Recensioni

Il baratto, di Virginia Gray & David Lonegan

Titolo: Il baratto.
Autore: Virginia Gray e David Lonegan.
Genere: erotico (Love & Pepper).
Editore: Delos Digital, Collana Senza Sfumature.
Pagine: 28.
Prezzo: euro 1,99 (e-book).
La mia valutazione:
due stelline e mezzo.
Discreto, vale i soldi (pochi) che avete speso.
Ai confini del mondo
c’è una terra leggendaria, Looma, dove gli amori eccessivi fanno una brutta
fine. Tutto filerà liscio, tra Ralph e Kathy in missione in quei luoghi, almeno
finché la loro storia si limiterà a un erotismo sfrenato. Alla prima scintilla
di sentimento, però, esploderanno i guai…
L’incontro tra Kathy,
studiosa di botanica, e Ralph, fotografo, promette subito scintille. Il loro
sodalizio per produrre un libro che ripercorra i viaggi di Marianne North,
inizia a Looma, in Borneo. E in quella cornice esotica, tra sesso e delirio, si
dipana la storia di un amore contrastato dove la natura giocherà un ruolo 
decisivo. Ralph finirà per innamorarsi di Kathy, ma dovrà fare una scelta
dolorosa: barattarla per la propria salvezza.
 

Idea
(finalmente) fuori degli schemi consolidati e arrivati all’esaurimento. Copertina
evocativa. Una boccata d’ossigeno nel mondo dell’erotismo cartaceo (ok, è un
e-book, non siate pignoli di prima mattina).
Virginia e
David, coppia nel mestiere ma non nella vita, si sono divertiti a scrivere una
simpatica storia porcellona condita di soprannaturale e con un finale che vi
stende.
Il taglio
del racconto è il vestito giusto per la vicenda, che viene narrata con pochi
fronzoli e abbellimenti. Molto sesso, ovviamente, dialoghi surreali e uno stile
scorrevole.
Virginia Gray,  inglese per parte di padre, gestisce assieme al marito un agriturismo in Toscana. Ama scrivere, cucinare e coltivare rose. Ospita spesso David Lonegan, uno scrittore quarantenne amante del buon cibo e delle belle donne. Durante una passeggiata tra i filari di cipressi della tenuta Gray, è nata l’idea del loro primo progetto di scrittura a quattro mani.

Post precedente

La voce del sentimento, di Evelyn Storm

Post successivo

Perfect Couples, di Deborah Desire

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *