News

Grazie di te, Francesco Pomponio

Amarganta segnala questo romanzo di Francesco Pomponio. Una storia d’amore, ambientata ai giorni nostri. In uscita il 15 settembre.

Titolo: Grazie di te.
Autore: Francesco Pomponio.
Genere: Narrativa italiana.
Pagine: 280.
Prezzo:  euro 12,50 (cartaceo); euro 2,99 (eBook).

Zeb, un maturo autotrasportatore, si innamora di Anna, una bella cameriera straniera impiegata in uno dei tanti alberghi in cui sosta abitualmente. Arguto e riflessivo, impetuoso e razionale, profondo conoscitore dell’animo umano, per Anna Zeb abbandona le certezze cementate da un’infanzia povera e da un ambiente primitivo e violento. Anna, solo lei, grazie alla straordinaria empatia che si sviluppa tra i due, riesce a condurlo fuori dai limiti di se stesso, dalle luci e dalle ombre della sua vita, trascinandolo per contro nei vortici della propria esistenza. Il ritmo cadenzato della storia che si accende lenta come i motori diesel che Zeb domina con mano ferma, si impenna all’improvviso, trasportando il lettore ai confini di una vicenda che alterna momenti drammatici a profondo lirismo fino a trasformarsi in un’avventura on the road a tinte gialle, soffusa nel mistero della natura che sospira ai confini della narrazione. Tra tramonti e distese gelate, tra battute al vetriolo e momenti di forte tensione, Grazie di te è arricchito da una miriade di personaggi secondari, semplici e complessi al tempo stesso, che insieme a Zeb e Anna, contribuiscono a tratteggiare l’affresco di una storia d’amore intensa e delicata.

Francesco Pomponio, nato in Abruzzo, ha vissuto a Roma per tutta la vita. Attualmente vive fra le montagne, anche se comincia a odiare la neve. Scrive da quando aveva 18 anni, ha cominciato con racconti per poi arrivare ai romanzi. Ha pubblicato una raccolta di racconti dal titolo “La macchina del tempo esiste già” e due romanzi: “La lavagna di Amerigo” e “Soave sia il vento”. Ha tre romanzi inediti e ne sta scrivendo un altro. Considera il lettore il vero protagonista di ogni storia e cerca di raccontarne di interessanti, dove succede qualcosa, popolate da personaggi unici, come uniche sono le persone. Attualmente si occupa di tecnologia e organizzazione di eventi per aziende. Scrive nei ritagli di tempo, ogni giorno una sola pagina alla volta, quando va bene due. Non aspetta l’ispirazione, scrive per sapere come la storia andrà a finire. Corregge molto, ma spera di avere la capacità di capire quando molto diventa troppo.

 

Post precedente

Il primo ballo, Velma J. Starling

Post successivo

Recensione: Sono solo un ricordo

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *