Recensioni

Ghiaccio salato, di S. M. May

Titolo: Ghiaccio salato.
Autore: S. M. May.
Genere: Romanzo M/M.
Editore: self.
Prezzo: euro 0,99.
L’amore è tornato a
Cold Lake e Natale sta arrivando.
Ma la felicità non è
un pacco già pronto sotto l’albero.
Terence e Sebastian,
il professore e il suo boscaiolo, hanno deciso di vivere insieme nella baita al
margine della foresta, anche se le ferite del passato sono dure da rimarginare
per entrambi e la strada verso il futuro è ancora piena di insidie e di
scivoloni improvvisi.
Eppure nessuno dei due
vuole arrendersi: l’amore che provano l’uno per l’altro è il sale della vita e
senza di esso nulla avrebbe più lo stesso sapore. E se da un lato quel sale
rischia di bruciare la carne viva, dall’altro è anche l’unico rimedio per
impedire al ghiaccio di formarsi sulla “neve fresca” del loro cuore. Ce la
faranno?
Una novella natalizia,
eroticamente ironica, e un’occasione speciale per ritrovare tutti gli amici di
Lara Haralds.

S. M. May mette una strenna sotto l’albero appena tirato fuori dalla
scatola. Un delizioso romance che ci fa incontrare nuovamente due dei
personaggi che la serie “Lara Haralds” ci ha fatto amare: il
professore e il boscaiolo/falegname, ovvero Terence e Sebastian. 
I due hanno
casa in comune, molto amore e molta passione (belle scene di sesso, hot quanto basta e mai
volgari). C’è un “ma” grande come una casa: Terence non ha ancora
buttato dietro le spalle il tradimento di colui che aveva amato per cinque
anni; Sebastian non ha risolto il rapporto tempestoso con la famiglia
d’origine, che non ha accettato il suo essere gay.
Lascio al piacere di leggere la soluzione dei problemi di Terence e
Sebastian.
Bella storia, che ci scalda l’anima e il cuore come una tazza di
cioccolata bollente. Con la panna. E la granella. E un niente di cannella.
Insomma, perfetta.
La serie “Lara Haralds
– The Strange Matchmaker” comprende:
1) CAMBIO GOMME;
2) NEVE FRESCA;
3) GHIACCIO SALATO;
4) DOPPIO VELO (di
prossima pubblicazione).
Post precedente

Conflitti, di Elena Taroni Dardi

Post successivo

Timido, di John Inman

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

2 Commenti

  1. 5 dicembre 2014 at 9:04 — Rispondi

    Cara Babette, ti ringrazio ancora per la velocità con cui mi hai letta, capita e recensita. Ti ringrazio anche per essere una donna d'infinita pazienza e acuta osservatrice di ogni singolo dettaglio, dagli avverbi alla corretta applicazione delle posizioni del Kamasutra 🙂
    S.M. May

    • Babette Brown
      5 dicembre 2014 at 17:32 — Rispondi

      Quei due sulla poltrona stavano proprio combinando un pasticcio…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *