L'artiglio rosaRecensioniRubriche

L’Artiglio Rosa del 7 maggio 2016

41Wdm0V5XJL._SX311_BO1,204,203,200_Silvia Ami, Take

Joss Dubois è un’agente dell’FBI indipendente, determinata e con un’abnegazione assoluta per il suo lavoro. Poche persone fanno parte della sua cerchia di amici e a lei va bene così. Quando una di loro, la star di uno dei più famosi spettacoli di Las Vegas, viene minacciata con delle lettere anonime, Joss non esita a trasferirsi all’altro capo del Paese per proteggerla.

Una volta là, anziché trovarsi di fronte all’opera di uno stalker, dovrà affrontare un attentato terroristico, un tentato omicidio e… Ethan Gallagher, ex marine e attuale capo della sicurezza del Desert Casino.

Mentre il fascino dell’evanescente città del peccato non sortisce alcun effetto su di lei, lo stesso non si può dire dell’uomo con il quale all’improvviso si trova a investigare.

Joss ha bisogno di Ethan e lui in cambio le chiede soltanto di condividere tutti i particolari dell’indagine. Lei però è una maniaca del controllo, e tra contrasti e attrazione voleranno inevitabilmente scintille.

Messa alle strette dalla minaccia incombente, a Joss non resterà altro da fare che appianare le divergenze e sfruttare la sintonia che si è creata tra loro per poter mettere le mani sul colpevole prima che sia troppo tardi.

Un bel romanzo d’amore****

Romantic suspense poco suspense e molto romantic: il filone giallo è del tutto secondario, ma l’autrice sviluppa bene e approfondisce il sorgere e il rafforzarsi del legame sentimentale fra i protagonisti (entrambi simpatici). Piacevole, anche se forse un tantino lento, il modo garbato in cui viene rappresentata una relazione credibile, come potrebbe succedere a chiunque fra noi (se fossimo tanto fortunate da incontrare un Ethan). In qualche modo simmetrico il motivo suspense, che sembra rappresentare a sorpresa la banalità del male.

Bella la copertina, un po’ criptico per il mio inglese il titolo.

OoO

51zIyrqtcNL._SX297_BO1,204,203,200_Michelle Styles, La sposa guerriera

Svezia, 830 d.C. – Pochi hanno osato sfidare in combattimento la bellissima Sayrid Avildottar e nessuno si è mai rivelato alla sua altezza prima di Hrolf Eymundsson. Ma se il potente signore del mare è riuscito a sconfiggerla e così facendo si è aggiudicato il diritto di sposarla e di regnare sulle sue terre, questo non significa che la giovane guerriera sia disposta a donargli anche il proprio cuore. Hrolf però sembra deciso a conquistare la sua sposa riluttante anima e corpo e mette in campo tutte le proprie risorse per sedurla. E a poco a poco Sayrid, che nella sua vita non ha conosciuto altro che la lotta, inizia a domandarsi se la resa, dopotutto, non sia il piacere più grande…

Un bel medievale****

Romanzo di ambientazione medievale, con aspetti chiaramente femministi, molto godibile, soprattutto nella prima parte. Meno convincente, forse perché troppo complicato, il finale.

OoO

513BXNxOQ8L._SX297_BO1,204,203,200_Vonda Sinclair, L’amante del laird

Inghilterra/Scozia, 1618 – Alasdair, laird dei MacGrath, sogna da sempre di porre fine alla faida che ormai da secoli vede il suo clan combattere contro quello dei MacIrwin. Ma pur sapendo che la decisione di accogliere nel proprio castello e garantire protezione a Gwyneth Carswell, lontana cugina di Donald MacIrwin, non farà che inasprire le violenze, non può fare a meno di aiutarla. E non solo perché la giovane vedova inglese ha rischiato la propria vita e quella del figlioletto pur di salvarlo dal campo di battaglia dove i suoi lo avevano abbandonato dandolo per morto. Quella donna dall’aspetto fragile e dallo sguardo innocente sprigiona infatti una sensualità inconsapevole che travolge i sensi del fiero highlander. E la passione che scatena in lui non gli lascia scampo…

Amore e avventura***

Romanzo d’amore e d’avventura piacevole, soprattutto nella prima parte. Infatti la conclusione è un po’ sbrigativa e in genere la tecnica narrativa è piuttosto impacciata.

Poco appropriato il titolo italiano.

 

Post precedente

Recensione: Uptown Girl

Post successivo

Recensione: Mentre Torino dorme

Maria Teresa Siciliano

Maria Teresa Siciliano

Professoressa di Italiano presso il prestigioso Liceo Classico Aristofane di Roma, adora leggere e recensire montagne di libri con penna intinta in un dolcissimo veleno. Temuta e amata in ugual misura, ha plasmato una generazione di feroci lettrici di romance.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *