Pensieri sparsi

… finché non faccio esplodere la casa…

Ashara Amati si cimenta con l’argomento “Quale reazione mostra il vostro compagno quando scrivete un romance erotico?”

Dunque, del capitolo mariti/compagni/fidanzati sono un’esperta, si potrebbe dire, essendo divorziata e ora convivente…

Il mio ex marito non ha mai amato leggere: in dieci anni insieme l’ho visto affrontare con entusiasmo giusto un romanzo di Ken Follett e la biografia di Valentino Rossi. Di mio ha letto solo un racconto una volta che gli ho più o meno puntato un coltello alla gola, ma non ha gradito: non tanto perché fosse un erotico, quanto perché era una lettura imposta… anzi, una lettura e basta!

Dato che ne combino di cotte e di crude, aveva adottato una filosofia di vita che applicava alla scrittura di racconti e romanzi erotici così come a tutte le mie altre idee balzane: finché non facevo esplodere la casa e a lui non toccava fatica, potevo fare quel che mi pareva.


Il mio attuale compagno è molto più partecipe in tutto e oltretutto ama molto leggere. Che bello, direte voi, ora sarai felice, no? No 😀 perché a lui la letteratura erotica non piace per niente. Trova tutto ciò che descrive atti sessuali noioso e ripetitivo (pur, per mia fortuna, non ritenendo tale l’atto in sé 😛 ); quindi diciamo che festeggia quando scrivo qualcosa di altro genere e, se gli faccio leggere un erotico, esprime pareri sulla forma, lo stile, la grammatica, ma senza troppi apprezzamenti alla “sostanza”. Be’, a parte un paio di casi che l’hanno parecchio… ispirato, ecco.

Sono comunque molto felice del fatto che nessuno dei due ha mai visto di malocchio questa mia attività: non la trovano sconveniente, non pensano che io sia malata di mente o una ninfomane (questo appellativo me lo diede un tizio che frequentavo ai tempi dell’università, dopo che gli avevo fatto leggere “I pilastri della terra” – mica “Cicciolina contro tutti” – e il bello era che faceva pure l’alternativo ribelle con le autoreggenti sotto i jeans. Bah.). Insomma, se la cosa mi piace e mi fa contenta, va tutto bene. Il che mi sembra lo spirito giusto, no?

Post precedente

Recensione: Puffin Island Series

Post successivo

News: Sotto il segno della N, di Maria Masella

Gli Amici del Mag

Gli Amici del Mag

Sono quelli che scrivono a Babette Brown: "Senti, avrei una cosetta da mandarti. Posso?"
E Babette, fregandosi le mani, incamera e pubblica.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *