Recensioni

E-Doll, di Francesco Verso

Uscito in ebook nel marzo scorso, questo romanzo di fantascienza ha rinnovato il successo dell’autore.
Titolo e-Doll.
Autore Francesco Verso.
Edizione digitale marzo 2014.
Prezzo euro 2,68.
http://www.amazon.it/e-Doll-Premio-Urania-Mondadori-Fiction-ebook/dp/B00IQSFINC/ref=sr_1_2?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1404636945&sr=1-2
Mi sono imbattuta in e-Doll quasi per caso. Non ricordo cosa stessi cercando su Google, ma adesso
non ha importanza, perché ho trovato un libro che, al di là dei premi vinti e
dei riconoscimenti pressoché universali, ha saputo catturarmi alla grande.
Due personaggi
indimenticabili: Maya, adolescente ribelle alla ricerca di qualcosa che è se
stessa, che è il futuro, che è l’affetto. Angel, un e-doll ermafrodito, un dio
del sesso, che trova la propria umanità in un atto definitivo.
Ambientazione che mescola alta
tecnologia, erotismo, amore, regalandoci un mondo simile al nostro. Con tutti i
difetti, tutte le meraviglie. Dramma e poesia si snodano
attraverso pagine che, rivisitate dall’autore, hanno acquistato nuovo
splendore.
Letto tutto d’un fiato. Bellissimo.
La mia valutazione? Cinque stelline.

Lascio la parola all’autore.
Leggiamo quello che ha scritto nel 2011.



Sono passati tre anni da
quando e-Doll ha vinto il premio Urania Mondadori, cambiando in modo radicale
la mia vita.
Devo a questo romanzo –
scritto tra il 2004 e il 2007 – tutto ciò che di bello o di brutto ho scritto e
scriverò in seguito. La sensazione con cui ho approcciato l’editing del testo
in questa nuova versione pubblicata per la Kipple Officina Libraria, è stata di
riconoscenza. Tuttavia, non ho esitato a tagliare circa 30 pagine e riscrivere
intere parti che risentivano di una certa immaturità letteraria, della smania,
spesso narcisistica, di sopperire con parole roboanti alle idee.
Per quelli che non hanno
avuto modo di leggere e-Doll nella versione pubblicata nella collana Urania
della Mondadori, il tema del romanzo è il seguente:
Sul mercato del sesso
circolano dei replicanti che vengono usati per ogni perversione, inclusa la
morte, pur di soddisfare i clienti. Sono gli e-Doll, esseri a metà tra bambole
sintetiche e nuovi idoli dell’eros. Il sesso avviene in gran parte mediante gli
e-Doll per paura di malattie e distrazioni che distolgano dal lavoro. Gli
e-Doll vengono impiegati dal Ministero dell’Interno russo in accordo con la
Silitron per combattere i reati a sfondo sessuale (violenze carnali, stupri di
gruppo, ricatti sessuali e omicidi passionali). Ma l’idea della Silitron è anche
di immettere nel corpo degli utenti una sostanza capace di renderli più sani e
longevi, con risultati sorprendenti.
La storia segue le vicende di
Maya, irrequieta adolescente moscovita che si finge un e-Doll e conduce una
doppia vita. Se da una parte indossa i panni di una studentessa svogliata,
dall’altra si vende per sentirsi amata. L’altro protagonista è Angel, un e-Doll
ermafrodito esperto nell’ars amandi, il quale medita su come poter diventare un
essere umano. I due si incontreranno un giorno in una sessoteca e lì si
scambieranno qualche cosa che li avvicinerà alla realizzazione di se stessi.
La copertina di e-Doll è a
firma di Carolina Ricciulli, mentre l’illustrazione interna è di Lorena Assisi.
Ragazze, avete fatto un lavoro splendido!
Ecco come Amazon presenta l’edizione in ebook.
Da tempo le abitudini
sessuali degli esseri umani hanno subito un’evoluzione epocale grazie alla
creazione degli e-Doll: più sofisticati dei normali androidi, i replicanti
denominati e-Doll rappresentano la risposta definitiva alla richiesta di una
sessualità senza limiti da parte di un’umanità previdente ma al tempo stesso
decadente.
Maya, irrequieta adolescente
moscovita, si finge un e-Doll e conduce una doppia vita. Da una parte è una
studentessa svogliata, dall’altra si vende per sentirsi amata. Angel, un e-Doll
ermafrodito esperto nell’arte amatoria, medita su come diventare un essere
umano. I due protagonisti s’incontreranno in sessoteca e si scambieranno
qualche cosa che li avvicinerà alla realizzazione di se stessi.
e-Doll è un noir
fantascientifico che ci invita a riflettere sui limiti del concetto di
“natura umana”.
Hanno detto di e-Doll:
“Verso ha mescolato
tecnologia, erotismo, affetti famigliari e filosofia, senza dimenticare un
accenno alle radici della fantascienza, rappresentate da Asimov e Dick, in un
romanzo affascinante, degno vincitore del Premio Urania.” Giampaolo Rai –
Fantascienza.com
“Verso riesce a
costruire una storia avvincente e, nello stesso tempo, capace di concedersi
riflessioni a voce alta sul destino futuro dell’umanità.” Giuseppe Panella
– Retroguardia
“E’ parlando di sesso
che Verso ci conduce sui campi della narrativa d’anticipazione, attraverso
tecnologia e fotografia sociale, lasciando emergere a tratti la riflessione a
tratti il thriller, lasciandosi sfuggire qualche afflato filosofico mentre il
mistero va a svelarsi e la vicenda trova il suo epilogo in un finale drammatico
e – a modo suo – poetico.” ThrillerMagazine.it
L’autore: Francesco Verso è
Finalista al premio Urania Mondadori 2004 con il romanzo
Antidoti umani
Vincitore del premio Urania Mondadori 2008 con e-Doll – Il
fabbricante di sorrisi
Finalista al premio Italia 2011 con il racconto Sogno di un
futuro di mezza estate
Vincitore del premio Odissea Delos Books 2013 con Livido
Segnalato al premio Robot 2013 per il racconto Il livello
dell’assassino
Inoltre ha pubblicato i
racconti Flush, Sogno di un futuro di mezza estate, Due mondi e La morte in
diretta di Fernando Morales
. Alcuni suoi racconti sono apparsi su riviste quali
Robot, iComics, International Speculative Fiction #5.
Post precedente

Un amore pericoloso, di Nora Roberts

Post successivo

Terra di nessuno, di Vittoria corella

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *