con cui Ian è conosciuto nella sua vita medievale. Daniel è sconvolto: come è possibile? È ancora una volta il gioco che si intromette nelle loro vite? È realmente Ian, che ha trovato un nuovo varco nel tempo? O qualcuno si cela dietro le ali del Falco? E perché?

Daniel riesce a ritrovare l’accesso al medioevo per tornare da Ian e viene catapultato nella Francia del sud durante le guerre crociate contro gli eretici. Da qui la trama si dipana veloce e piena di azione com’è nello stile dell’autrice, e così le 711 pagine volano via senza che ci se ne accorga.
Ritroviamo i due giovani cresciuti non soltanto fisicamente: le loro vite sono maturate seguendo il secolo che hanno eletto a loro residenza e casa, ma l’amore fraterno che li lega non è cambiato.
Ho molto apprezzato il romanzo: Cecilia Randall è bravissima a “giocare con la storia” come dice lei. Ci porta in un luogo e un tempo lontano, facendoci immergere totalmente in esso con la sua descrizione accurata e dettagliata sia dal punto di vista storico sia per quanto riguarda i personaggi, per alcuni dei quali nutriremo stima e affetto e per altri odio.
In questo libro più degli altri ho sofferto in attesa di conoscere la sorte dei nostri amici e tante notti ho fatto tardi con il libro in mano per sapere come sarebbe andata a finire.
L’autrice si concentra maggiormente sulla psicologia dei personaggi, rispetto ai romanzi precedenti, senza però rallentare l’azione che si svolge intorno.
Quando ho letto l’ultima pagina e ho chiuso il libro mi è dispiaciuto sapere che nel prossimo libro della seria non incontreremo di nuovo Falco d’argento e ser Daniel Freeland. Dunque non posso non complimentarmi con quest’autrice che non mi delude mai.

OoO

Laura Randazzo su Amazon: http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&url=search-alias%3Daps&field-keywords=laura+randazzo

Post precedente

Tre romance storici per L'Artiglio Rosa

Post successivo

Interviste: A. I. Cudil

Gli Amici del Mag

Gli Amici del Mag

Sono quelli che scrivono a Babette Brown: "Senti, avrei una cosetta da mandarti. Posso?"
E Babette, fregandosi le mani, incamera e pubblica.

1 Commento

  1. Maddalena
    22 novembre 2015 at 5:50 — Rispondi

    Letto la trilogia tempo fa, uno dei pochi storici (non me ne voglia chi ama il genere) che mi è piaciuto

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *