QuattroZampeRubriche

QuattroZampe: “Il Fagiolo”, casa-famiglia per pelosi carrellati

Accogliamo volentieri questo contributo di Anna Castelli, scrittrice e performer.

Tutti meritano una seconda opportunità ma, fino a pochi anni fa, era impensabile che un animale continuasse a vivere in caso di paralisi. L’unica soluzione applicata purtroppo era l’eutanasia.
Poi finalmente c’è stato un salto di qualità nell’evoluzione umana.

carrellinidisabiliNel nostro caso l’evoluzione è giunta con la nascita di Alessandro Ortolan, alias Il Mago, un uomo che ha deciso di mettere le sue conoscenze tecniche al servizio dei più sfortunati: ecco che nasce Carrellini Disabili [LINK http://www.carrellinidisabili.it/home.html], un comitato di volontari che ha deciso, in un primo tempo, di dedicarsi alla costruzione di carrellini a basso costo per permettere a tutti gli animali paralizzati, anche quelli randagi o ospiti di rifugi e canili, di poter tornare a camminare, e poi di occuparsi della raccolta di fondi per aiutare i volontari nell’acquisto degli ausili.
Lo scopo principale è sempre stato quello di sensibilizzare correttamente le persone nei confronti della disabilità.

L’anno scorso, proprio in questi giorni, è stato inaugurato un ulteriore aiuto per questi pelosi particolarmente sfortunati: Il Fagiolo di Piccolo & Gina [LINK https://www.facebook.com/Il-Fagiolo-di-Piccolo-Gina-267028143490145/].
Si tratta di una casa per “pelosi carrellati” che aspettano di trovare una mamma o un papà che li accolgano per tutta la vita.
Ho deciso quindi di intervistare i fautori di un progetto che ritengo eccezionale.

il fagiolo logo 2Innanzitutto buongiorno e grazie per la disponibilità. Chi c’è dietro al “Fagiolo”? Il Fagiolo di Piccolo & Gina è una struttura di Carrellini Disabili gestita con l’aiuto di volontari che si occupano di accudire gli ospiti 24 ore su 24 ed è proprio questa attenzione che la rende, probabilmente, unica al mondo.

Perché avete deciso di aprire una casa-famiglia? Da quando abbiamo cominciato ad occuparci dei pelosi disabili, non solo fornendo loro un carrellino ma anche cercando di aiutarli fin dal recupero con cure, eventuale intervento e ricerca di stallo temporaneo, abbiamo avuto l’esigenza di trovare per loro una sistemazione il più adatta possibile e, non trovando nulla che rispondesse in pieno alle loro particolari esigenze, abbiamo deciso di realizzarla direttamente.

A cosa deve il nome la struttura? Il “fagiolo” è il nome della classica cesta in plastica che usano i pelosi per riposare, ed è una cosa che rende subito l’idea dell’accoglienza, mentre Piccolo e Gina sono due pelosi molto diversi tra loro, ma accomunati da una morte terribile e, con questo tributo, abbiamo voluto onorarne la memoria.

Quali sono le forme di sostentamento economico della vostra attività? Ogni ospite carrellato ha una “Famiglia a Distanza” che aiuta, in parte,per  il suo mantenimento; tutte le altre innumerevoli spese mensili vengono coperte grazie all’aiuto costante di molte persone che credono in noi, nel nostro impegno e contribuiscono, in tanti modi diversi, al nostro sostentamento.

Come possiamo aiutarvi noi lettori? Parlando di noi, facendo conoscere il più possibile questa nuova realtà, seguendoci e condividendo quello che facciamo, oppure diventando nostri sostenitori con piccole cifre, o diventando Mamma & Papà a distanza dei nostri pelosi.
Veniteci a trovare: basta solo che ci avvertiate e verrete catapultati in un Mondo fantastico di cui, credeteci, non potrete più fare a meno!

… e quindi cosa state aspettando? Per informazioni e donazioni contattate il Mago su carrellinidisabili@gmail.com oppure +39 346 9923698 e vi accoglierà al “Fagiolo” assieme ai volontari e ai pelosi carrellati: col vostro aiuto, sarete sicuri di patrocinare una causa più che giusta, contribuendo a dare ai piccoli ospiti una seconda occasione.

OoO

Anna Castelli su Amazon:

Di Venezia, d’amore e magia: http://www.amazon.it/Di-Venezia-Damore-magia-ebook/dp/B00QEJTJCQ/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1450082175&sr=8-1&keywords=Anna+Castelli

Di acqua e di pietra: http://www.amazon.it/Di-acqua-e-di-pietra-ebook/dp/B00JYZ79SI/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1450082175&sr=8-2&keywords=Anna+Castelli

Guida Cosplay, Vivere Venezia: http://www.amazon.it/Guida-Cosplay-Vivere-Venezia-viaggi-ebook/dp/B00SM1WRTQ/ref=pd_sim_351_1?ie=UTF8&dpID=51eslkYRQDL&dpSrc=sims&preST=_AC_UL160_SR120%2C160_&refRID=1XYEMRE89PGE8KBWFJB9

Post precedente

Intervista: Federica D'Ascani

Post successivo

Maria Masella e il romance

Gli Amici del Mag

Gli Amici del Mag

Sono quelli che scrivono a Babette Brown: "Senti, avrei una cosetta da mandarti. Posso?"
E Babette, fregandosi le mani, incamera e pubblica.

3 Commenti

  1. Babette Brown
    21 dicembre 2015 at 9:33 — Rispondi

    Una iniziativa lodevole, che va supportata, anche solo condividendo questo articolo o il relativo Tweet.

  2. Carmela
    22 dicembre 2015 at 23:05 — Rispondi

    Bellissimo!!!! gesto anch’io ho un cane disabile ma non posso permettermi un carrellino per la mia cagnolina peccato!

    • Babette Brown
      24 dicembre 2015 at 15:32 — Rispondi

      Contatta Anna Castelli, Carmela. Forse può aiutarti. La trovi su Facebook.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *