Pensieri sparsi

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-25

Qualcuno ha chiesto alla Redazione “Dove va in ferie Babette Brown?”. Bene, adesso lo sapete. La nostra corrispondente da Caldwell cercherà di rispondere a tutte le lettere che sono arrivate nei giorni scorsi e che mostrano a chiare lettere la “fame” di notizie riguardanti i Confratelli e le Shellan. Grazie all’incontro con Alexa, una doggen che lavora nella Magione, Babette Brown è riuscita a carpire una messe incredibile di informazioni.

La Magione, cella n° 5, 16° giorno di prigionia.

Cari amici,

mercoledì scorso mi è stato consegnato l’atto di accusa. Dal momento che è scritto in quella lingua ostica che usano i vampiri, non ho capito niente. Ho chiesto una traduzione in italiano, ma pare che i tempi saranno lunghi.

Non mi è stato assegnato un difensore d’ufficio e nessuno si è fatto vivo, a parte Pancras Foot, il doggen che porta a spasso Bonnie e che mi consegna i tre pasti dietetici giornalieri.

Sto dimagrendo a vista d’occhio. Mi sono ridotta a usare una striscia di tessuto come cintura, perché i pantaloni mi calano.

Le bestiole stanno benone. Bonnie riceve regolarmente le sue medicine. L’altro giorno, è tornata tutta eccitata, il doggen faticava a tenerla al guinzaglio. Non mi sono stati spiegati i motivi di questo comportamento e certo la piccola non si è confidata…

Ho un piccolo televisore, sempre sintonizzato su un canale di News 24 ore. Almeno riesco a capire cosa sta succedendo fuori di qui.

Pensate che verrò condannata? E quale sarà la pena? E che sarà di Bonnie, Mortimer, Uffa e Liquirizia? Sono disperata.

La vostra Babette

—————-

Qualcuno avrà riconosciuto una vecchia rubrica tenuta negli scorsi anni per la Black Dagger Brotherhood Italian RPG.

N. B. Tutti i diritti appartengono a “La Confraternita del Pugnale Nero”, by J. R. Ward.

Post precedente

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-24

Post successivo

Dalla nostra corrispondente a Caldwell-26

Babette Brown

Babette Brown

Babette Brown o meglio... Annamaria Lucchese è nata tanti anni fa in quel di Padova. Strappata in tenera età alle brume del Nord, è stata catapultata dalla vita prima a Roma, poi a Milano. Al momento (ma non promette niente) sembra stabile a Roma, dove vive in una casa piena di libri e, da brava zitella, con tre gatti teppisti e una cagna psicolabile.
Laureata in Filosofia, ha lavorato come docente e dirigente scolastico.
A parte questo, risulta essere una brava persona. Da un anno circa, ha aperto un blog che si occupa di narrativa rosa e un gruppo Facebook, all’interno del quale trovate lettori e scrittori che convivono in pace.

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *