L'artiglio rosaRecensioniRubriche

Due sì e un no per l’Artiglio Rosa

51ROXOkY4FL._SX298_BO1,204,203,200_1127 – Loretta CHASE – Il ladro e la principessa (The Sandalwood Princess)

Qual è la compagna perfetta per un ladro affascinante?

Dopo aver vissuto molti anni in India, Amanda Cavencourt fa finalmente ritorno a casa, in Inghilterra. Come dono d’addio, la potente rani Simhi, sua amica, le dà una statuetta speciale, la Principessa Ridente, portatrice di gioia e fertilità. Ma c’è qualcun altro che vuole mettere le mani su quel regalo, un potente lord che nutre rancore nei confronti della rani e che ingaggia un famigerato ladro, conosciuto come il Falcone, perché rubi il prezioso manufatto. Benché la missione del Falcone abbia successo, questi non ha però fatto i conti con la volitiva Amanda, che è decisa a riprendersi il maltolto e che, nel frattempo, gli ha rubato il cuore.

Note: IL LADRO E LA PRINCIPESSA ( The Sandalwood Princess ) è una delle prime opere di Loretta Chase, pluripremiata autrice di oltre venti romanzi storici di varia ambientazione.

Tra le opere di Loretta Chase già pubblicate in precedenza da Mondadori, ricordiamo MISS WONDERFUL ( Miss Wonderful ), MR IMPOSSIBLE ( Mr. Impossible ), LORD PERFECT (Lord Perfect ), NON PROPRIO UNA LADY ( Not Quite a Lady ) e PRIGIONIERO DEL DESIDERIO ( Captives of the Night ) nella collana I Romanzi Classic; IN SCOZIA CON TE ( Last Night’s Scandal ), NON TENTARMI ( Don’t Tempt Me ), SUADENTE COME SETA ( Silk Is for Seduction ) e UNO SCANDALO IN SATIN ( Scandal Wears Satin ), nella collana I Romanzi Passione; SENTIMENTO VENEZIANO ( Your Scandalous Ways ) e L’ULTIMO LIBERTINO (The Last Hellion ) nella collana I Romanzi Emozioni.

Ambientazione: India + Inghilterra, 1816-18 ( periodo regency ).

Premi e riconoscimenti della critica: Premio RITA nel 1991 come Miglior Romanzo Regency ( Best Regency Romance ); All About Romance DIK ( Desert Isle Keeper ).

Un esordio non promettente * *

Romanzo vecchio (visto che è stato DIK e Rita nel 1991!) e davvero noioso. Ma noioso al punto di slogarsi la mascella a forza di sbadigli! La vicenda è complicata e lenta, soprattutto perché gli eventi (pochi) si svolgono nel corso di settimane, mesi ed anni. Le cose si vivacizzano un po’ nel finale, d’altra parte inverosimile e melodrammatico.

Sprecata la bella traduzione di Roberta Ciuffi, grazie alla quale posso assegnare la seconda stella.

OoO

51loUOeeQBL._SX298_BO1,204,203,200_63 – Mia MARLOWE – Il tocco del peccato (Touch of a Scoundrel)

C’è una sola ragione per cui Griffin Nash, conte di Devonwood, vuole sedurre Emmaline Farnsworth, ovvero proteggere da un’unione disastrosa il fratello Teddy, invaghito della giovane americana. Questo almeno è ciò che continua a ripetersi. In verità, è tormentato dalla visione di lussuria e passione che l’ha assalito dopo averla incontrata. Emmaline non è facile da conquistare, né in realtà è alla ricerca di un marito facoltoso. La vera ragione per cui ha seguito Teddy è un’altra. E tuttavia, lasciarsi sedurre dal fascino del bellissimo conte potrebbe rivelarsi un piacevole… effetto collaterale.

Note: Con IL TOCCO DEL PECCATO ( Touch of a Scoundrel ) si conclude la serie “Touch of Seduction”. I romanzi precedenti della serie, IL TOCCO DELLA SEDUZIONE ( Touch of a Thief ) e IL TOCCO DEL PIACERE ( Touch of a Rogue ), sono già stati pubblicati nella collana I Romanzi Extra Passion – nr. 35 e 45 rispettivamente.

Ambientazione: Inghilterra, 1860 ( epoca vittoriana ).

Tutto sommato, un buon erotico * * * *

All’inizio sono rimasta delusa, dal momento che il romanzo presenta addirittura due difetti, ai miei occhi gravissimi: Griffin si innamora della donna amata dal fratello e, come se non bastasse, Emmaline è un’imbrogliona. L’autrice sviluppa la vicenda con molta abilità secondo queste due direttrici e presenta tutte le belle scene di sesso che ci si aspetta dalla Marlowe. Non posso negare di aver provato comunque un po’ di imbarazzo, ma mi sono consolata con tutti i rimorsi che provavano i due fedifraghi. Peccato che il finale, melodrammatico a dir poco, non sia all’altezza del resto.

Buona la traduzione di Acunzoli. O forse è la Marlowe ad avere più eleganza raffinata della Leigh.

OoO

51c+vIp9T3L._SX298_BO1,204,203,200_64 – Anne CALHOUN – Una passione come nessun’altra (Uncommon Passion)

Dopo aver abbandonato la rigida comunità religiosa che l’ha cresciuta, Rachel è determinata a vivere libera e sperimentare tutto quello che le è stato finora proibito, incluso il sesso. Così partecipa a un’asta per scapoli e si aggiudica per una notte Ben Harris, affascinante ed enigmatico agente delle unità speciali antiterrorismo. Ben è abituato a vivere di pericolo e adrenalina, e quando si rende conto che Rachel è vergine si sente invadere dal senso di colpa, e si offre di educarla alla passione, senza impegni di alcun genere. Ma quanto tempo può passare, prima che l’allieva superi il maestro?

Note: UNA PASSIONE COME NESSUN’ALTRA ( Uncommon Passion ) è la prima opera di Anne Calhoun, affermata autrice di numerosi romanzi erotici di ambientazione contemporanea, pubblicata nella collana I Romanzi. Il romanzo appartiene alla miniserie “Uncommon”, così chiamata dal titolo dei libri che la compongono. Alla medesima serie appartiene anche “Uncommon Pleasure”.

Ambientazione: America, Stati Uniti, oggi.

Un bel romanzo erotico * * * *

Romanzo erotico piuttosto insolito, forse perché le scene di sesso hanno la funzione di far sentire i sentimenti dei due protagonisti più che descrivere un po’ di ginnastica da letto. Approfondita, infatti, la psicologia di Ben e Rachel, personaggi con aspetti fuori dal comune. Non volgare l’uso del turpiloquio. Peccato per il finale un po’ sbiadito. Ma la cosa peggiore è il gran numero di refusi, davvero indegno della Mondadori.

Post precedente

Recensione: Sei il mio sole anche di notte, di Amy Harmon

Post successivo

La stirpe delle tenebre, di Federica Soprani: Bibliografia

Maria Teresa Siciliano

Maria Teresa Siciliano

Professoressa di Italiano presso il prestigioso Liceo Classico Aristofane di Roma, adora leggere e recensire montagne di libri con penna intinta in un dolcissimo veleno. Temuta e amata in ugual misura, ha plasmato una generazione di feroci lettrici di romance.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *