L'artiglio rosaRecensioniRubriche

L’Artiglio Rosa: London, Lofty, Reynolds

Julia London, Uno scandalo perfetto

HarperCollins Italia

Inghilterra, 1812 – Alla morte del ricco patrigno, Grace Cabot, abituata a vivere nel lusso e a essere considerata la reginetta della Stagione, si rende conto che la sua posizione sociale è quanto mai precaria. Così mette a punto un piano diabolico per attirare uno dei suoi corteggiatori, Lord Amherst, in una situazione compromettente e costringerlo a sposarla per evitare lo scandalo. La trappola scatta come previsto, ma quando l’appassionato interludio con il gentiluomo in questione viene interrotto, Grace scopre di aver fatto male i propri calcoli. Perché il focoso amante che le ha fatto perdere la testa nell’oscurità non è quello che lei immaginava bensì l’irreprensibile Lord Merryton, e il gesto che avrebbe dovuto salvarla la condanna in realtà a un matrimonio senza amore con un uomo freddo e scostante. Anche questa volta, però, Grace ha un piano… Nella Londra di inizio ‘800, quattro sorelle sono determinate a mantenere i loro privilegi. Con ogni mezzo.

Originale * * *

Il romanzo è molto diverso da quello cui fa pensare la sinossi, grazie ad un protagonista “pazzo”, cioè fortemente traumatizzato da bambino da un padre rigido e violento e perciò affetto da un desiderio forte di perversione, che stenta a tenere sotto controllo. Non so quanto sia verosimile la sua sindrome, dal momento che, in atmosfera romance, la supera quasi del tutto abbastanza facilmente. Forse troppo facilmente. Del tutto inverosimile, poi, mi pare la trasformazione di Lord Amherst. Ma non posso negare che nell’insieme il romanzo è avvincente.

Carrie Lofty, Diamanti sulla pelle

HarperCollins Italia

New York/Sud Africa, 1881 – Vivienne Christie, Lady Bancroft, ha lasciato l’Inghilterra per gli Stati Uniti nel tentativo di dimenticare l’unico uomo capace di farla sospirare di piacere, ma anche di irritarla oltre ogni limite: suo marito. Miles Durham, Visconte Bancroft non ha però gradito l’iniziativa della consorte e ha deciso di seguirla nel Nuovo Mondo con l’intenzione di prendersi una meritata e sensuale vendetta. Ma quando incontra Viv la trova sul punto di salpare per il Sud Africa, per ottemperare alle ultime volontà del padre. Il testamento prevede infatti che Viv risollevi le sorti di una società di diamanti che naviga in cattive acque e Miles è pronto ad accompagnarla in quell’esotica avventura. Forse, insieme alla compagnia, troveranno il modo di far funzionare anche la loro burrascosa, torrida unione.

Un buon intrattenimento * * * *

Storia d’amore e intrighi piuttosto avvincente. Certo qualche parola in più sui collegamenti di cui è capace Viv per il colpo di scena finale non avrebbe guastato. In fondo non tutte noi lettrici siamo intelligenti come lei.

Poco adatti titolo e copertina.

Aurora Rose Reynolds, Se solo fosse vero amore

Until Series, Volume V

Newton Compton Editore

A volte la vita ci sorprende dandoci qualcosa di cui non sapevamo di aver bisogno

Mike Rouger non sta cercando l’amore. Ha deciso molto tempo prima che è molto meglio starsene da soli piuttosto che soffrire ancora a causa di una donna. Ma quando Kathleen Mullings torna prepotentemente nella sua vita, per giunta con un figlio adolescente, tutto è destinato a cambiare radicalmente. Come se non bastasse, non manca molto a Natale. Che cosa succede quando un uomo con le sue convinzioni incontra una donna tosta e che sa esattamente quello che vuole?

Un racconto carino * * *

Un racconto dalla trama complessa con due protagonisti di mezza età, insomma una storia sulle seconde possibilità che arrivano quasi fuori tempo massimo. Per molti aspetti originale, visto che il proprietario di uno strip club può diventare un modello maschile positivo. A volte un po’ semplicistico nel raccontare come sia facile risolvere problemi anche seri, ma nell’insieme piacevole.

Le recensioni de L’Artiglio Rosa (Maria Teresa Siciliano-Matesi)

 

Post precedente

Elementare Watson: alle origini del "giallo"

Post successivo

I sogni cominciano all'alba, di Mariangela Camocardi (III)

Maria Teresa Siciliano

Maria Teresa Siciliano

Professoressa di Italiano presso il prestigioso Liceo Classico Aristofane di Roma, adora leggere e recensire montagne di libri con penna intinta in un dolcissimo veleno. Temuta e amata in ugual misura, ha plasmato una generazione di feroci lettrici di romance.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *